La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Ancora problemi per i trasporti per i disabili

Ancora problemi per i trasporti per i disabili

Messaggioda flaviomob il 15/06/2013, 12:31

http://avvenire.ita.newsmemory.com/publ ... V0T8.gmail

Trasporto disabili

Appello al Comune

«Costretti a smettere di lavorare»

Majorino: decisioni condivise

DICINZIA ARENA

I lComune aveva deciso di dire basta con i contributi a pioggia, tagliando i buoni trasporto per i disabili e gettando nello sconforto centinania di persone che per andare a lavorare (ma anche a scuola o nei centri per le terapie) potrebbero adesso essere costrette a sborsare cifre esorbitanti, superiori in molti casi allo stipendio che percepiscono. L’allarme era stato lanciato la settimana scorsa dalla Ledha, dopo di che il Comune aveva cercato di dare rassicurazioni. Ieri un’altroincontro con aperture da parte dell’assessore Pierfrancesco Majorino: i tagli al trasporto ci saranno ma si cercherà una soluzione condivisa che non colpisca tutti e soprattutto che tenga conto del reddito. Dovrebbe venire ripristinata l’intera cifra (circa mille euro al mese per 129 persone) per l’assistenza domiciliare indiretta, vale a dire per un assistente scelto dal portatore di handicap che rinuncia ai servizi erogati dal Comune. Discorso più complicato per gli spostamenti: prima i contributi venivano erogati a tutti indipendentemente dal reddito: 8 euro a corsa (il servizio è offerto da tre gestori che hanno veicoli e pulmini attrezzati). Il resto, una corsa in media si paga 15-20 euro era a carico del disabile. I limiti di reddito sono stati pesantemente abbassati (ridotti quasi ad un terzo) e questo escluderebbe di fatto circa il 70% delle persone interessate. «Per andare a lavorare a conti fatti – è la denuncia di Claudio Cardinale, responsabile del sito www.disabilialloscoperto. it – dovrò spendere 648 euro al mese, considerando che faccio un part-time di quattro ore, mi domando se mi convenga andare al lavoro». Domanda che si fanno in molti visto e considerato che spostarsi con i mezzi pubblici, dalle metropolitane ai tram, è praticamente impossibile (montacarichi e pianali ribassati sono spesso non funzionanti) e che neanche i taxi a Milano sono attrezzati. Franco Bomprezzi, presidente di Ledha nell’aprire il convegno su «ProgettaMi» a Palazzo Marino, ha parlato del bando del Comune che mette a disposizione 200mila euro di incentivi per ammodernare le autopubbliche e consentire l’accesso delle carrozzine, andato deserto. Un «pessimo segnale » anche in vista dell’Expo.

Ieri sera Majorino ha incontrato i rappresentanti della associazioni nell’ambito del tavolo per la disabilità. E sono arrivate rassicurazioni e aperture. 'Congelate' per il momento le lettere che avrebbero dovuto avvisare dei tagli ai contributi per il trasporto (in teoria dovevano scattare ad agosto), si cercherà una soluzione che non preveda tagli lineari ma ragionati, anche alla luce di nuovi fondi in arrivo dalla Regione. «Ogni decisione verrà presa di comune accordo» assicura l’assessore. «Sappiamo che è una partita difficile – spiega Marco Rasconi, responsabile di Ledha Milano – ma c’è la volontà di modificare le delibere». La prossima settimanaci sarà l’incontro decisivo.

(Avvenire, 13 giugno)


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: Ancora problemi per i trasporti per i disabili

Messaggioda flaviomob il 15/06/2013, 15:55

Milano, i tagli alla disabilità e le "ferie forzate" di Claudio

Claudio Cardinale, non autosufficiente, da alcuni giorni non può andare al lavoro. Il suo ufficio è ad Assago, ma la metropolitana non è accessibile. "Per il comune dovrei pagarmi sia l'assistente personale che i trasporti. Ma sono spese che non riesco a coprire"

MILANO - Da alcuni giorni Claudio Cardinale, 44enne informatico, è in ferie. Forzate. Ha dovuto chiederle al suo datore di lavoro perché il Comune di Milano ha deciso di rimodulare i contributi per il trasporto disabili e Claudio non ne ha più diritto. "Lavoro part time e ho calcolato che spenderei tutto il mio stipendio per pagare di tasca mia il trasporto", racconta. Il suo ufficio è ad Assago, ma la metropolitana, nuova di zecca, non è accessibile ai disabili. Claudio non è autosufficiente, perché fin dalla nascita è affetto da artogriposi, malattia genetica che non gli ha permesso di sviluppare la muscolatura. "Mi muovo solo con le stampelle o la sedia a rotelle elettrica -aggiunge-. Ho preso ferie per avere il tempo di trovare una soluzione alternativa".

Nel giro di poche settimane Claudio sta perdendo il diritto di vivere in maniera autonoma, a casa propria. Infatti con la delibera 1205/2013 il Comune ha ridotto del 30% il sussidio per il suo assistente familiare e abbassato il reddito minimo per avere diritto al contributo per il trasporto. Per quanto riguarda l'assistente familiare, il taglio gli costerà circa 500 euro al mese. Sui trasporti, invece la delibera stabilisce che possono chiedere il contributo solo coloro che hanno un reddito inferiore "2 volte al minimo vitale annuo", mentre prima era di 5 volte il minimo vitale annuo. In altri termini, una persona sola come Claudio ottiene il contributo solo se il suo reddito annuo è inferiore a 12.881,18 euro, mentre prima il limite era di circa 30mila euro. "Ora è troppo basso -spiega-. Ho un lavoro part time e percepisco in aggiunta una pensione di invalidità di circa 500 euro al mese. Per il Comune dovrei pagarmi sia l'assistente personale che i trasporti. Ma sono spese che invece non riesco a coprire con il mio lavoro". Claudio è di fronte a scelte drammatiche: se paga l'assistente familiare non riesce a pagare l'affitto, se va a lavorare spende tutto nei trasporti e non gli rimane nulla, neanche per pagare l'assistente familiare. Un circolo vizioso, da cui per ora non sa come uscire. Per ora può denunciare la sua situazione, attraverso il suo blog http://www.disabilialloscoperto.it.


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51


Torna a Lombardia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron