La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Ostia: Libera Vs M5S

Ostia: Libera Vs M5S

Messaggioda trilogy il 25/09/2015, 18:10

Ostia, Libera contro M5S: "Ritirate il dossier pieno di falsità altrimenti quereliamo"

L'associazione chiede che venga ritirato il report dei pentastellati sulla mafia e il litorale romano. Don Ciotti: "Ben vengano le documentazioni volte a dissipare le ambiguità a patto che siano oneste. Altrimenti la denuncia diventa diffamazione"

"Invitiamo il Movimento 5 Stelle a ritirare entro oggi quanto detto all'interno del dossier su Ostia e consegnato alla Commissione Antimafia altrimenti siamo pronti ad andare in Procura e a fare una querela ufficiale". Lo ha annunciato Gabriella Stramaccioni della presidenza Libera durante una conferenza convocata in Campidoglio, in merito al dossier M5S "Mafia e litorale romano: il caso Ostia". "Faremo anche nei confronti del quotidiano Il Tempo che ha riportato questo dossier perchè la situazione molto grave e non possiamo permetterlo per le persone che operano su quel territorio. La mafia sul territorio c'è e noi l'abbiamo conosciuta e la combattiamo. Noi non facciamo twitter ma portiamo i documenti in Procura e nessuna forza politica può permettersi di fare attacchi criminali", ha aggiunto la rappresentante di Libera, l'associazione che "si costituirà parte civile il 5 novembre al processo contro Mafia Capitale".

Dello stesso parere Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, che in un messaggio letto durante la conferenza, ha detto: "La ricerca della verità è la base della giustizia. Ben vengano allora tutte le documentazioni, analisi, testimonianze volte a dissipare le ambiguità e rischiarare le zone d'ombra. Ma a patto che siano oneste, serie, disinteressate, nè mosse dalla presunzione di avere in tasca quella verità che si dice di cercare. Se mancano queste prerogative etiche, la denuncia diventa diffamazione, calunnia. E' nostra intenzione dimostrare che proprio questo è il caso del dossier in questione, riservandoci di adire a vie legali se chi l'ha redatto non fa pubblica ammenda delle falsità dette e scritte".

Replica il M5S che "smentisce in toto il contenuto di un articolo apparso ieri sul quotidiano il Tempo, dal titolo 'I silenzi scomodi di Libera su Tassone'. Quanto scritto dal giornalista non corrisponde in alcun modo alla relazione ufficiale redatta dai rappresentanti capitolini e regionali, che, al contrario di quanto riportato dal Tempo, non è infatti stata ancora depositata in Commissione Antimafia - prosegue la nota - Non comprendiamo il motivo per cui oggi Libera faccia una conferenza stampa contro il M5S, forza politica del tutto estranea ai fatti di mafia capitale''.

E invece le associazioni Libera e Uisp rispondono con cinque punti alle "bugie del Movimento 5 Stelle" contenute all'interno del dossier. "Il nostro lavoro è fatto con assoluta trasparenza per arginare e sconfiggere malaffare e corruzione che per troppi anni hanno fatto da padrone sul litorale laziale. Abbiamo convocato questa conferenza in Campidoglio - ha spiegato Gabriella Stramaccioni della presidenza di Libera - anche se non è nel nostro stile ma ieri su un quotidiano sono state riportate notizia false e infamanti. Quindi siamo qui per rispondere al dossier del Movimento 5 Stelle perché credo che a Roma e a Ostia abbiano fatto parte del problema e non della soluzione operando in maniera strumentale e attaccando chi invece sul territorio ha fatto le battaglie. Non vogliamo continuare a essere attaccati in maniera indegna e rigettiamo le accuse riportate".

"Libera è nata su Ostia con un presidio di ragazzi e non è da un giorno che facciamo attività sul territorio - ha sottolineato Marco Genovese, coordinatore di Libera Roma - un lavoro che ci ha portato a una serie di denunce quando Ostia non era all'ordine del giorno ma noi c'eravamo dicendo cosa accadeva. L'attività è sempre stata molto intensa". "C'è un tema di diritto e democrazia che viene leso e su questo bisogna stare attenti", ha aggiunto il presidente Uisp di Roma, Gianluca di Girolami.

Cinque i punti contro il dossier M5S: 1 - Non vi è nessun affidamento diretto della spiaggia Libera Spqr. Uisp e Libera hanno partecipato al bando pubblico con esito pubblicato in data 10 aprile 2014 e l'Ati con a capofila la Uisp è entrata in possesso della spiaggia solo ad aprile 2015. 2 - Da aprile a oggi sulla spiaggia sono state organizzate diverse iniziative per la promozione della cultura della legalita'. 3 - Né Libera né la Uisp sono entrate mai nella gestione della spiaggia denominata Faber Beach che è una spiaggia Libera attrezzata, posta sotto sequestro dall'amministrazione giudiziaria lo scorso anno.
Libera, insieme alle associazioni Stand Up, si è impegnata gratuitamente a favorire percorsi di socializzazione e di cultura della legalità con decine di iniziative. 4 - Libera non ha mai preso contributi per l'iniziativa "Ostia Cinema Station". 5 - Libera si è costituita parte civile nei processi contro il clan Fasciani e i suoi prestanome, contro il clan Spada, con la presenza in Aula di decine di ragazzi e di associazioni del territorio di Ostia e di Roma.


Fonte: http://roma.repubblica.it/cronaca/2015/ ... 123663769/
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4235
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: Ostia: Libera Vs M5S

Messaggioda trilogy il 25/09/2015, 18:16

Dopo l'articolo de Il Tempo sul dossier redatto dal MoVimento 5 Stelle su "Mafia e litorale romano: il caso Ostia" è guerra aperta tra i grillini e l'associazione Libera presieduta da don Luigi Ciotti. Per il M5S quello pubblicato da Il Tempo è un falso: "Quanto scritto dal giornalista non corrisponde in alcun modo alla relazione ufficiale redatta dai rappresentanti capitolini e regionali, che, al contrario di quanto riportato dal Tempo, non è infatti stata ancora depositata in Commissione Antimafia".

La smentita, però, arriva dopo 48 ore dalla pubblicazione dell'articolo e, soprattutto, arriva solo dopo la decisione dell'associazione Libera di indire una conferenza stampa per rispondere alle "menzogne" dei Cinquestelle. La relazione, che a questo punto risulta avere due versioni (una pre e una post conferenza stampa di Libera), è comunque stata consegnata a Il Tempo da fonte autorevole ed è a disposizione delle parti

L'accusa di Sabella Di certo c'è che a confermare una certa "ostilità" dei grillini nei confronti di Libera a Ostia, arrivano le parole dell'assessore alla Legalità del Campidoglio, Alfonso Sabella. "Ostia è una palude perché è il posto dove tutto si confonde - dice intervenendo alla conferenza stampa di Libera -. Non era mia intenzione intervenire in questa conferenza ma è pervenuto ai miei uffici un elenco di interpellanze a cui devo rispondere in Assemblea capitolina e sono saltato dalla sedia dal disgusto quando ho letto quelle di quattro ragazzi che personalmente stimo, i consiglieri comunali M5S, che mi hanno fatto una interpellanza per chiedermi delle sanzioni applicate a Libera nel corso di un'attività di verifica della legalità sul lungomare di Ostia che io stesso ho disposto. Abbiamo controllato 71 stabilimenti e spiagge libere e dove c'erano irregolarità adottando dei provvedimenti amministrativi e il Movimento 5 Stelle mi chiede solo quelle applicate a Libera? Perché? Andreotti diceva che a pensare male si fa peccato ma a volte ci si azzecca. Fatemi pensare male. I consiglieri che sono qui in Aula li stimo e hanno fatto delle grandi battaglie e mi stupisce che siano caduti nella trappola del rappresentante M5S di Ostia, Ferrara, che ha un interesse diretto e personale sulla spiaggia gestita da Libera".

"Ai consiglieri del Campidoglio voglio dire: state attenti perché avete preso una strada folle su Ostia - aggiunge -. Attaccare il bello, il buono, il giusto è folle. Difendo il lavoro dei ragazzi di Libera a Ostia perché hanno portato un modello mentre Ferrara ha chiesto la revoca della concessione che hanno avuto tramite un bando pubblico. Il Movimento 5 Stelle non ha mai supportato la battaglia che continuiamo a portare avanti a Ostia per il ripristino della legalità, non ha detto nulla quando i muri e le barriere si alzavano. Allora ridatemi la vecchia politica perché il Movimento 5 Stelle a Ostia è uguale. Sono veramente indignato e disgustato da questo atteggiamento e quindi mi auguro che i primi a prendere le distanze a livello nazionale da questo grave e ingiusto attacco a Libera siano i consiglieri capitolini»

Il contrattacco di Libera Intanto Gabriella Stramaccioni, membro della presidenza, fa sapere che l'associazione "si costituirà parte civile il 5 novembre al processo contro Mafia Capitale". Ma a far "tremare" i 5 Stelle sono le parole di don Luigi Ciotti che ha inviato un messaggio letto durante la conferenza stampa in Campidoglio: "La ricerca della verità è la base della giustizia. Ben vengano allora tutte le documentazioni, analisi, testimonianze volte a dissipare le ambiguità e rischiarare le zone d'ombra. Ma a patto che siano oneste, serie, disinteressate, nè mosse dalla presunzione di avere in tasca quella verità che si dice di cercare. Se mancano queste prerogative etiche, la denuncia diventa diffamazione, calunnia. È nostra intenzione dimostrare che proprio questo è il caso del dossier in questione, riservandoci di adire a vie legali se chi l'ha redatto non fa pubblica ammenda delle falsità dette e scritte".

Redazione online
fonte: http://www.iltempo.it/roma-capitale/201 ... -1.1461146
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4235
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: Ostia: Libera Vs M5S

Messaggioda trilogy il 28/09/2015, 11:51

Ecco la lettera choc di Sabella contro i grillini

Interessi oscuri dietro l'incontro segreto tra i pentastellati e i gestori delle spiagge

Continua con toni più duri che mai il botta e risposta tra il MoVimento 5 Stelle e l’assesore alla Legalità Alfonso Sabella. Quest’ultimo, dopo l’intervista al grillino Ferrara, uscita ieri su Il Tempo, ha preso cara e penna e si è tolto più di un sassolino dalla scarpa, con toni a dir poco coloriti. Ecco la sintesi della lunga lettera rivolta ai grillini capitolini.

«Cari Daniele, Marcello, Virginia e Enrico, con riferimento al vostro post sul blog del vostro capo supremo, tralasciando di infierire sulla enorme quantità di inesattezze di cui è infarcito - e in attesa di leggere le vostre pubbliche scuse a Don Luigi Ciotti, doverose per quanto di straordinario lui e Libera hanno fatto e continuano a fare per questo Paese - tengo a precisarvi alcune cose». Mi dite che il Sig. Ferrara il 3 marzo avrebbe presentato un Odg in cui elencava le irregolarità sulle spiagge. Non ho visto il documento perché non ero a Ostia all'epoca. Prendo atto che M5S non è contro Libera ma mi spiegate perché presentate un’interpellanza solo ed esclusivamente sulle sanzioni applicate a Libera e chiedete la revoca solo ed esclusivamente dell’assegnazione a Libera e ve ne state zitti zitti su tutti gli altri concessionari di spiagge, chioschi e stabilimenti plurimultati?

Anch’io ho incontrato i balneari ma in Municipio per l’abbattimento condiviso del lungomuro e non di sera a casa loro (a proposito non vi siete accorti che non era casa loro ma una struttura del Coni di cui taluno di costoro deteneva stranamente le chiavi?). E non ho scritto l’indomani sulla mia pagina FB, come ha fatto la vostra On. Carla Ruocco "ieri sono stata ad Ostia, con gli attivisti del Movimento Cinque Stelle di Roma Municipio 10, per parlare con gli imprenditori onesti: quelli che non si sono mai piegati alla logica delle mazzette". Me cojoni, si direbbe a Roma.

Ho sempre detto che Roma non è una città mafiosa ma è una città corrotta. «Quanto all’interesse personale del Sig. Ferrara ho preso solo atto di queste evenienze:

a) Ferrara è amico del Sig. Bocchini tanto che ne ha celebrato le nozze come consigliere di Municipio. E lo diceva lui stesso sulla sua pagina FB l'altro ieri, 25 settembre, "Sposare un conoscente, amico e compagno di scuola che abbia avuto piccoli precedenti...." Anche se oggi, 27 settembre, sul Tempo afferma "Lo conosco ma non è un mio amico". Ma hanno litigato giusto ieri mattina?; b) Bocchini era giusto giusto il precedente gestore della spiaggia Ammanusa che è stata poi assegnata a UISP e Libera perché si è accertato che Bocchini aveva precedenti penali; c) Quando io ho fatto controllare tutti i titolari di concessioni e spiagge sul litorale, tra cui anche Uisp e Libera l’attento Ferrara, l’1 agosto scorso, ha dichiarato che avrebbe presentato "un’interrogazione su questi gravi fatti che se confermati devono portare immediatamente al ritiro delle convenzionì ma non già di tutte quelle (la quasi totalità) in cui erano state rilevate violazioni amministrative; d) Nell’articolo del Tempo che illustra il vostro dossier guarda caso si tratta anche del ruolo oscuro che, secondo voi, avrebbe avuto a Ostia perfino l’avvocato Rodolfo Murra che è proprio colui che, nei due mesi in cui ha diretto il Municipio di Ostia, ha scoperto i precedenti penali di Bocchini e gli ha tolto la gestione della spiaggia ed è pure l’avvocato che, vincendo prima al Tar e poi al Consiglio di Stato; e) Come sapete benissimo la spiaggia SPQR a Ostia dà fastidio ai balneari perché introduce un nuovo e libero modo di accesso al mare e sempre Ferrara è colui che ha organizzato un incontro occulto tra almeno una deputata del vostro Movimento e i predetti imprenditori "onesti"...e che sono proprio i maggiori interessati a far fallire il modello di balneazione proposto da UISP e Libera.

Mio nonno mi diceva sempre di «non confondere 'a minchia cu 'u bummulu». Voi evidentemente non state molto ad ascoltare i vostri nonni forse perché, come Narciso, siete troppo impegnati ad autocompiacervi della vostra onestà e presunta superiorità etica senza guardare oltre il riflesso esteriore della vostra immagine. In questo caso il riflesso non è quello cristallino della pozza di Nemesi ma dell'acqua limacciosa della palude di Ostia!».

fonte: http://www.iltempo.it/roma-capitale/201 ... -1.1461720
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4235
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58


Torna a Lazio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron