Il Sito della Comunita' per L'Ulivo. Per tutto l'Ulivo.
Scrivici
Mail
Ricerca
Search

Segnala queste pagine
ad una amico
www.perlulivo.it

[ al 13 Maggio]

       
 
 

Gli Interventi
On. Mauro Paissan

LibertÓ e regole

Mauro Paissan ha affrontato l’antitesi libertÓ e regole collegandolo strettamente alla discussione dei valori. In ogni momento storico Ŕ necessario consentire un giusto equilibrio di una giusta gerarchia fra diritti che possono avere la medesima tutela. Tanto nelle associazioni individuali quanto in quella sociale la libertÓ, sia negativa (libertÓ da) che quella positiva (libertÓ di) non si pu˛ identificare con il mercato.

Nessuna demonizzazione : semplicemente non Ŕ vero che la libertÓ equivalga a mercato e a competizione. L’uso che il centro destra fa del termine libertÓ come sinonimo di liberismo Ŕ improprio. La realtÓ economico sociale prossima a fine millennio propone come quadratura del cerchio (Dahrendorf) la necessitÓ di conciliare e promuovere insieme: benessere economico, coesione sociale (solidarietÓ), libertÓ individuali e politiche.

Non dalla competizione e dal mercato si deve affrontare il discorso che conduce alle regole per loro natura convenzionali e pattizie, frutto cioŔ di conflitto, discussione e compromesso. PerchÚ altrimenti sarÓ viziato dallo stesso limite che storicamente lo ha caratterizzato fino ad ora: essere un processo fondato sulla forza degli attori sociali e politici che vi prendono parte.

Il dibattito di questi mesi e di questi giorni, ha riproposto con forza, il delicatissimo tema della libertÓ e delle regole in riferimento ad alcuni eventi ed ad alcune questioni impropriamente aggregati in un unico blocco tematico.

Parlo delle degenerazioni delle catene alimentari, dei diritti dell’embrione e della clonazione.

Si pone qui il grande tema del limite come tema di autosalvaguardia, degli esseri viventi, della natura e dell’ambiente in cui viviamo. Vi Ŕ la necessitÓ che questo tipo di regole non si fermino ai confini nazionali.

Il discorso libertÓ-regole si ripropone poi i riferimento agli esperimenti scientifici di clonazione. Il pericolo di una prospettiva di generalizzazione della clonazione Ŕ squisitamente politico: la progressiva eliminazione delle differenze, delle diversitÓ, delle biodiversitÓ, ed anche delle imperfezioni.

Giulio Giorello scriveva una settimana fa: "Chi giustamente teme l’irresistibile logica delle tecniche di manipolazione del vivente, prima che agli inferni ed ai paradisi delle religioni, dovrebbe guardare alla natura stessa di una societÓ democratica, e a ricordarsi che nulla Ŕ pi¨ democratico della imperfezione.

Paissan ha infine concluso passando al tema della comunicazione.

Per quanto riguarda la libertÓ nella comunicazione dobbiamo forse insistere in uno spostamento degli accenti del dibattito politico e culturale.

E’ necessario mettere al centro la vera libertÓ, che non Ŕ in prima battuta quella di comunicare (giornalisti ed editori) o di essere rappresentati nella comunicazione (soggetti politici sociali e culturali), ma la libertÓ, il diritto del cittadino di essere compiutamente informato.

Infine c’Ŕ una citazione insieme significativa ed inquietante.

Viene da Internet e dal Cyberspazio di quel mondo che dopo la rivolta degli anni sessanta si Ŕ innamorato del computer ed ora di Internet. Un misto di individualismo libertario e di ostilitÓ ad ogni regola pubblica ed ad ogni ruolo dello stato. Per questa ideologia chiamata anche "ideologia californiana" si Ŕ usato il termine di "liberismo tecnoutopico". Ecco la citazione: "Noi, comunitÓ High Tech, siamo intelligenti e voi, il governo, siete stupidi. La nostra superioritÓ intellettuale e le nostre fertili abilitÓ imprenditoriali rendono superflua la necessitÓ di un governo e persino di mantenere un governo che non vogliamo e di cui non abbiamo bisogno".

Questa Ŕ forse la frontiera dell’innovazione a cui dovremmo tendere?


Pagina Precedente

Home Page


 

Le radici dell'Ulivo
Dall'idea di Romano Prodi alle vittorie elettorale
Il Governo de L'Ulivo
Il Movimento per L'Ulivo
Da Prodi a D'Alema
Storia di un anno difficile
Quattro anni di Centrosinistra

Home |Partecipa |» Le Radici dell'Ulivo «| Scrivi | Ricerca