La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Il Mossad “rapisce” i parenti di una piccola siriana malata

Discussioni su quanto avviene su questo piccolo-grande pianeta. Temi della guerra e della pace, dell'ambiente e dell'economia globale.

Il Mossad “rapisce” i parenti di una piccola siriana malata

Messaggioda franz il 10/04/2016, 17:41

Magari qualcuno, pochi spero, dal titolo pensano "ecco, la solita storia sulle malefatte israeliane".
Ma vediamo tutto.


Il Mossad “rapisce” i parenti di una piccola siriana malata di leucemia per permettere il trapianto
La piccola era stata ferita in Siria e curata ad Haifa. I medici si sono accorti che aveva un cancro, ma i famigliari erano tutti in territorio nemico

10/04/2016
giordano stabile
INVIATO A BEIRUT

Quando la piccola Nada, chiamiamola così, è arrivata al Rambam Medical Center di Haifa, era ferita e sotto choc ma non sembrava in condizioni critiche. I medici israeliani le hanno prestato le prime cure, come ad altre centinaia di vittime siriane di una guerra che dura da cinque anni.

Nada era stata ferita in uno scontro fra fazioni ribelli rivali nel Sud della Siria. Con discrezione, gli insorti l’avevano fatta filtrare in Israele, il posto più vicino dove poteva trovare cure adeguate. Dopo due settimane le ferite erano guarite ma la bambina non si riprendeva.

I medici hanno scoperto che aveva un cancro al sangue. Curabile solo con trapianto di midollo da un parente stretto. Operazione ormai di routine nei Paesi sviluppati. Ma molto complicata nel Medio Oriente in guerra permanente.

Tutti i parenti stretti di Nada vivevano in Paesi ufficialmente “nemici di Israele” (Siria o Libano). Farli entrare legalmente nella Stato ebraico era impossibile. I servizi di sicurezza hanno suggerito ai medici di dimettere la bambina, perché non c’era chance di salvarla in quelle condizioni.

Ma i medici si sono rifiutati e hanno ribattuto che non l’avrebbero mai lasciata andare senza prima tentare una cura. Allora, secondo la ricostruzione in un’esclusiva della tv israeliana Channel 10, i servizi hanno lanciato un’operazione segreta per “rapire” i famigliari di Nada e permettere il trapianto di midollo.

Un parente stretto di Nada è stato prelevato in “territorio nemico” ed è stato condotto ad Haifa lunedì scorso. Il primo trapianto di midollo ha avuto successo qualche giorno dopo. Il donatore e la piccola Nada sono ora in quarantena e la bambina riceverà un primo ciclo di cure il prossimo mese. I veri nomi e i dettagli dell’operazione sono tenuti segreti per ragioni di sicurezza.

http://www.lastampa.it/2016/04/10/ester ... agina.html
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20955
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Il Mossad “rapisce” i parenti di una piccola siriana mal

Messaggioda pianogrande il 11/04/2016, 11:29

Le malefatte restano e non si cancellano ma questo è un episodio umanitario degno di nota.
Un rapimento consensuale non capita tutti i giorni e qualcuno avrà anche rischiato per portarlo a termine a meno che anche le diplomazie che canali sotterranei non possono non averne siano rinsavite per qualche ora.
La seconda ipotesi potrebbe aprire perfino qualche speranza per azioni su più larga scala.
Al peggio non c'è limite ma, non dimentichiamocelo, neanche al meglio.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9760
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Il Mossad “rapisce” i parenti di una piccola siriana mal

Messaggioda franz il 11/04/2016, 14:07

pianogrande ha scritto:Le malefatte restano e non si cancellano ma questo è un episodio umanitario degno di nota.

Non è un (1) episodio.


180.000 palestinesi curati in Israele lo scorso anno. Già 123.000 questo anno

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Sanità Israeliano nel 2013 sono stati curati in Israele oltre 180.000 palestinesi, sono state effettuati 3.190 interventi di emergenza con successivo ricovero. Fino ad oggi (dal 1 gennaio 2014 al 28 giugno 2014) sono stati curati circa 123.000 palestinesi in Israele (il numero esatto lo forniremo prossimamente) quindi con un trend in forte aumento, mentre gli interventi di emergenza sono stati 1.897.

Questi dati vegono volontariamente offuscati dai media palestinesi ma la realtà è che se un palestinese ha bisogno di cure deve andare in Israele per riceverle perché le centinaia di milioni di dollari dati dalla comunità internazionale alla ANP per la costruzione di ospedali e strutture sanitarie sono spariti nel nulla.(*)
Ultima cosa, tutte queste prestazioni sono fornite del tutto gratuitamente, quindi sono a carico dei cittadini israeliani. Così, giusto per sapere.

Rights Reporter
http://forumebraico.forumfree.it/?t=69049782


(*) Ci fanno i razzi, of course
Naturalmente il numero di israeliani curati in Palestina è pari a zero.
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20955
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Il Mossad “rapisce” i parenti di una piccola siriana mal

Messaggioda pianogrande il 11/04/2016, 19:15

L'ultima mi entusiasma un po' meno.

Le condizioni in cui vivono i palestinesi, non è colpa dei palestinesi ma di Israele e (perché no) del fatto che sono lasciati allo sbando da una comunità internazionale che gli manda i soldi ma poi (evidentemente) si fa gli affari suoi e se ne frega di andare a vedere dove quei soldi vanno a finire.

Il tutto squalifica sempre di più l'ipotesi di uno stato palestinese e questo conviene a tutti Israele per primo.

In questa situazione Israele ha il dovere morale di fare quello che fa per i palestinesi sempre più condannati alla condizione di un campo di rifugiati.

Li lasci liberi, si ritiri dai territori occupati e collabori per la nascita di un libero stato palestinese.

Dopodiché smetta pure di curarli.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9760
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Il Mossad “rapisce” i parenti di una piccola siriana mal

Messaggioda franz il 14/04/2016, 22:15

Sul fatto di chi sia colpa credo si debba riflettere.
Immagino tu sappia che è molto facile dare la colpa agli altri e molto difficile ammettere le proprie responsabilità.
Ma ci ritorno appena trovo un certo filmato ....

Per ora ritorno sul tema "cure in israele".

Il fratello di Abu Mazen curato in un ospedale israeliano

Il fratello del presidente dell’Autorità Nazionale Palestinese, Mahmoud Abbas, è ricoverato in condizioni critiche presso l’Assuta Medical Center di Tel Aviv. Il ricovero nell’ospedale israeliano ha avuto luogo in segreto.

Abu Lawi , 76 anni, è il fratello minore di Abbas, non vive nei territori palestinesi bensì in Qatar con la moglie. Recentemente gli è stato diagnosticato un cancro e tra tutti i luoghi possibili ha deciso di ricevere le cure in Israele.

Abu Lawi è ricoverato presso il lussuoso ospedale privato di Tel Aviv da un po’ di tempo. Dopo ogni ciclo di trattamenti in Israele, torna a casa sua in Qatar.

Negli ultimi due anni, l’Assuta Medical Center ha curato altri due membri della famiglia Abbas. Nell’estate 2014, dopo il rapimento di tre adolescenti israeliani a Gush Etzion, la moglie di Abbas, Amina, si è sottoposta ad un intervento chirurgico alla gamba. Inoltre, appena sei mesi fa, il cognato di Abbas ha subito un’operazione salvavita al cuore nello stesso ospedale.
http://www.linformale.eu/fratello-abu-m ... sraeliano/


Morale? Quando si tratta di salvare la loro pelle il boicottaggio se lo scordano sempre.
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20955
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Il Mossad “rapisce” i parenti di una piccola siriana mal

Messaggioda pianogrande il 14/04/2016, 23:49

Che i grandi capi un accordo lo trovino sempre lo do per scontato.
Preferisco parlare del popolo.

Probabilmente la cacciata dei palestinesi da casa loro da parte degli attuali israeliani è colpa dei palestinesi.
Ci ho riflettuto un po', seguendo l'invito di Franz ma la conclusione della mia durissima testa rimane la stessa.
Non è colpa dei palestinesi.

Gli israeliani invasori prestano cure mediche a quei poveracci ormai chiusi in una gabbia.
La mia durissima testa non mi porta a conclusioni beatificanti per gli israeliani.
Sempre invasori sono e dovrebbero fare ben altro che curare gli ammalati.
Dovrebbero operare per la formazione di un libero stato palestinese e lasciare in pace i palestinesi in un territorio sicuramente ridotto rispetto al passato ma libero.

Non lo fanno ma curano gli ammalati?
La cosa non mi commuove affatto.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9760
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Il Mossad “rapisce” i parenti di una piccola siriana mal

Messaggioda franz il 15/04/2016, 7:31

Il problema, caro pianogrande, è che in qualche modo malgrado le guerre, gli israeliani hanno saputo creare in 68 anni una nazione evoluta, democratica, tecnologicamente avanzata, occidentale, libera, benestante, in crescita.

Il mondo arabo in generale, e quindi non parlo solo dei palestinesi, invece è incapace di qualsiasi capacità produttiva, innovativa, creativa. Solo dove hanno petrolio, cosa che non è certo un merito, riescono ad avere quelle risorse economiche che permettono loro di comprare dall'estero quello che non sono capaci di produrre. E cioè praticamente tutto. Una cosa che tuto sommati ci fa comodi. C'è un bel video di un Imam che arringa gli astanti proprio spiegando lor questo concetto: guardiamoci, non sappiamo fare nulla, dipendiamo dall'occidente; certo abbiamo bellissime macchine ed aerei ma dobbiamo comprare tutto. Armi comprese, aggiungerei, con cui spesso e volentieri si massacrano tra di loro. Ed hanno costruito dittature feroci o satrapie dispotiche, dove non esistono diritti civili (vedi la condizione femminile).

E di questo caro pianogrande non possiamo certo dare colpa ad Israele.
Che ci sia una colpa o responsabilità da qualche parte sono anche d'accordo ma la troverei nella religione islamica.
Arabi e palestinesi sono vittime della loro religione, non di Israele e se Israele non esistesse starebbero molto peggio (e non avrebbero nemmeno dove curarsi).

In qualche messaggio fa dicevi che Israele dovrebbe ritirarsi. Lo ha fatto a Gaza 16 anni fa e non mi pare che la cosa abbia funzionato (per i palestinesi, intendo). Invece di fare ospedali con i soldi ricevuti fanno gallerie e razzi. Di fatto Israele si è ritirata anche da una buona metà del territorio della ex cisgiordania (west bank) con gli accordi di Oslo del 1993. Il 96% della popolazione vive in territori amministrati dai palestinesi. Ti pare che in 23 anni siano riusciti a migliorare le loro condizioni umane? Direi di no e per me è assolutamente sbagliato dare la colpa agli israeliani dato che lo stesso grado di degrado, povertà ed incuria lo si ritrova nelle grandi città libiche, egiziane, giordane, siriane, irakene etc etc (unica pallida eccezione l'iran). Nella Palestina invece quel 4% che è sotto controllo israeliano (le famigerate colonie) è quello florido e prospero, dove si produce e lavora, dove il deserto si trasforma in eden e stupidamente qualcuno vorrebbe pure boicottarne i prodotti.
Di fatto gli unici arabi che stanno bene sono quelli che vivono dentro Israele o che lavorano per le attività economiche israeliane nella Palestina.

Io quindi avro' una testa dura tanto quanto la tua ma ritengo che per quanto riguarda la qualità della vita e le libertà individuali ci siano principalmente meriti israeliani e demeriti arabi. Poi è chiaro e umanamente comprensibile che molti arabi invece di considerare i propri governanti o amministratori o sceicchi come responsabili della loro miseria cerchino capri espiatori stranieri (gli americani, gli ebrei) ma questo vale solo per loro.
Per noi qui in occidente, una simile posizione è semplicemente assurda, frutto quasi sicuramente di pregiudizi.
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20955
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Il Mossad “rapisce” i parenti di una piccola siriana mal

Messaggioda ranvit il 15/04/2016, 9:21

Assolutamente d'accordo con Franz!
Aggiungerei che è da non dimenticare che i palestinesi non vogliono comunque riconoscere Israele, augurandosi anzi la sua distruzione....
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10669
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

Re: Il Mossad “rapisce” i parenti di una piccola siriana mal

Messaggioda pianogrande il 15/04/2016, 9:31

Insomma è colpa dei palestinesi se gli israeliani si sono presi casa loro.

'Orca vacca!
Quelli sono dei somari ignoranti e improduttivi e quindi la loro terra ce la prendiamo noi e ci devono pure ringraziare.
La superiore civiltà giustifica tutto.

Discorsi ormai vecchi di secoli ma mi aspettavo qualche minimo passo avanti.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9760
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Il Mossad “rapisce” i parenti di una piccola siriana mal

Messaggioda pianogrande il 15/04/2016, 9:33

ranvit ha scritto:Assolutamente d'accordo con Franz!
Aggiungerei che è da non dimenticare che i palestinesi non vogliono comunque riconoscere Israele, augurandosi anzi la sua distruzione....


Altra colpa imperdonabile.
Se mi vengono a rubare in casa gli devo fare pure l'applauso.

Una logica irreprensibile.

Grazie per queste perle di saggezza.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9760
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Prossimo

Torna a Temi caldi nel mondo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti