La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Torino capitale... del debito?

Discussioni su aspetti locali di attualità, specifici o comuni a vari luoghi, ove già non affrontati nei forum tematici. Riforme locali: decentramento e federalismo.

Torino capitale... del debito?

Messaggioda flaviomob il 04/11/2011, 6:51

http://it.finance.yahoo.com/notizie/Tor ... 9.html?x=0

Ah Chiamparino, Chiamparino... fu vera gloria?

Intanto pare che le province, rispetto all'indebitamento, siano ben poca cosa, mentre le regioni hanno speso sempre di più negli ultimi 10 anni: spese salite del 75%



http://www.cgiamestre.com/2011/09/spesa ... e-regioni/

http://www.cgiamestre.com/2011/09/aboli ... i-di-euro/

Infine, un confronto con la Germania, federalista, sulla spesa per la PA:

http://www.cgiamestre.com/2011/02/pubbl ... d-di-euro/


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: Torino capitale... del debito?

Messaggioda franz il 05/11/2011, 13:18

flaviomob ha scritto:Infine, un confronto con la Germania, federalista, sulla spesa per la PA:

http://www.cgiamestre.com/2011/02/pubbl ... d-di-euro/

L'ho sempre sostenuto, anch con dati alla mano, che il federalismo (se serio) costa meno e dà servizi migliori.
Solo che non va confuso con il regionalismo, come si fa in Italia.

Ecco il testo delle cgia di mestre, per chi non haa ancora cliccato!


Pubblica amministrazione tedesca. In confronto alla nostra risparmia 75mld di euro

Se la nostra Pubblica Amministrazione fosse efficiente come quella tedesca, potremmo risparmiare 75 mld di euro all’anno. Il risultato, emerso da un’analisi condotta dalla CGIA di Mestre, è il frutto di una comparazione tra i livelli di efficienza degli uffici pubblici di Italia, Spagna, Austria e Germania. Un confronto, sottolineano dalla CGIA, che ha preso come parametro di riferimento le spese di funzionamento della macchina pubblica.

La spesa media per il personale e per gli acquisti di beni e servizi per il funzionamento della P.A. italiana nel periodo 2005/2009, è stata del 16,4% del Pil (pari a 248 mld di €). In Spagna, sempre nello stesso periodo, si è attestata al 15,9% del Pil (in valore assoluto pari a 162 mld di €), in Austria al 13,8% del Pil (37 mld di €) e in Germania, la realtà più virtuosa tra quelle prese in esame, la spesa ha toccato “solo” l’11,5% del Pil (273 mld di €).

“I paesi federali – commenta il segretario della CGIA di Mestre Giuseppe Bortolussi – sono meno costosi e più efficienti di un Paese centralista come il nostro. Queste 3 realtà presentano livelli di efficienza migliori e un carico tributario inferiore a quello italiano. Insomma, il federalismo fiscale non sarà la medicina di tutti i mali, ma se ben attuato nel medio lungo periodo, può rendere la macchina pubblica più snella, più efficiente e meno costosa. Infatti, tra il quinquennio 2005/2009 e quello tra il 1995/1999, la spesa media della nostra macchina pubblica è aumentata dello 0,6% del Pil, mentre in Austria e in Germania è diminuita rispettivamente del 3,5% e dell’1,1% Pil. Solo in Spagna la crescita è stata leggermente superiore alla nostra”.

Ma il dato statistico più interessante affiora quando si ipotizza il risparmio che il nostro Paese potrebbe conseguire se avesse la stessa spesa di funzionamento della Pubblica Amministrazione di ciascuno dei tre paesi federali presi in considerazione in questa analisi. Ebbene, se la nostra macchina dello Stato costasse come quella spagnola (15,9% del Pil), in termini assoluti risparmieremmo 8 mld di euro all’anno. Se, invece, costasse come quella austriaca (13,8% del Pil), avremmo meno spesa pubblica per 40 mld di euro ogni anno. Colossale il risparmio che il nostro bilancio pubblico registrerebbe se ci allineassimo agli standard di spesa della macchina federale tedesca. Con una spesa di funzionamento dell’11,5% del Pil, le minori uscite per le nostre casse pubbliche ammonterebbero a ben 75 mld di euro all’anno.

“Nei giorni scorsi – conclude Giuseppe Bortolussi – la Corte dei Conti ha denunciato che col federalismo fiscale c’è il rischio che nella fase iniziale la pressione fiscale aumenti. Sia chiaro: questa ipotesi non è da escludere. Ma se traguardiamo gli effetti della riforma federale nel lungo periodo non dovrebbero esserci dubbi; la spesa pubblica diminuirà, perché gli enti locali, che avranno più risorse a diposizione, saranno costretti a diventare più efficienti e meno costosi”.
Be careful when you follow the masses;
Sometimes the M is silent.
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21170
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Torino capitale... del debito?

Messaggioda flaviomob il 23/12/2011, 10:06

http://www.pinomasciari.it/?p=19564&utm ... t=FaceBook

Gambarino non pagava e la ‘ndrangheta chiese a Coral di intervenire


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51


Torna a Dai Comuni alle Regioni, Locale e Globale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron