La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Addio alla foresta di Capocotta

Addio alla foresta di Capocotta

Messaggioda franz il 07/03/2015, 11:00

Chiedo agli amici romani: vi risulta?

Addio alla foresta di Capocotta: autorizzato il taglio delle querce secolari
„Addio alla foresta di Capocotta“

In una delle zone di maggior pregio della Riserva di Decima Malafede è stato autorizzato l'abbattimento di migliaia di querce secolari d'alto fusto. Antonini: "Questa scelta va contro le finalità dell'Ente Romanatura"
Fabio Grilli 4 marzo 2015

Una delle aree più preziose del territorio, dal punto di vista paesaggistico e naturalistico, sembra sia destinata a sparire. La segnalazione arriva da Marco Antonini, ex Presidente del WWF Lazio e memoria storica della Riserva di Decima Malafede. Ad esser minacciata, risulterebbe infatti esser una delle foreste che ne fanno parte.

ADDIO AL BOSCO - "Nei giorni scorsi l’ente Romanatura ha autorizzato il taglio di migliaia di querce secolari di alto fusto nel bosco detto di Capocotta, ma questa scelta – ci ha spiegato il naturalista – va contro le finalità dell’area protetta". A farne le spese sarebbero quindi gli alberi della foresta di Capocotta. "Il taglio è già iniziato ed ha sostituito i canti degli uccelli già in nidificazione, con l'orrido frastuono delle motoseghe. L'ultimo bosco di alto fusto della Campagna Romana sta cadendo al suolo".

LA BIODIVESITA' - La foresta di Capocotta, non è un luogo qualsiasi. Nell'area infatti, secondo alcuni "studi condotti dal WWF e dalle università incaricate di redigere gli studi propedeutici ai piani di assetto, è stata certificata la presenza di un numero incredibile di specie - ha sottolineato Antonini - ad esempio sono presenti 25 specie di mammiferi ed oltre 900 specie di piante".

UNA SCELTA INSPIEGABILE - A parte il naturalista, particolarmente attento alla salvaguardia delle aree verdi a sud della Capitale, nessuna voce sembra essersi levata in difesa della biodiversità e delle querce di Capocotta."Non si capisce perché Romanatura, che oltretutto ha pagato per anni l’affitto per questo prezioso bosco, ha dapprima rescisso il contratto di affitto e poi ha concesso il taglio devastante, andando contro le proprie finalità istitutive".

Potrebbe interessarti: http://eur.romatoday.it/altre/taglio-fo ... fede-.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20925
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Torna a Lazio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite