La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Professione antimafia....

Garantire insieme: sicurezza e giustizia uguale per tutti; privacy e diritto del cittadino all'informazione

Professione antimafia....

Messaggioda ranvit il 05/05/2016, 11:12

Così Maniaci estorceva denaro, indagato giornalista 'antimafia'
Pino Maniaci (ANSA)
Sicilia.
'Se non fanno ciò che dico li mando a casa'. E' indagato per estorsione a due sindaci Pino Maniaci, direttore di TeleJato, diventato simbolo del giornalismo antimafia. Nel 2014 denunciò l'uccisione dei suoi cani facendola passare per intimidazione mafiosa

http://www.ansa.it/sicilia/notizie/2016 ... 61aba.html
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10669
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

Re: Professione antimafia....

Messaggioda flaviomob il 07/05/2016, 10:38

Beh prima di dare un giudizio magari aspettiamo la sentenza (e l'altra campana)... ;)

http://www.fanpage.it/intervista-a-pino ... rmi-scusa/

Intervista a Pino Maniaci: “Verranno tutti a chiedermi scusa”

Pino Maniaci decide di rilasciare un'intervista e parla a tutto tondo: «ecco perché questa indagine è una truffa»
6 MAGGIO 2016 19:02 di Giulio Cavalli

Non ha potuto parlare con nessuno in questi due giorni in attesa dell'incontro con il magistrato avvenuto proprio oggi ma dopo la conferenza stampa, a microfoni spenti, Pino Maniaci, il giornalista indagato per tentata estorsione, ha ancora voglia di parlare. Ci sentiamo mentre raggiunge la località fuori Palermo per rispettare il decreto di allontanamento voluto dal giudice ("Sono in località protetta, come i pentiti" riesce comunque a scherzare) e parte subito con un attacco frontale: «Ecco la polpetta avvelenata – mi dice – sono riusciti nel loro intento, chiudere Telejato. Inventandosi un reato che nemmeno esiste e sputtanandomi con la mia vita privata con un filmato ad arte che sarei curioso di sapere dai Carabinieri se per caso è stato montato da Federico Fellini».

Pino, andiamo con ordine. Ti si vede mentre prendi denaro dal sindaco. L'immagine è chiara…

Questo è quello che credete. In quel video io chiedo 300 euro e poi faccio il conto di altri 66 che, guarda un po', corrispondono esattamente all'iva del 22%. E infatti c'è una fattura. Ma il filmato appare tutto bello tagliato e incollato facendo vedere ciò che si voleva fare vedere. Osservatelo bene: ad un certo punto c'è il sindaco che guarda la telecamera. Guarda in camera, come nei film.

E poi ci sono altri 100 euro, però. Che sono?

Infatti io dico al sindaco ceci sono 100 euro di credito pregresso. Quei soldi sono per una pubblicità del negozio della moglie, una cartoleria, un negozio di giocattoli. E basta controllare per vedere che quel negozio fa pubblicità in tutte le reti televisive locali. Telejato compresa. Da anni. Ma non è questo il punto…

Beh, però tu al telefono dici anche "ora a quello gli faccio tirare fuori 50 euro"….

Chiunque mi conosce sa che parlo così. Sono duro. Volgare. Al telefono. Da sempre. Non ho mai detto "vado a farmi pagare", dico "vado a scucirgli i soldi". Ma non è questo il punto: questo processo è un processo già chiuso. Non esiste il reato. Ma non serviva nemmeno: l'importante è distruggere Pino Maniaci e infatti chiedo io a te: hai mai visto un estorsore che non viene arrestato? A questi interessa chiudere Telejato e sai perché? Perché prima di tutti, prima anche di Repubblica, abbiamo preannunciato che abbiamo in mano prove sconcertanti sul tribunale fallimentare in cui sono coinvolti anche lì come con la Saguto (giudice delle misure di prevenzione del tribunale di Palermo indagata da qualche settimana nda) uomini della procura. Ricordati che a un certo punto Telejato doveva chiudere perché il "segnale dava fastidio a Malta", ecco come siamo messi. A me non me ne frega un cazzo di Pino Maniaci, a me interessa di tutti i ragazzi che lavorano a Telejato.

Però al di là dell'aspetto penale ci sono cose che non tornano come il fatto che tu sapessi che l'uccisione dei tuoi cani non fosse affare di mafia ma semplicemente una vendetta dell'ex marito della tua amante.

Fermi tutti. Io al telefono chiamo gioia o amore tutti: uomini e donne. Sempre. Ma io ho fatto la cazzata di dire minchiate per farmi bello con una donna. Le ho detto così perché volevo che si sentisse in colpa. Per farle capire che la potevo proteggere. E ho fatto una cazzata. La mia denuncia è contro ignoti, infatti. Ma ti faccio anch'io una domanda: ma se in quella telefonata io faccio il nome e cognome dell'ex marito com'è che i carabinieri di Partinico non sono mai venuti a fare i rilievi? Perché la procura non ha indagato quel signore? Perché qui interessa distruggere la "famiglia Maniaci", oltre che Telejato. Te lo dico io.

Però a quella donna fai capire di avere ottenuto un posto di lavoro per lei "minacciando", lo dici tu, il sindaco. Perché?

Perché sono uno stronzo e ho detto minchiate. Per apparire potente ad una femmina. Così come per la storia della politica. Ma secondo te, io che dico peste e corna della politica avrei mai fatto carriera?

Però il lavoro l'ha preso.

Ma mica per me. Ti dico quello che ho detto ai magistrati: guardate come ho trattato quei due sindaci negli ultimi tre anni. Metto a disposizione tutto il mio archivio.Quella donna lavorava già per il comune, è sostenuta dai servizi sociali, ha un ex marito alcolizzato e una figlia di 7 anni gravemente handicappatache ogni giorno deve andare a fare fisioterapia a Palermo. E lei non ha nemmeno i soldi per la benzina. Le promettevano un aiuto e io alzavo la voce perché l'avesse.

La tua immagine comunque ormai è compromessa….

Dal punto di vista penale ne uscirò pulito e in fretta. Per quanto riguarda il processo mediatico sono sicuro che ne uscirò pulitissimo. Ci vorrà tanta fatica e tanto lavoro, ma non ho dubbi.

Già in molti si sono esposti.

Tutti a sputare sentenze senza nemmeno ascoltarmi. Qualcuno di loro tra l'altro va in giro con l'auto blu a 15.000 euro al mese e discute dei miei 50 euro. Per me parlano i miei telegiornali. Io ho altri problemi da loro, tipo la bolletta di 850 euro della luce della redazione da pagare entro domani. Se frughiamo nella vita privata di quelli che parlano ora ci divertiamo sicuro.

Anche la conferenza stampa è stata piuttosto "cattiva" da parte dei tuoi colleghi…

Certo. Sono quelli che per una vita ho chiamato pennivendoli, sono i "giornalisti a gettone": i carabinieri gli hanno dato due gettoni e loro li infilano nel loro giornale, domani sarà la procura e così via…

La situazione comunque sembra difficilmente recuperabile. No?

Ci lavorerò per tutto il tempo che serve. E alla fine verranno a chiedermi scusa.

continua su: http://www.fanpage.it/intervista-a-pino ... rmi-scusa/
http://www.fanpage.it/


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: Professione antimafia....

Messaggioda ranvit il 07/05/2016, 10:44

Beh prima di dare un giudizio magari aspettiamo la sentenza (e l'altra campana)... ;)



Giusto!!!!

Ma, vale per tutti o solo per i "tuoi amici"???? ;)
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10669
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

Re: Professione antimafia....

Messaggioda flaviomob il 07/05/2016, 10:51

Solo per i miei amici. Gli altri sono tutti infantili, velleitari e anche un po' cogl.... :lol:


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: Professione antimafia....

Messaggioda ranvit il 07/05/2016, 10:55

Anche se la metti a ridere, ti sei rivelato.... 8-)
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10669
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

Re: Professione antimafia....

Messaggioda flaviomob il 07/05/2016, 11:38

E tu sei amico o nemico? :lol:


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: Professione antimafia....

Messaggioda franz il 07/05/2016, 13:47

flaviomob ha scritto:E tu sei amico o nemico? :lol:

"Semplice conoscente!" (Cit. Renato Pozzetto)
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20920
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Professione antimafia....

Messaggioda flaviomob il 10/05/2016, 15:16



"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: Professione antimafia....

Messaggioda flaviomob il 14/05/2016, 1:20

Il fiume che scorre

La difesa di Pino Maniaci: una controffensiva senza esclusione di colpi
di Giorgio Bongiovanni e Lorenzo Baldo

Palermo. Un fiume. Che scorre veloce. E' questa l'immagine che rimane impressa dopo la conferenza stampa di Pino Maniaci e dei suoi legali Antonio Ingroia e Bartolo Parrino. Sì, perchè, al di là delle tante parole gridate oggi dal direttore di Telejato e dai suoi avvocati, è come se ci fosse un corso d'acqua che continua a scorrere portandosi via ogni cosa. Ed è soprattutto la disillusione di tanti ragazzi ad essere trascinata via dalle correnti. Quei ragazzi che hanno visto in Maniaci un punto di riferimento e che di fronte alle notizie delle indagini su di lui speravano si potesse sgombrare definitivamente il campo dalle accuse pesanti che gli sono piovute addosso. Dal canto suo il direttore della combattiva televisione di Partinico ha negato tutto. Le estorsioni? “Nessuna, solo la riscossione di quanto dovuto per la vendita di spazi pubblicitari, porterò le registrazioni di 3 anni di telegiornali”. Le intercettazioni in cui accusa il marito dell'amante di avergli ucciso i due cani (spacciando poi il vile atto per una minaccia mafiosa)? “Un video montato ad arte”, solo una “boutade” buttata là per un “tornaconto personale” perché voleva “vantarsi” con la donna. E l'assunzione di quella stessa signora imposta al Comune? Ma quale imposizione, “era solo un modo di aiutare una persona in difficoltà”. Chiedere scusa per quello che ha fatto? Ma quando mai, questo è solo “gossip”! Questa parola ritorna spessissimo in una conferenza stampa a dir poco affollata. Ma davvero si può ridurre a “gossip” tutto quello che è emerso finora? E' indubbio che siamo alle battute iniziali di un procedimento giudiziario e che sarà un giudice a stabilire la solidità dell'impianto accusatorio della Procura di Palermo nei confronti di Pino Maniaci. Allo stesso modo saranno vagliate le posizioni dei due sindaci che accusano Maniaci. Così come bisognerà fare luce su chi informava Silvana Saguto delle indagini in corso sul direttore di Telejato. E' fuori discussione che le sue inchieste sulla gestione dei beni confiscati hanno svelato un mondo sommerso procurandogli nemici pericolosi dentro e fuori gli ambienti giudiziari. Nessuno cancella quindi anni di lavoro e di sacrificio della sua famiglia, dei tantissimi volontari che hanno sostenuto Telejato, né tanto meno le minacce di morte (vere) della mafia. Ma rileggendo l'ordinanza, a tutto si può pensare meno che al “gossip”. Risentendo alcuni passaggi delle intercettazioni sembra piuttosto di calarsi nell'ambito del “non detto” che in una terra come la Sicilia rappresenta un campo minato dove possono saltare in aria parametri e punti di riferimento. E se i soldi presi da Pino dai due amministratori comunali sono solo “atti di liberalità”, come li ha definiti Maniaci davanti al Gip, sarà lo stesso magistrato a chiarirlo. Restano però da chiarire quelle che il direttore di Telejato definisce le “boutade” sui cani ammazzati e sui “premi del cazzo” che gli avrebbero garantito ulteriore “potenza” e una sorta di intoccabilità. E' lo “stile” di Pino, si potrebbe obiettare: dissacrante e fuori dalle regole. Ma questa storia lascia un retrogusto amaro che non si può cancellare con una battuta. L'antimafia è ferita a tutti gli effetti. E in questo fiume che continua a scorrere rischia di caderci dentro chi, nonostante tutto, si ostina a credere nell'ideale della lotta alla mafia. Che perde ogni valore se non racchiude in sé l'umiltà di riconoscere i propri errori per poter ricominciare daccapo.

http://www.antimafiaduemila.com/rubrich ... corre.html


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: Professione antimafia....

Messaggioda trilogy il 12/05/2017, 13:16

Lecce, truffa sui fondi per le vittime: presa la presidente di un'associazione antiracket
Maria Antonietta Gualtieri
Arrestati due funzionari comunali. Trentadue le persone indagate: fra loro c'è anche l'assessore comunale al Bilancio, Attilio Monosi. Al setaccio una convenzione del 2012 con il Viminale

LECCE - Una bufera giudiziaria si abbatte sull'amministrazione comunale di Lecce nel giorno in cui si avvia la presentazione delle liste elettorali per le elezioni dell'11 giugno. Un'inchiesta della guardia di finanza su presunti illeciti in alcune attività dello Sportello antiracket ha portato all'arresto della presidente dell'associazione, Maria Antonietta Gualtieri, della sua stretta collaboratrice Serena Politi e di due funzionari del Comune di Lecce: Pasquale Gorgoni dell'ufficio Patrimonio (già coinvolto nell'inchiesta sulle assegnazioni delle case popolari) e Giuseppe Naccarelli dell'ufficio Ragioneria.

Politi è agli arresti domiciliari. Gli altri tre sono stati condotti in carcere dopo aver assistito alle perquisizioni nei rispettivi uffici e abitazioni. Le ipotesi di reato - contestate nell'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Giovanni Gallo su richiesta dei sostituti procuratori Massimiliano Carducci e Roberta Licci - sono corruzione e truffa e riguardano le azioni di un presunto sodalizio criminale che sarebbe capeggiato proprio da Gualtieri. Un provvedimento di interdizione dai pubblici uffici è stato emesso nei confronti dell'assessore comunale al Bilancio, Attilio Monosi (anch'egli coinvolto nell'inchiesta sugli alloggi popolari), candidato al consiglio comunale in una delle liste che sostengono il candidato sindaco del centrodestra Mauro Giliberti.

Proprio nelle ore in cui la guardia di finanza stava notificando le ordinanze del gip, a Palazzo Carafa era in programma la presentazione ufficiale dei candidati. In totale sono quattro le ordinanze di custodia cautelare (tre in carcere e una ai domiciliari) disposte dal gip, sette le misure interdittive dai pubblici uffici e 32 sono le persone indagate. Sequestrato anche l'equivalente di somme indebitamente percepite dal ministero dell'Interno, pari a 2 milioni di euro. Secondo la ricostruzione degli investigatori, nel 2012 Gualtieri avrebbe stipulato convenzioni con il Viminale per istituire tre Sportelli antiracket a Lecce, Brindisi e Taranto.

Le indagini hanno accertato che tali strutture in realtà non sono mai state operative, avendo come unico obiettivo l'indebita percezione dei fondi pubblici destinati alle vittime di racket e usura. Documentati la fittizia rendicontazione di spese per il personale impiegato; l'utilizzo di fatture per operazioni inesistenti afferenti l'acquisizione di beni e servizi; la rendicontazione di spese per viaggi e trasferte in realtà mai eseguite; la falsa attestazione del raggiungimento degli obiettivi richiesti dal progetto in termini di assistenza ai nuovi utenti e numero di denunce raccolte.....

fonte: http://bari.repubblica.it/cronaca/2017/ ... P1-S1.8-T1
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4234
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58


Torna a Sicurezza, Giustizia, Informazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron