La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Ukraina: si muore nelle piazze per entrare nella UE

Discussioni su quanto avviene su questo piccolo-grande pianeta. Temi della guerra e della pace, dell'ambiente e dell'economia globale.

Re: Ukraina: si muore nelle piazze per entrare nella UE

Messaggioda flaviomob il 14/05/2014, 19:16

http://www.theguardian.com/commentisfre ... ohn-pilger


In Ukraine, the US is dragging us towards war with Russia


Washington's role in Ukraine, and its backing for the regime's neo-Nazis, has huge implications for the rest of the world


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: Ukraina: si muore nelle piazze per entrare nella UE

Messaggioda flaviomob il 18/05/2014, 17:56

dal Manifesto:


INTERNAZIONALE
Il governo di Majdan: «Fuori dal Parlamento i comunisti»
— Simone Pieranni, 17.5.2014
Ucraina. Simonenko, leader del Partito comunista vittima di un agguato, annuncia il ritiro dalla corsa alle presidenziali


Nel con­sueto silen­zio dei media nostrani, Kiev pro­se­gue la sua mar­cia tesa a mostrare ormai il suo vero volto, senza alcun pro­blema di natura etica e morale. Non bastasse il silen­zio sulla strage di Odessa e sui morti civili di Mariu­pol, o aver otte­nuto il governo a furor di quella parte di popo­la­zione che ha appog­giato i mili­ziani di Set­tore Destro in prima linea a Maj­dan, ora minac­cia di met­tere fuori legge il Par­tito comunista.

Secondo quanto emerso nei giorni scorsi sarebbe già pronta una bozza che dichia­re­rebbe ille­gale il Par­tito. Non solo, per­ché al ter­mine di una bur­ra­scosa seduta al par­la­mento di Kiev, il segre­ta­rio comu­ni­sta ucraino è stato vit­tima di un agguato da parte di una tren­tina di per­sone, che hanno ten­tato di incen­diar­gli l’auto.

Un clima di ten­sione e ven­dette, per­fetto per le mosse di Kiev, che imper­ter­rita pro­se­gue nella farsa del «tavolo di unità nazio­nale», che vede pre­sente l’ambasciatore ame­ri­cano, ma non i rap­pre­sen­tanti di sette milioni di per­sone che non si rico­no­scono nel governo di Maj­dan. Un tavolo dun­que di disu­nità, più che il con­tra­rio. Una seconda tor­nata di incon­tri, che pre­su­mi­bil­mente non por­terà a niente, men­tre Mosca riba­di­sce le pro­prie per­ples­sità sulle pre­si­den­ziali del 25 mag­gio, dopo aver – nelle scorse set­ti­mane – aperto a pos­si­bi­lità di dia­logo mai rece­pite da Unione euro­pea, Usa e Kiev.

E pro­prio riguardo le pre­si­den­ziali, Simo­nenko — segre­ta­rio dei comu­ni­sti ucraini – aveva annun­ciato la pro­pria rinun­cia alla corsa, accu­sando Kiev di non tenere conto di quanto sta acca­dendo nell’est del paese e accu­sando aper­ta­mente Tur­chy­nov e il pre­mier Yatse­niuk di cor­re­spon­sa­bi­lità nelle morti dei civili di Mariu­pol (che secondo i comu­ni­sti ucraini sareb­bero ben più di quanto cir­co­lato tra i media; la tra­du­zione dell’intervento di Simo­nenko si può tro­vare su mar​x21​.it men­tre aggior­na­menti sulla situa­zione ucraina si pos­sono tro­vare nella pagina Face­book, Con l’Ucraina anti­fa­sci­sta).

La rispo­sta di Tur­chy­nov è stata peren­to­ria, accu­sando il par­tito comu­ni­sta di appog­giare i «ter­ro­ri­sti». Il governo di Kiev, ha detto il pre­si­dente ad inte­rim, avrebbe già pronte le prove. Non troppo dif­fi­cile come ricerca, del resto, dato che il palazzo degli uffici del par­tito comu­ni­sta ucraino, dopo Maj­dan, divenne il quar­tier gene­rale di Set­tore Destro e altri grup­petti nazi­sti. Sem­plice quindi con­fe­zio­nare prove, all’interno di palazzi che, come nelle migliori tra­di­zioni fasci­ste, sono state infine bruciati.

Chi pen­sava dun­que che la situa­zione ucraina potesse risol­versi con Gine­vra o con il tavolo di pseudo unità nazio­nale, si è rive­lato un illuso: il gine­praio geo­po­li­tico e nazio­nale è sem­pre più teso e sem­pre più grave appare la situa­zione interna, nelle cui ana­lisi si è sem­pre sot­to­va­lu­tato il peso di forze con­ser­va­trici — per usare un eufe­mi­smo — alla cui guida «isti­tu­zio­nale» si è posta, nean­che troppo nell’ombra, Yulia Tymo­shenko, che già dal car­cere aveva defi­nito «eroi» i neo­na­zi­sti pro­ta­go­ni­sti della bat­ta­glia di Majdan.

Nel frat­tempo a Khar­kiv, nell’Ucraina orien­tale, è andato in scena il secondo round del dia­logo pro­mosso dal governo, con l’esclusione dei rap­pre­sen­tanti dei filo­russi che hanno accu­sato Kiev di essere una «giunta fascista».

Alla riu­nione hanno par­te­ci­pato il pre­mier Yatse­niuk, gli ex pre­si­denti Krav­chuk e Kuchma, il mini­stro dell’Interno, Ava­kov, e i rap­pre­sen­tati del Par­tito delle Regioni, la for­ma­zione che soste­neva il governo del pre­mier desti­tuito di Yanu­ko­vich. In aper­tura dei lavori il pre­mier ucraino ha riba­dito che il governo non intende nego­ziare con «i ter­ro­ri­sti», rife­ren­dosi alla forze filo­russe che hanno pro­cla­mato l’indipendenza a Done­tsk e Lugansk. «Il governo farà tutto il pos­si­bile per­chè depon­gano le armi», ha aggiunto.


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: Ukraina: si muore nelle piazze per entrare nella UE

Messaggioda flaviomob il 18/05/2014, 18:05

E dall'altra parte...


"Assassinii, torture, rapimenti e intimidazioni" contro civili, politici ucraini locali e giornalisti e un bilancio di 127 morti, fra cui molti semplici civili: una situazione di violenza e di degrado "allarmante" dei diritti umani viene denunciata nel travagliato est dell'Ucraina in un rapporto dell'Onu presentato oggi a Ginevra, che ha innescato una reazione furiosa della Russia.

...

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2 ... ee832.html


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

E' guerra

Messaggioda flaviomob il 03/06/2014, 20:00

Ucraina, la strage dal cielo
I filmati choc dell'ultimo raid
Le immagini girate dagli abitanti di Lugan ricordano a tratti Sarajevo: uomini senza vita, una donna a terra ricoperta di sangue, mucchi di corpi. Ecco la guerra che l'Europa non vuole vedere
di Nicolai Lilin
03 giugno 2014

Un bombardiere che va all'attacco tra le case e le auto. I razzi che all'improvviso esplodono davanti al parco pubblico e portano la morte nella vita quotidiana di una città. Le immagini che arrivano da Lugansk, nell'Ucraina orientale, abbattono i giri di parole e gli eufemismi: è una guerra, vera. I filmati diffusi sulla Rete mostrano quello che è accaduto lunedì a Lugansk. Un raid che ha ucciso civili, distrutto auto, crivellato le abitazioni e il municipio.
Il governo di Kiev ha inizialmente negato che l'assalto fosse opera delle sue forze armate. E ha fatto circolare una versione di comodo: i danni erano stati provocati da un'arma anti-aerea, fatta partire accidentalmente da alcuni miliziani.

I video choc girati dagli abitanti invece hanno testimoniato cosa era accaduto: un assalto dal cielo, condotto da un Sukhoi 25 dell'aviazione di Kiev. Un bombardiere che ha usato razzi “a saturazione”, destinati a devastare una grande area senza nessuna possibilità di mira. E dopo i dispacci di alcune agenzie internazionali, questa verità che è stata infine riconosciuta anche dalle fonti delle autorità ucraine.

Le immagini choc del raid nel centro di una città. Colpendo donne e ragazzi. La guerra che l'Europa non vuole vedere

La scena ripresa subito dopo il raid è drammatica. A tratti ricorda Sarajevo. Si vedono numerosi uomini senza vita. Uno indossa la maglia a righe bianche-azzurra tipica dei miliziani filorussi. Ma c'è una donna a terra, coperta di sangue, che cerca riparo dietro una vettura. Ci sono mucchi di corpi. Uno ha la camicia bianca. Un altro è caduto accanto a un mazzo di chiavi. In un angolo sembra di distinguere due ragazzi. Davanti alla sede del comune, probabilmente il bersaglio della raffica di razzi, c'è una barricata di copertoni.

Il numero delle vittime è incerto, come tutta la situazione nella zona orientale dell'Ucraina, dove in molti centri la popolazione è a maggioranza legata a Mosca ed è insorta contro il nuovo governo di Kiev. Lugansk è una città con mezzo milione di abitanti, a pochi chilometri dal confine russo: lì è nato Sergej Bubka, il campione di salto in alto. In epoca staliniana era stata ribattezzata Vorosilovgrad, in onore del generale sovietico Kliment Vorosilov; poi con la fine dell'Urss è tornata al suo nome storico.

Quello che colpisce di quanto sta accadendo a Lugansk e prima ancora a Donestk è il disinteresse dei media occidentali per l'escalation bellica. Per togliere le città agli insorti, il governo ucraino sta usando sempre più spesso i bombardamenti aerei: attacchi indiscriminati, lanciati a ridosso delle case e dei parchi. È stato segnalato anche l'uso di ordigni a grappolo, per impedire ai ribelli il controllo del territorio. È una guerra, combattuta con in nome dell'Europa. Mentre l'Europa non vuole aprire gli occhi sulla strage che è già cominciata, cancellando dai grandi media le immagini dell'orrore.

http://espresso.repubblica.it/internazi ... 4?ref=fbpe


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: Ukraina: si muore nelle piazze per entrare nella UE

Messaggioda flaviomob il 27/06/2014, 13:01



"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Dice Otto...

Messaggioda flaviomob il 09/07/2014, 22:41

"La forza della Russia può essere insidiata soltanto attraverso la separazione dell'Ucraina. Quelli che vogliono che ciò accada non solo devono dividerle ma devono mettere l'Ucraina contro la Russia, insanguinare le due parti dello stesso popolo e assistere a come il fratello uccide il fratello. Per realizzare questo devono individuare ed istruire traditori nel seno dell'élite nazionale e con il loro aiuto cambiare la coscienza di una parte del popolo, a tal punto che essa aborrisca tutto quanto è russo, aborrisca la propria stessa stirpe, senza nemmeno che se ne renda conto. Il resto lo farà il tempo."

Otto von Bismarck, 1870

(Citato da G. Chiesa, riportato da 100passijournal.info)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: Ukraina: si muore nelle piazze per entrare nella UE

Messaggioda flaviomob il 23/09/2014, 17:15



"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: Dice Otto...

Messaggioda franz il 23/09/2014, 21:05

flaviomob ha scritto:"La forza della Russia può essere insidiata soltanto attraverso la separazione dell'Ucraina. Quelli che vogliono che ciò accada non solo devono dividerle ma devono mettere l'Ucraina contro la Russia, insanguinare le due parti dello stesso popolo e assistere a come il fratello uccide il fratello. Per realizzare questo devono individuare ed istruire traditori nel seno dell'élite nazionale e con il loro aiuto cambiare la coscienza di una parte del popolo, a tal punto che essa aborrisca tutto quanto è russo, aborrisca la propria stessa stirpe, senza nemmeno che se ne renda conto. Il resto lo farà il tempo."

Otto von Bismarck, 1870

(Citato da G. Chiesa, riportato da 100passijournal.info)


Smettiamola di quotare quel poveretto di G. Chiesa, per favore ;-) e le sue citazioni alla cinofallica del 1800.
La forza della Russia (che si mostra in pieno dalla qualità dei sui supporter prezzolati) è già in crisi per la sua minata solidità finanziaria (eusurimento delle riserve valutarie, stagnazione del PIL, uso dedi fondi pensione per tirare a campare) e basta vedere chi mai presterebbe soldi alla Russia (finanziamento del debito pubblico) per capirci. La Russia (e non da sola, c'è anche il Sud Africa ed in Brasile) sono alla frutta per eccesso di corruzione. Dei Brics si salvano solo India e Cina.
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20948
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Ukraina: si muore nelle piazze per entrare nella UE

Messaggioda flaviomob il 23/09/2014, 23:29

cinofallica è espressione offensiva ;)


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: Ukraina: si muore nelle piazze per entrare nella UE

Messaggioda trilogy il 06/12/2014, 0:13

Ucraina, un governo "targato Usa"
Nell'esecutivo figure gradite a Washington: come Natalie Jaresko al dicastero delle Finanze
:mrgreen:
MOSCA - L'Ucraina di Maidan ha un nuovo governo. Dopo mille polemiche e veleni, il parlamento di Kiev ha dato la fiducia a un esecutivo con all'interno la presenza inedita di ben tre stranieri alla testa di ministeri chiave: figure gradite soprattutto a Washington a cui il presidente Petro Poroshenko ha concesso a tamburo battente la cittadinanza ucraina proprio in vista della loro imminente designazione.

All'americana d'origine ucraina Natalie Jaresko - tra i fondatori della società finanziaria Horizon Capital - Kiev ha consegnato di fatto portafogli del Paese, affidandole il dicastero delle Finanze. Il lituano Aivaras Abromavicius - partner del gruppo East Capital - è invece il nuovo ministro dell'Economia. Mentre Alexander Kvitashvili - ex ministro della Sanità georgiano sotto l'ex presidente Mikhail Saakhasvili (oggi sotto processo in patria e rifugiato negli Usa) assume adesso il controllo dello stesso ministero a Kiev. Si tratta di tre nomine strategiche di fronte alla crisi economica che investe l'Ucraina e alle impopolari riforme che potrebbero essere alle porte.

Premier resta invece Arseni Iatseniuk, considerato pure politicamente vicino a Washington. Mentre sono confermati i titolari di Esteri e Difesa, il diplomatico Pavlo Klimkin e il generale Stepan Poltorak, entrambi in quota Poroshenko.[..]

http://www.cdt.ch/mondo/politica/120474 ... o-usa.html
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4254
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Precedente

Torna a Temi caldi nel mondo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron