La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

L'Europa rischia il collasso

Discussioni su quanto avviene su questo piccolo-grande pianeta. Temi della guerra e della pace, dell'ambiente e dell'economia globale.

Re: L'Europa rischia il collasso

Messaggioda trilogy il 24/01/2016, 15:31

Franz ho scritto all'Italia non Alitalia. Il fondo di garanzia che non abbiamo potuto utilizzare nel caso di etruria è quello interbancario a cui tutte le banche partecipano.
Poi gli aiuti di stato sono in linea di massima tutti vietati salvo autorizzazione. La germania riesce a farsi autorizzare meglio di noi.
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4253
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: L'Europa rischia il collasso

Messaggioda franz il 24/01/2016, 16:54

trilogy ha scritto:Franz ho scritto all'Italia non Alitalia. Il fondo di garanzia che non abbiamo potuto utilizzare nel caso di etruria è quello interbancario a cui tutte le banche partecipano.
Poi gli aiuti di stato sono in linea di massima tutti vietati salvo autorizzazione. La germania riesce a farsi autorizzare meglio di noi.

Devo verificare gli occhiali. ... :-) 8-) :shock:
Dalla citata tabella mi pare che UK, Grecia, Irlanda, Cipro, Belgio, Danimarca, Spagna, Portogallo, Olanda abbiano usufruito piu' della Germania. Anche l'Italia, proporzionalmente al PIL. Questo nel periodo 2008-2013.

http://phastidio.net/wp-content/2015/12 ... banche.png

Come si vede l'impegno diretto è stato (totale UE-27) pari a 636 miliardi.
Questo è un impegno monetario reale ma non è detto che sia una perdita per la collettività.
Se la banca si riprende le azioni riprendono valore e lo stato puo' anche venderle a piu' di quanto le ha comprate, realizzando un vantaggio per i conti pubblici.
L'impegno complessivo in garanzie è stato di quasi 906 miliardi ma esso è potenziale. Molte sono scadute senza essere state usate. Alla fine del periodo 2013 erano attive riserve per 387 miliardi, circa 81 per l'Italia. Forse per questo all'Italia non sono stati ammessi ulteriori utilizzi dei fondi di garanzia.

Comunque mi segnalano che l'ariticolo originale del sole24ore che parla dei fantomatici 500 miliardi, quello di Lops, è stato modificato, apportando rettifiche che prendono atto dei numeri che ho prima ripostato. L'immagine di come era l'articolo quando è uscito (salvata da certi motori di ricerca) è diversa dalla versione attuale on-line.
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20947
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: L'Europa rischia il collasso

Messaggioda trilogy il 26/01/2016, 21:13

Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4253
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: L'Europa rischia il collasso

Messaggioda mariok il 26/01/2016, 21:51


Non mi sembra una grande novità che gli alleati occidentali della 2a guerra mondiale (USA e Uk) vedessero con favore una qualche forma di unità europea, che evitasse il ripetersi dei conflitti che avevano portato a due guerre mondiali e che soprattutto costituisse un baluardo contro il pericolo sovietico, che dalla debolezza dell'Europa poteva certamente trarre vantaggio.

Winston Churchill, nel suo celebre discorso del settembre del 1946 a Zurigo, si spinse addirittura ad auspicare la costituzione degli "stati Uniti d'Europa". Anche se la visione della futura europa secondo Churchill non era quella federalista ma quella unionista, tesi che prevalse nel congresso dell'Aia del 1948, organizzato dal "comitato internazionale dei movimenti per l'unione europea" e presieduto dallo stesso Churchill, attraverso la proposta di costituzione del "consiglio d'europa" che venne costituito un anno dopo con il trattato di Londra.

Nella futura Europa auspicata da Churchill la Gran Bretagna aveva solo il ruolo di sponsor e non certo di suo membro.

Le preoccupazioni derivanti dal colpo di stato in Cecoslovacchia e dal blocco di Berlino, costituirono una grande motivazione per gli Usa di favorire una qualche forma di legame tra gli stati europei del blocco occidentale, posti militarmente sotto l'ombrello della Nato in cui gli Stati Uniti avevano ovviamente un peso determinante.

Nessuna meraviglia, quindi, che la Cia abbia sponsorizzato anche finanziariamente chiunque fosse funzionale a questo disegno, mentre di converso l'URSS per il tramite dei partiti comunisti europei cercò di boicottare in tutti i modi ogni iniziativa in tal senso.
« Dopo aver studiato moltissimo il Corano, la convinzione a cui sono pervenuto è che nel complesso vi siano state nel mondo poche religioni altrettanto letali per l'uomo di quella di Maometto» Alexis de Tocqueville
mariok
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 2942
Iscritto il: 10/06/2008, 16:19

Re: L'Europa rischia il collasso

Messaggioda flaviomob il 27/01/2016, 10:02

Oggi la posizione USA potrebbe essere ambivalente: da un lato un'Europa unita, forte e coesa con una valuta di riferimento stabile e appetibile per gli scambi globali minerebbe il potere dell'unica superpotenza rimasta (eccetto forse la Cina, ma con evidenti limiti). Dall'altro un'Europa che diventasse un semplice braccio politico della NATO e delle politiche liberiste occidentali (TTIP in testa, ma anche WTO etc) con legami stretti con Ucraina e Turchia sarebbe ancora funzionale agli interessi americani, in chiave anti russa e anti jihad. Ma in questa "estensione" occidentale sono emerse enormi contraddizioni (il potere accordato a estremisti nazisti in Ucraina, l'ambivalenza turca, i disastri causati da F e USA nel Vicino Oriente*.

Anche il progetto di Europa unitaria è fallito: l'assenza di leadership e lo sbilanciamento sul fronte liberista, in assenza di autentiche politiche sociali integrate, hanno permesso in maniera anomala di assumere un controllo eccessivo ad un unico paese, la Germania, incrementando squilibri e malcontento (talvolta anche palesemente vittimista e strumentale) nazionale. Ora rischiamo l'implosione.

*In Italiano è più corretto riferirsi al Vicino Oriente: l'espressione Medio Oriente è infatti di origine britannica ma non ha senso utilizzarla per noi mediterranei. Per i sudditi della regina il Vicino Oriente sarebbe piuttosto... la Danimarca :geek: :ugeek:


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: L'Europa rischia il collasso

Messaggioda trilogy il 27/01/2016, 13:57

Purtroppo oggi è cosi. L'Unione europea è diventata il braccio politico dei decisori militari ed in quest'ottica è diventata un fattore di destabilizzazione sia ad est che a sud. Probabilmente finirà per disintegrarsi in una serie di aree regionali. I primi ad uscire saranno i nord europei attorno al mar baltico; poi l'europa continentale, ed infine una sud mediterranea con l'italia e i balcani.
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4253
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: L'Europa rischia il collasso

Messaggioda mariok il 28/01/2016, 10:58

trilogy ha scritto:Purtroppo oggi è cosi. L'Unione europea è diventata il braccio politico dei decisori militari ed in quest'ottica è diventata un fattore di destabilizzazione sia ad est che a sud. Probabilmente finirà per disintegrarsi in una serie di aree regionali. I primi ad uscire saranno i nord europei attorno al mar baltico; poi l'europa continentale, ed infine una sud mediterranea con l'italia e i balcani.


Probabilmente andrà così. Sono convinto che è un errore storico enorme di cui pagheranno conseguenze pesanti i nostri figli e nipoti: è un'altra delle funeste eredità che questa generazione lascia alle successive.

Quel che è tuttavia ancora peggio, è che ciò sta avvenendo senza che se ne parli. Almeno Cameron indirà un referendum, giusto o sbagliato che sia. In Italia neanche più Grillo ne parla, anche se in realtà era chiaro sin dall'inizio che si trattava di una truffa, tesa a far credere che potremmo tornare beatamente alla lira senza che nulla succeda.

Qui lasciamo che il treno sul quale siamo seduti vada a schiantarsi come se nulla fosse. Se una disintegrazione del genere è inevitabile, occorrerebbe comunque prepararsi. Per quanto tempo ancora questi politici (e ci metto purtroppo in prima fila anche Renzi, per non parlare degli altri) pensano di poter lucrare consensi sul disastro europeo con inutili quanto ridicole sparate?

Quello che più mi fa rabbia è che a questo gioco da irresponsabili ci stanno giocando tutti, nessuno escluso, politici, cosiddetti intellettuali, forze "illuminate" di sinistra che pretendono di dar lezioni a tutti.
« Dopo aver studiato moltissimo il Corano, la convinzione a cui sono pervenuto è che nel complesso vi siano state nel mondo poche religioni altrettanto letali per l'uomo di quella di Maometto» Alexis de Tocqueville
mariok
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 2942
Iscritto il: 10/06/2008, 16:19

Re: L'Europa rischia il collasso

Messaggioda pianogrande il 28/01/2016, 16:58

Sempre di più, i politici sono i gestori del loro potere e non del paese.

Se parlare contro l'Europa gli porta consenso, non ci vanno mica leggeri.

Italiani: colpa dei politici al potere (e già su questa auto assoluzione c'è da discutere)
=> Politici: colpa dell'Europa.
=> Italiani: colpa dell'Europa (e si tengono quei politici e li applaudono anche).

Per i politici all'opposizione è tutto ancora più semplice => colpa dell'Europa e dei politici al potere (applausi a scena aperta).

Con questo livello (medio, almeno) di popolo e di politici, all'Europa diamo solo fastidio e siccome non contiamo una cippa proprio perché tutti presi dai giochi di potere interni, il giorno che vorranno farci lo sgambetto ce lo faranno senza tanti complimenti.

I cantanti, gli attori e i politici trombati (o comunque nullafacenti) che abbiamo mandato in Europa, a quel punto, si attiveranno per difendere i nostri interessi e sarà il colpo di grazia.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9760
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: L'Europa rischia il collasso

Messaggioda mariok il 31/01/2016, 16:30

Immagine


La via da percorrere non è facile né sicura, ma deve essere percorsa e lo sarà

La linea di divisione fra i partiti progressisti e partiti reazionari cade perciò ormai, non lungo la linea formale della maggiore o minore democrazia, del maggiore o minore socialismo da istituire, ma lungo la sostanziale nuovissima linea che separa coloro che concepiscono come campo centrale della lotta quello antico, cioè la conquista e le forme del potere politico nazionale, e che faranno, sia pure involontariamente, il gioco delle forze reazionarie, lasciando che la lava incandescente delle passioni popolari torni a solidificarsi nel vecchio stampo e che risorgano le vecchie assurdità, e quelli che vedranno come compito centrale la creazione di un solido stato internazionale, che indirizzeranno verso questo scopo le forze popolari e, anche conquistato il potere nazionale, lo adopereranno in primissima linea come strumento per realizzare l’unità internazionale. Con la propaganda e con l’azione, cercando di stabilire in tutti i modi accordi e legami tra i movimenti simili che nei vari paesi si vanno certamente formando, occorre fin d’ora gettare le fondamenta di un movimento che sappia mobilitare tutte le forze per far sorgere il nuovo organismo, che sarà la creazione più grandiosa e più innovatrice sorta da secoli in Europa; per costituire un largo stato federale, il quale disponga di una forza armata europea al posto degli eserciti nazionali, spazzi decisamente le autarchie economiche, spina dorsale dei regimi totalitari, abbia gli organi e i mezzi sufficienti per fare eseguire nei singoli stati federali le sue deliberazioni, dirette a mantenere un ordine comune, pur lasciando agli Stati stessi l’autonomia che consente una plastica articolazione e lo sviluppo della vita politica secondo le peculiari caratteristiche dei vari popoli. Se ci sarà nei principali paesi europei un numero sufficiente di uomini che comprenderanno ciò, la vittoria sarà in breve nelle loro mani, perché la situazione e gli animi saranno favorevoli alla loro opera e di fronte avranno partiti e tendenze già tutti squalificati dalla disastrosa esperienza dell’ultimo ventennio. Poiché sarà l’ora di opere nuove, sarà anche l’ora di uomini nuovi, del movimento per l’Europa libera e unita! (…)

Oggi è il momento in cui bisogna saper gettare via vecchi fardelli divenuti ingombranti, tenersi pronti al nuovo che sopraggiunge così diverso da tutto quello che si era immaginato, scartare gli inetti fra i vecchi e suscitare nuove energie tra i giovani. Oggi si cercano e si incontrano, cominciando a tessere la trama del futuro, coloro che hanno scorto i motivi dell’attuale crisi della civiltà europea, e che perciò raccolgono l’eredità di tutti i movimenti di elevazione dell’umanità, naufragati per incomprensione del fine da raggiungere o dei mezzi come raggiungerlo. La via da percorrere non è facile né sicura, ma deve essere percorsa e lo sarà.

Altiero Spinelli, Ernesto Rossi, Eugenio Colorni (Ventotene, agosto 1941)
« Dopo aver studiato moltissimo il Corano, la convinzione a cui sono pervenuto è che nel complesso vi siano state nel mondo poche religioni altrettanto letali per l'uomo di quella di Maometto» Alexis de Tocqueville
mariok
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 2942
Iscritto il: 10/06/2008, 16:19

Re: L'Europa rischia il collasso

Messaggioda trilogy il 08/02/2016, 19:04

Il collasso finanziario lo stiamo rischiando sul serio....

Le chiusure di oggi in borsa:

francoforte -3,30
Pargi -3,20
Amesterdam -3,22
Bruxelles - 3,45
Madrid - 4,44
Milano - 4,69
Atenen - 7,8
Eurostoxx 50 -3,25

Spread BTP/BUND + 18%
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4253
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

PrecedenteProssimo

Torna a Temi caldi nel mondo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron