La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda trilogy il 26/03/2017, 15:46

trilogy ha scritto:Roma da un po' di giorni è letteralmente invasa dai borseggiatori. Sulla metro gruppi di ragazzine e donne con bambini in braccio imperversano indisturbate aggredendo in particolare i turisti,ma anche romani distratti, sembra di stare nella periferia degradata di una città sudamericana. Spintoni, insulti, strattonamenti, tra viaggiatori e ladre sono ormai all'ordine del giorno.
Prima o poi qualcuno perdera' la pazienza, voleranno sonori ceffoni e il tutto finirà sui giornali.....


Nessuno fa niente, e la situazione peggiora ogni giorno....Almeno mettiamo degli avvisi sui siti turistici giapponesi: "Sappiate che se venite a Roma verrete depredati in pieno giorno su autobus e metro piene di gente, nelle strade del centro mentre guardate le vetrine o i monumenti, e nessuno farà o potrà fare nulla per impedirlo".

Metro A, urla ai giapponesi: «Attenti alle ladre». massacrata a calci
Stazione Ottaviano, caccia a tre rom che hanno picchiato una trentenne a bordo di un convoglio partito da Termini. La sua colpa? Aver preso le difese di alcuni turisti in balìa delle rapinatrici. Soccorsa da carabinieri e soldati, la giovane è al Santo Spirito....

articolo: http://roma.corriere.it/notizie/cronaca ... c91d.shtml
non c'è nulla di "smart" nel cosiddetto "smart working , chiamiamolo lavoro a distanza.
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4483
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda Robyn il 26/03/2017, 16:38

la sicurezza non c'è se non si contrasta l'insicurezza sociale.Il nostro paese dovrebbe rimodellare il welfare e contrastare la precarietà,non la flessibiltà,che in sintesi significa contrastare l'insicurezza sociale di permettere cioè di avere una dimora un minimo vitale in caso di difficolta e quasi sempre un lavoro che non sia precario la possibilità di costruirsi una famiglia e far nascere dei bambini.Alcuni hanno un concetto della sicurezza come di pura e semplice prevenzione della microcriminalità ma la sicurezza è sopratutto contrastare l'insicurezza da un punto di vista della protezione sociale.I grillini sono poco attenti ai problemi del lavoro del welfare pensano sopratutto ad attaccare le garanzie che il sistema parlamentare offre ma non c'è dubbio che il privilegio vada estirpato ovunque esso si annidi.L'attacco alla democrazia parlamentare è soprattutto dovuto allo scollamento con il corpo elettorale, quando i cittadini non avvertono il legame con i loro rappresentanti.In una democrazia dove c'è il legame elettore-rappresentante l'attacco alla democrazia parlamentare non ci sarebbe e soprattutto una democrazia deve anche saper spiegare ai suoi elettori la natura delle scelte che si fanno in breve deve saper fare da filtro che significa far capire quello che si può fare e quello che no.Ad ex andrebbe spiegata bene la natura dell'immunità parlamentare perche è un fatto di garanzia per gli eletti che sono espressione dei cittadini e tutte le altre garanzie.I vitalizi in passato avevano la funzione di permettere di entrare in politica anche chi non aveva un'alto livello sociale perche una volta uscito dalle aule parlamentari avrebbe fatto fatica a reinserirsi.Attualmente pare non essere più così quindi i vitalizi si possono riformare
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9483
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda mariok il 26/03/2017, 20:06

Onestamente, il problema della micro-criminalità non è imputabile alla sindaca, anche se i 5S quando sono all'opposizione usano qualunque argomento per attaccare gli avversari.
« Dopo aver studiato moltissimo il Corano, la convinzione a cui sono pervenuto è che nel complesso vi siano state nel mondo poche religioni altrettanto letali per l'uomo di quella di Maometto» Alexis de Tocqueville
mariok
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 2943
Iscritto il: 10/06/2008, 16:19

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda pianogrande il 27/03/2017, 1:29

mariok ha scritto:Onestamente, il problema della micro-criminalità non è imputabile alla sindaca, anche se i 5S quando sono all'opposizione usano qualunque argomento per attaccare gli avversari.


E' stato anche l'argomento con cui vinse le elezioni Alemanno contro Rutelli.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9950
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda mariok il 30/03/2017, 16:21

A parte veri e propri finanziamenti da parte della Russia, tutti da dimostrare, sta di fatto che le analogie tra le concezioni della democrazia di Grillo e di Putin sono abbastanza inquietanti.

Il governo Usa avverte l’Italia: “Fate attenzione. Ci sono legami Russia-M5S”
L’allarme dell’amministrazione all’Italia: strategia di destabilizzazione

Pubblicato il 30/03/2017
PAOLO MASTROLILLI
INVIATO A WASHINGTON
«Fate attenzione ai legami fra governo russo e M5S». È il messaggio circolato nei mesi scorsi nell’amministrazione Usa, con lo scopo di mettere poi Roma al corrente di un fenomeno più vasto: l’esteso impegno di Mosca a sostenere forze politiche intenzionate a sfidare gli establishment nazionali.

Con lo scopo di indebolire nel lungo periodo tanto l’Unione Europea, quanto la Nato. Sono fonti governative americane a ricostruire per «La Stampa» quanto sta avvenendo, spiegando in particolare che sono preoccupate per l’influenza che la Russia sta cercando di avere sulle prossime elezioni italiane, nell’ambito di una strategia di interferenza che tocca tutta l’Europa, dopo quella adottata durante le presidenziali degli Stati Uniti. Finora il potenziale punto di contatto è stato individuato da Washington soprattutto nei rapporti che Mosca sta costruendo con il Movimento 5 Stelle, e con la Lega, che però ha prospettive elettorali inferiori.

All’origine di tali sviluppi ci sono le conseguenze dell’Election Day. Quando l’intelligence americana è arrivata alla conclusione che il Cremlino aveva gestito le incursioni degli hacker nell’archivio digitale del Partito democratico, per rubare documenti con cui deragliare la candidatura presidenziale di Hillary Clinton, l’apparato governativo degli Usa si è attivato per comprendere meglio le dimensioni e lo scopo di questa strategia. Quindi si è convinto che la Russia sta cercando di dividere e indebolire l’intero Occidente, favorendo le formazioni politiche che mettono in discussione le alleanze storiche e più recenti tra le due sponde dell’Atlantico. Questa offensiva era già presente negli Stati baltici, che avendo fatto parte dell’Unione Sovietica sono abituati a simili tattiche di propaganda e manipolazione, e le riconoscono in fretta. Discorso analogo per la Serbia e l’intera area della ex Jugoslavia. L’operazione però si è allargata anche al resto dell’Europa occidentale, che secondo gli analisti di Washington è meno pronta a capirla e difendersi. Perciò il governo Usa si è attivato, con missioni discrete che hanno riguardato anche l’Italia.

Gli obiettivi di Mosca sono tutti i Paesi dove nei prossimi mesi sono in programma le elezioni, che per la loro natura democratica consentono di infiltrare i sistemi politici e cercare di condizionarli. Al primo posto ci sono le presidenziali francesi, dove gli effetti dell’offensiva russa sono già stati pubblicamente notati, con la visita di Marine Le Pen al Cremlino e le informazioni uscite per attaccare l’indipendente Macron. Nel radar degli americani però ci sono anche le presidenziali del 2 aprile in Serbia, il voto di settembre in Germania, e quello che comunque dovrà avvenire in Italia entro la primavera del 2018.

Secondo quanto appurato da Washington, i metodi usati sono diversi. Negli Stati Uniti gli attacchi sono avvenuti nel campo digitale, perché è molto sviluppato e offriva grandi opportunità. Lo stesso sta avvenendo già in Europa, come hanno dimostrato le denunce fatte da Macron. Più difficile è provare eventuali finanziamenti o aiuti diretti per le campagne elettorali e i partiti. In Italia il sistema digitale è meno sviluppato di quello americano, e i nostri apparati contano anche sul naturale scetticismo degli elettori per depotenziare eventuali offensive. Nel mondo di oggi, però, non serve molto: basta intercettare una mail o una lettera, per demolire un candidato o un partito.

Poi ci sono i rapporti personali diretti. Ha sorpreso, ad esempio, la visita di una delegazione italiana che qualche tempo fa è andata in Lituania, dialogando con la comunità di origine russa nel Paese. Rilevanti sono anche gli incontri con le ambasciate, che sono leciti, ma possono andare oltre la cortesia diplomatica. M5S e Lega non hanno fatto mistero dei contatti avuti con Mosca, e ciò ha suscitato preoccupazione, anche se in scala diversa.

L’attenzione riservata dal governo americano a questi fenomeni è maturata prima dell’entrata in carica della nuova amministrazione Trump, e delle stesse presidenziali dell’8 novembre. Finora se ne sono occupati funzionari di carriera non partisan, e la loro attività è completamente slegata dalle inchieste in corso all’Fbi e al Congresso sulle eventuali complicità tra gli hacker russi e la campagna del candidato repubblicano. Si tratta in sostanza di valutazioni professionali, indipendenti dalle vicende politiche interne. La transizione naturalmente complica le cose, perché il governo deve affrontare altre priorità, e nei Paesi che sono potenziali obiettivi non sono ancora stati nominati i nuovi ambasciatori. Le elezioni italiane però sono quelle più lontane nel calendario, a fine aprile il premier Gentiloni verrà alla Casa Bianca e a maggio ospiterà Trump al G7, e quindi ci sarà il tempo per discutere e chiarire queste preoccupazioni. Da qui lo scenario di una consultazione in crescendo fra Washington e Roma sul ruolo dei grillini come emissari del Cremlino nel Bel Paese.
« Dopo aver studiato moltissimo il Corano, la convinzione a cui sono pervenuto è che nel complesso vi siano state nel mondo poche religioni altrettanto letali per l'uomo di quella di Maometto» Alexis de Tocqueville
mariok
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 2943
Iscritto il: 10/06/2008, 16:19

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda pianogrande il 30/03/2017, 16:40

Concordo abbastanza con l'articolo; anzi vado oltre.

Sotto l'aspetto della destabilizzazione dell'Unione Europea, non mi conforta molto il fatto di essere assistiti dall'America (di Trump) in questo frangente.

Non so chi sia più nemico dell'Europa tra Trump e Putin.

Tanto è vero che i movimenti anti Unione e anti Euro sbavano per entrambi a pari merito.

L'unica speranza è che i due diventino così impopolari in Europa da darsi la zappa sui piedi da soli.

Diversamente, bisognerebbe tentare di far ragionare Salvini o Grillo ma, in politica, loro usano normalmente una parte del corpo dislocata un po' più a sud.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9950
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda gabriele il 30/03/2017, 18:00

A me questo articolo sembra una minchiata. Un po' come quelle michiate che girano in rete che affermano il m5s filo americano.

La stampa vorrebbe farci credere che è dal 2007 che la Russia cerca di destabilizzare l'europa tramite il m5s. La cosa più assurda è che a dirlo sarebbe la stessa amministrazione USA, guidata da Trump, che è accusata di essere filo russa :shock:

Una capriola logica di questo genere non si vedeva dai tempi di Silvio quando affermava che era colpa dei comunisti se il suo governo non riusciva a governare l'Italia :lol:

La verità è che l'Europa ce la sta mettendo tutta per farsi del male da sola e, sebbene Trump ci stia dando un'opportunità mai vista per diventare "grandi" lasciandoci al nostro destino, noi europei stiamo facendo di tutto per tirarci martellate sui maroni pur di fare, posteriormente, le vittime.

La stampa però rimane un ottimo giornale da usare come lettiera nella gabbietta dei criceti (rubo la citazione a Daniele Luttazzi, anche se a suo tempo parlava de il giornale)
Chi sa, fa. Chi non sa, insegna. Chi non sa nemmeno insegnare, dirige. Chi non sa nemmeno dirigere, fa il politico. Chi non sa nemmeno fare il politico, lo elegge.
Avatar utente
gabriele
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 2690
Iscritto il: 18/05/2008, 16:01

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda trilogy il 30/03/2017, 19:23

C'è enorme lavorio per far aumentare la spesa militare per cui serve un nemico, e tutti i complotti fanno brodo. Per il resto l'Europa si destabilizza da sola, non c'è bisogno di Mosca.
non c'è nulla di "smart" nel cosiddetto "smart working , chiamiamolo lavoro a distanza.
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4483
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda mariok il 31/03/2017, 0:00

Mah saranno anche tutte minchiate, ma non mi sentirei di affermarlo con tanta certezza.

Intanto si tratterebbe di analisi antecedenti all'insediamento della nuova amministrazione.

L’attenzione riservata dal governo americano a questi fenomeni è maturata prima dell’entrata in carica della nuova amministrazione Trump, e delle stesse presidenziali dell’8 novembre. Finora se ne sono occupati funzionari di carriera non partisan, e la loro attività è completamente slegata dalle inchieste in corso all’Fbi e al Congresso sulle eventuali complicità tra gli hacker russi e la campagna del candidato repubblicano.

Poi le simpatie reciproche tra Putin, la Le Pen, Grillo e Salvini non mi sembrano un mistero.

La Stampa sarà anche carta buona per la lettiera per gatti, anche se mi chiedo quale sarebbe l'informazione corretta, quella del Fatto Quotidiano, del blog di Grillo o degli altri siti collegati, fabbriche di frottole ben più evidenti?

Manlio Di Stefano, ministro degli esteri in pectore di un ipotetico governo 5 stelle, era l'unico politico italiano presente al congresso di Russia Unita, il partito di Putin.

Nella bozza di programma del M5S, oltre all'uscita dall'euro, si parla di “un ritiro immediato delle sanzioni contro la Russia” e si afferma che tra le priorità del movimento c’è anche “il superamento della Nato”.

Negli approfondimenti sui punti di politica estera sul blog, ci sono frasi del tipo: “Ovunque l’Occidente abbia saccheggiato per così tanti anni, non ha creato un mondo felice, né ha creato cittadini felici all’interno delle loro nazioni. Guardate l’Italia, gli Stati Uniti, il Regno Unito, guardate le facce degli elettori dei Paesi considerati felici, democratici, liberi”

Forse non è vero ciò che diceva Agatha Christie: «Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova». Tuttavia bastano a far ritenere almeno discutibile la tesi secondo cui l'articolo della Stampa sarebbe una minchiata.
« Dopo aver studiato moltissimo il Corano, la convinzione a cui sono pervenuto è che nel complesso vi siano state nel mondo poche religioni altrettanto letali per l'uomo di quella di Maometto» Alexis de Tocqueville
mariok
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 2943
Iscritto il: 10/06/2008, 16:19

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda pianogrande il 31/03/2017, 0:40

L'Europa dovrà farsi forza ed affrontare i suoi nemici interni ed esterni.

Gli esterni sono Russia e America.

Gli interni sono i movimenti anti Unione Europea e anti Euro che sbavano per Putin e Trump e vanno a fare l'inchino in tutte le occasioni e anche senza le occasioni.

Il primo sintomo di reale resistenza a queste pressioni sfasciste lo abbiamo avuto con la dignitosissima visita della Merkel a Trump; cafone, maleducato e nemico dell'Europa che adesso sta attaccandoci anche commercialmente ma che prenderà la solita tranvata perché non basta essere potenti; bisogna anche essere intelligenti.

Dalla Brexit e dagli attacchi interni ed esterni ormai tutti ben identificati, nascerà una Unione Europea più consapevole di se stessa e ormai ultimo baluardo di democrazia.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9950
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

PrecedenteProssimo

Torna a Lazio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron