La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda trilogy il 17/06/2017, 10:45

7 romani su 10 bocciano la Raggi. Il consenso dei 5stelle risulta dimezzato e il pd torna il primo partito, la lega salirebbe al terzo posto.
http://roma.repubblica.it/cronaca/2017/ ... 168336523/
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 3782
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda trilogy il 25/07/2017, 16:07

Reggi:
«È ora di usare il pugno di ferro nei confronti di coloro che remano contro il cambiamento. Ci sono sacche di inefficienza in alcune partecipate che sono inaccettabili e che siamo seriamente intenzionati a spazzare via. Se sarà necessario, adotteremo anche provvedimenti esemplari. E' arrivata l'ora di invertire la rotta». :lol:
Virginia Raggi, ospite del forum a Il Messaggero, parla di Ama e Atac, le municipalizzate di rifiuti e trasporti che con il loro servizio lasciano ancora molto a desiderare. La grillina, a più di un anno ormai dall'elezione in Campidoglio, prova a tracciare la direzione che Roma dovrebbe prendere. Tra «stiamo lavorando» e «ho ancora bisogno di tempo». Senza dimenticare la spada di Damocle dell'inchiesta che la riguarda (rischia il rinvio a giudizio per falso e abuso d'ufficio).

articolo:
http://www.ilmessaggero.it/roma/campido ... 81849.html
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 3782
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda trilogy il 11/08/2017, 11:36

Queste preparano il ricorso al Tar contro il nuovo assessore... al IV municipio tra assessore e consigliere sono volate sberle. C'è simpatia tra i grillini :mrgreen:

Roma, ricorso delle elette M5S contro Gatta
Accesso agli atti di due consigliere municipali grilline sulla selezione pubblica per il posto da assessora ai Lavori Pubblici: "Era stata cacciata dalla base. Pronte a ricorrere al Tar"


Parenti serpenti in casa M5S. Ad aprire l’ultimo fronte interno e minare ancora una volta gli equilibri del Movimento capitolino ora sono due consigliere municipali. Stanche di ingoiare bocconi amari, convinte che ci sia qualcosa di strano nella call che ha garantito a Margherita Gatta la nomina ad assessora ai Lavori Pubblici del Campidoglio, ieri hanno presentato accesso agli atti allo staff della sindaca Virginia Raggi. Francesca Benevento e Luisa Petruzzi, elette tra i grillini rispettivamente ai municipi XII e XV, si dicono "pronte a ricorrere anche al Tar. Va stabilita la verità".

Il primo atto del copione scritto delle due architette (stessa categoria professionale di Cristina Grancio, la consigliera comunale M5S sospesa per la querelle sul nuovo stadio della Roma) prevede appunto l’accesso agli atti. Assieme a un’attivista, Paola Giannone,le due grilline chiedono di avere copia del curriculum di Gatta, quello in cui l’assessora ha dichiarato di essere stata dirigente di Inarcassa salvo essere smentita dai datori di lavoro. "Quella selezione è fasulla – attacca Francesca Benevento – e invece dovrebbe prevalere la verità. Quel cv era pieno di pasticciature e ora è sparito dal sito del Comune". In effetti, sulla pagina istituzionale della giunta Raggi, il profilo di Margherita Gatta è l’unico senza link al résumé delle esperienze pregresse: “contenuto in allestimento”.

La consigliera Benevento allora rincara la dose: "Vediamo cosa risponderanno. Gatta ha partecipato alla call o è stata scelta fuori selezione? Aveva i requisiti? Prima di essere nominata assessora le hanno dato un posto da collaboratrice in Campidoglio, forse proprio per favorirla". Le consigliere Benevento e Petruzzi, entrambe architette, avevano a loro volta partecipato al bando: "Siamo state eliminate con la scusa che un’eletta non può diventare assessora. Una regola inventata per l’occasione, ad personam. A Torino la sindaca Chiara Appendino ha nominato un consigliere comunale nella sua squadra. Noi siamo vere grilline e professioniste con un codice deontologico. Non facciamo politica per lo stipendio. Ci cacceranno? Vogliamo la verità".

Anche perché Petruzzi e Giannone, coordinatrici del tavolo Lavori pubblici del M5S, conoscono bene Margherita Gatta. Dal board della base grillina la neoassessora è stata espulsa a gennaio: 19 voti contro, solo 2 a favore. Lo racconta Giuseppe Morano, attivista 5S, avvocato e tra i coordinatori di Roma Partecipata: "Abbiamo scritto il programma elettorale, opera che la sindaca ha recepito per poi tagliare i contatti. Gatta? Era sempre contro. Aveva visioni complottistiche. Per esempio sulla videosorveglianza dei cantieri. Temeva l’effetto Grande Fratello. I dissidi sono continuati sia in chat che nelle mailing list e a quel punto è arrivata l’espulsione”.

Poi è arrivata la famosa call: "Una finzione, altro che trasparenza. I nomi erano già decisi. Ma ormai abbiamo capito l’andazzo. Quello che è successo all’assessore Andrea Mazzillo, l’unico con cui siamo ancora in contatto, è chiaro: chi dice che le cose non vanno, viene messo all’angolo. Non c’è mai stato collegamento con il Campidoglio. La sindaca ci ha ricevuti il 2 luglio 2016 e poi il silenzio. Noi? Ci riuniremo di nuovo a ottobre". A quel punto si saprà se la nomina di Margherita Gatta, bocciata dagli “amici” pentastellati, sarà anche stata impugnata al Tar.

fonte: http://roma.repubblica.it/cronaca/2017/ ... 172806803/
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 3782
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda trilogy il 11/10/2017, 10:46

Con la Raggi e i sindacalisti romani sembra di essere tornati ai "bei tempi" di Remo Gaspari alle poste... terrificante per chi poi è costretto a pagare le tasse a questa gente.


La sindaca e le sigle sindacali hanno "convenuto - si legge nella nota - sulla necessità di proseguire nel confronto già avviato e che ha condotto in un solo anno all'assunzione di circa 2.500 unità di personale, che tuttavia non risultano sufficienti a colmare i fabbisogni del Comune". Si sottolinea infatti che "le gravi carenze di personale di Roma Capitale richiedono un intervento mirato a rimuovere gli ostacoli di tipo finanziario e normativo che attualmente costringono l'Amministrazione capitolina a dover operare con una carenza di organico di quasi 8.000 unità".

Raggi ha anche assicurato "pieno sostegno alle altre iniziative di parte sindacale finalizzate a sottoporre, a Governo e Parlamento, le possibili soluzioni sui temi oggetto della nota congiunta. Nonché alla richiesta di un rapido rinnovo del contratto nazionale del pubblico impiego, scaduto ormai da tempo", conclude la nota.

fonte: http://roma.repubblica.it/cronaca/2017/ ... 177776179/
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 3782
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda mariok il 20/10/2017, 8:43

Psycomune
DI MATTIA FELTRI
20 OTTOBRE 2017

Al Comune di Roma arrivano gli psicologi. Avranno il compito, secondo la decisione della giunta, di contribuire al benessere dei dipendenti. Il presupposto è che per lavorare bene non si debba essere soltanto in salute fisica ma anche mentale, e cioè testa sgombra, buonumore. Allora sarà tutto uno smaltimento di pratiche, un’applicazione omerica alla scrivania, una riscrittura al rialzo, nei rapporti col pubblico, del Galateo di monsignor Della Casa; sarà, per fedeltà al testo del Campidoglio, «la valorizzazione delle risorse umane dell’Ente».  
Non vorremmo darvi l’idea di un eccesso di ironia: l’esperimento è già stato provato a Pisa, a Parma, a Udine, malgrado non se ne conoscano i risultati, e ben venga a Roma. Soltanto che è ignoto quanti saranno gli psicologi e quanto costeranno: si vedrà più avanti. Però il Comune ha 23mila dipendenti, meglio saperlo quando si muoveranno le truppe freudiane. Sebbene sia giusto sottolineare che 23mila è un numero teorico, visto che il tasso di assenteismo è del 22.9 per cento (si sono fatti la settimana corta da soli), e quindi ogni giorno, fra malattie, ferie, permessi sindacali eccetera, restano fuori ufficio più di 5mila dipendenti, senza contare quelli che timbrano e vanno al bar o al mare.  
Per darvi un’idea, a Napoli, con la fama che ha, il tasso d’assenteismo è del 16 per cento. Può finire solo in due modi. Che poi toccherà assumere altri psicologi per risollevare il morale agli psicologi, o più probabilmente che, quando ne servirà uno, sarà in permesso sindacale.  
http://www.lastampa.it/2017/10/20/cultu ... agina.html
« Dopo aver studiato moltissimo il Corano, la convinzione a cui sono pervenuto è che nel complesso vi siano state nel mondo poche religioni altrettanto letali per l'uomo di quella di Maometto» Alexis de Tocqueville
mariok
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 2789
Iscritto il: 10/06/2008, 16:19

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda trilogy il 22/11/2017, 15:54

Se una cosa del genere l'avesse fatta oggi un'amministrazione di destra o di sinistra i pagliacci a 5 stelle sarebbero fuori del Comune a manifestare con i cartelli contro mafia capitale.... :cry:

Befana a Roma, grazie a bando 5S i Tredicine si riprendono piazza Navona per 9 anni

IL PATATRAC 5S è servito e produrrà i suoi effetti per i prossimi nove anni. Il bando per affidare le postazioni per la Festa della Befana di piazza Navona, la gara che avrebbe dovuto finalmente rivoluzionare uno degli appuntamenti più attesi dai romani, ha finito per dare spazio a un evento made in Tredicine. Ieri sono state pubblicate le tanto attese graduatorie e in ognuno dei settori si trova sempre lo stesso cognome: dal primo dicembre al sei gennaio, Tania Donatella Tredicine avrà un banco per vendere alberi di Natale e presepi; Dino, Elio ed Alfiero se ne sono garantiti addirittura tre per smerciare giocattoli di ogni tipo; lo stesso Alfiero potrà dedicarsi anche a dolciumi e palloncini, mentre Mario dovrà farsi bastare caramelle e cioccolate.

Insomma, tutto come previsto. Dal primo municipio, che da quest'anno non si occupa più di organizzare la festa (tecnicamente una fiera), erano stati chiari: "Il criterio di anzianità su cui si basa la nuova procedura favorirà i soliti noti". In altre parole, i titolari storici degli stand, i Tredicine e il network dei consueti prestanome. Si tratta della stessa famiglia di Giordano Tredicine, ex consigliere di Forza Italia condannato in Mafia Capitale. Giordano, poi, è anche il figlio di Dino.

Lo stesso che si scattò una foto con il candidato premier del M5S Luigi Di Maio durante la manifestazione contro la direttiva Bolkestein, costringendolo a scrivere in fretta e furia un post Facebook per sedare le polemiche: "Anche se mi rubassero 100 foto, i Tredicine rimarrebbero sempre i Tredicine e la loro storia non cambierebbe: sappiamo bene chi sono e il sistema che rappresentano a Roma, come emerso da Mafia Capitale".

Tornando a piazza Navona, da ieri si registra l'imbarazzo del M5S. Nel comunicato ufficiale spedito dall'ufficio stampa del Comune non si fa menzione della famiglia di commercianti ambulanti. Il bando viene presentato come un vero successo. Una comunicazione che non è sfuggita a Sabrina Alfonsi, presidente Pd del primo municipio: "Aver riproposto il Bando senza aver modificato la norma di riferimento ha riconsegnato la Befana nelle solite mani. La riduzione delle postazioni rivendicata
dall'assessore Meloni? Un lavoro di cui ci siamo occupati noi negli scorsi anni".

In serata, poi, le graduatorie hanno continuato ad agitare gli M5S. Ecco il consigliere grillino Andrea Coia, presidente della commissione Commercio: "Sto verificando anche io, prima dobbiamo vedere se è tutto vero. In ogni caso ci saranno controlli sui requisiti, anche a mercato partito". Quando i Tredicine avranno già allestito i loro banchi.

fonte: http://roma.repubblica.it/cronaca/2017/ ... refresh_ce
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 3782
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Naturopatia per le strade di Roma

Messaggioda franz il 26/12/2017, 23:41

http://www.ilmessaggero.it/roma/campido ... 44849.html

L'assessore Gatta: «Le strade della Capitale sono tutte da rifare: il rimedio è applicare la naturopatia nei lavori»

di Simone Canettieri
Assessore Margherita Gatta, allora esiste. Da quando è stata nominata responsabile dei Lavori pubblici, quattro mesi fa, non ha mai proferito parola. Forse perché l'accusano di essere una fervente no-vax?
«Allora, quella storia mi fece arrabbiare tantissimo».

Girava anche la foto di una sua sosia a una manifestazione davanti al Parlamento.
«Ecco, ovviamente non ero io. Ho però una mia idea sui vaccini. Questa sì».

Sarebbe?
«Sono contro l'abuso: può il corpicino di un neonato sopportare appena nato dodici vaccini? No, è una vergogna».

Sta agitando il complotto delle case farmaceutiche?
«Ognuno trarrà le proprie indicazioni. Io la penso così. Anche perché sono naturopata: sto al quarto anno di un corso. Insomma, sono per le medicine naturali da sempre. Applico questo metodo anche alla mia attività di assessore e sto facendo breccia anche in giunta».

Lei è più grillina della squadra.
«No, via, ce ne sono anche altri come me: Castiglione, Frongia, Lemmetti».

Diceva che vuole applicare la naturopatia ai Lavori pubblici. Come?
«Le strade di Roma sono tutte da rifare, perché finora i lavori sono stati eseguiti male e solo in superficie. Il manto stradale invece è composto da tre strati e se non si interviene alla base, dopo poco si deteriora. Occorre guardare gli organismi nel loro insieme».

E quanto costerebbe rifare tutte le strade di Roma?
«Questo ancora non lo so. In bilancio abbiamo stanziato i fondi per alcuni interventi. Ma bisogna cambiare metodo: serve la naturopatia, ovvero guardare le cose in maniera globale, come se fosse il corpo umano, solo così si guarirà Roma».

Ma c'è un atto forte che rivendica di questi primi quattro mesi?
«Abbiamo fatto partire il bando per la demolizione della Tangenziale. Affidata la gara entro il 2018 interesseremo, magari entro i primi mesi».

È pronta dunque uscire a tornare sulla ribalta mediatica: chiusa la vicenda dei vaccini?
«Ho spiegato come la penso. E da gennaio presenterò il piano con tutti gli interventi».
“La politique ce n'est qu'une certaine façon d'agiter le peuple avant de s'en servir.” (Talleyrand)
Motto nei fatti ripreso da Grillo e Salvini
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 19428
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda flaviomob il 27/12/2017, 4:04

A seconda delle fonti i sondaggi cambiano: che metodologia useranno? CDC? :lol:

https://www.termometropolitico.it/12646 ... raggi.html

Roma: Raggi migliore dei suoi predecessori


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12453
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda trilogy il 08/02/2018, 17:20

Roma, la polizia ferma bus senza assicurazione: i passeggeri restano a terra

Un bus della Roma Tpl in giro per le strade della Capitale senza assicurazione. Lo ha fermato la polizia che ha costretto i passeggeri a restare a terra.

«Per il trasporto su bus a Roma non c’è pace - dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di Fdi, Fabrizio Ghera e Chiara Colosimo candidati al Consiglio regionale del Lazio e Andrea De Priamo candidato alla Camera -. Ci segnalano alcuni cittadini che stamane al capolinea Laurentina, la linea 702 di Roma Tpl (che gestisce circa il 20% del trasporto su bus a Roma, ndr) sarebbe stata multata perché aveva l’assicurazione scaduta causando un disservizio all’utenza poiché le persone non sono potute salire a bordo».

«Un fatto gravissimo - continua la nota - non solo i mezzi viaggiano senza sicurezza e prendono fuoco, adesso scopriamo che non hanno nemmeno l’assicurazione aggiornata. Ci chiediamo, si tratta di un caso isolato oppure potrebbero essere molti i bus sprovvisti di assicurazione? Presenteremo un’interrogazione in Campidoglio per avere chiarezza, è ridicolo che i 5 Stelle pensino ad acquistare altre vetture quando non riescono nemmeno a far circolare quelle già in strada».

fonte: http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca ... 35994.html
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 3782
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: Governare Roma al tempo del M5S...e cialtronerie varie

Messaggioda flaviomob il 09/02/2018, 9:52

Negli anni sessanta mio nonno ebbe un incidente d'auto a Roma e la controparte, che aveva torto, era senza assicurazione.

Si vede che è tradizione. :mrgreen:


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12453
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

PrecedenteProssimo

Torna a Lazio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron