La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Qualche idea (non nuova) per ripartire

Il futuro del PD si sviluppa se non nega le sue radici.

Qualche idea (non nuova) per ripartire

Messaggioda Giovigbe il 11/09/2018, 8:31

Parto da una considerazione di Pianogrande per aprire un nuovo argomento.

pianogrande ha scritto:Quello è il nostro problema e per me è chiarissimo che non lo risolvono né Renzi né Martina (e né il PD?).


Credo anche io che ne Renzi ne Martina risolveranno alcun problema, forse neanche il PD .......ma un P... certamente si.
Intendo dire che una forma partito per raccogliere e incanalare il consenso è oggi comunque necessaria (e prevista dalla costituzione)

Ma, al di là degli uomini, occorre individuare idee (poche ma chiare) capaci di mobilitare le persone (anche se poi resta vero che le idee camminano sulle gambe degli uomini).

A tal proposito ieri, ascoltando il solito sondaggio del lunedì su La7, sono rimasto colpito dal 2,5% attribuito a "potere al popolo" sigla che ritenevo scomparsa dal 1976.

Questo mi ha fatto pensare che forse rilanciare qualche idea di sinistra non sarebbe male (anche M5S è pieno di parole di sinistra)

Alcuni esempi (non nuovi, appunto .....i soliti):
- la corruzione ci costa 60 miliardi l'anno (3 finanziare): ma una seria legge anticorruzione???? Ma dobbiamo lasciare a M5S questa parola d'ordine??? Purtroppo il PD dovrebbe fare una legge contro se stesso quindi non è proprio un soggetto adatto;
- l'evasione fiscale ci costa 250 miliardi l'anno: io (che non ho nulla da temere ne da perdere) accetterei tranquillamente un regime poliziesco (non un condono badate bene) pur di ridurre questa piaga;
- un piano Marshall per il lavoro pagato con gli introiti dei provvedimenti di cui sopra. Lavoro stabile non reddito di cittadinanza;

Non vado oltre. Vedete quattro o cinque parole d'ordine che se camminassero su gambe credibili potrebbero essere vincenti
Ci sono uomini che usano le parole all'unico scopo di nascondere i loro pensieri. VOLTAIRE
Giovigbe
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 801
Iscritto il: 23/05/2008, 20:52

Re: Qualche idea (non nuova) per ripartire

Messaggioda franz il 11/09/2018, 9:10

Giovigbe ha scritto:Alcuni esempi (non nuovi, appunto .....i soliti):
- la corruzione ci costa 60 miliardi l'anno (3 finanziare): ma una seria legge anticorruzione???? Ma dobbiamo lasciare a M5S questa parola d'ordine??? Purtroppo il PD dovrebbe fare una legge contro se stesso quindi non è proprio un soggetto adatto;
- l'evasione fiscale ci costa 250 miliardi l'anno: io (che non ho nulla da temere ne da perdere) accetterei tranquillamente un regime poliziesco (non un condono badate bene) pur di ridurre questa piaga;
- un piano Marshall per il lavoro pagato con gli introiti dei provvedimenti di cui sopra. Lavoro stabile non reddito di cittadinanza;

Non vado oltre. Vedete quattro o cinque parole d'ordine che se camminassero su gambe credibili potrebbero essere vincenti

I miei 2 c.
Parto dall'evasione. Un regime poliziesco non serve affatto a reprimere l'evasione. L'evasione la si combatte agendo sulle cause, non con il manganello o la mitraglietta.

Le cause sono note:
1) eccessiva pressione fiscale (diretta e indiretta) e contributiva;
2) eccessiva burocrazia (su questo torno dopo) nel senso di passaggi burocratici e regolamenti per fare qualsiasi cosa, soprattutto per le imprese. Riprendo il noto caso delle 400 ore che ognuno passa ogni anno a fare code agli sportelli pubblici per avere timbri e nulla osta che servono per fare file ad altri sportelli;
3) eccessivo sistema delle norme: leggi, regolamenti, circolari (vedere il pasticcio sui vaccini che hanno appena combinato) costituto da decine di migliaia di leggi (non si sa con precisione) scritte male, incomprensibili, spesso in contraddizione tra loro;
4) eccessiva complessità del sistema tributario, composto da migliaia di agevolazioni e centinaia di balzelli, con un sistema complicato e farraginoso per i ricorsi;

Tutto questo induce milioni di aziende e lavoratori a ricorrere al sommerso, vuoi per pagare meno imposte, vuoi per la mancanza di permessi e autorizzazioni etc.

Premesso che un sistema poliziesco costa e che quindi aggraverebbe la necessità di gravame fiscale, molte aziende sceglierebbero di sottrarsi de-localizzando, andandosene. Cosa già in atto da tempo, tra l'altro. Questo impoverirebbe la base imponibile, creando di fatto un ulteriore inasprimento fiscale su chi rimane.

Se invece si aggredissero le cause, delegificando, semplificando, scrivendo testi unici comprensibili e coerenti, diminuendo burocrazia, spesa pubblica e quindi anche imposte, ecco che gradualmente molte aziende emergerebbero e altre tornerebbero.

Da qui si capisce che il piano marshall non serve. Quei soldi devono tornare al paese sotto forma di meno tasse. Questo è l'unico piano. Se le aziende hanno più soldi e sanno di avere mercato, investono e assumono.
Con meno burocrazia le imprese diventano più competitive, anche sui mercati esteri.

E si capisce anche, spero, che se abbattiamo la burocrazia (in altri nazioni piu' efficienti lo stesso atto amministrativo richiede meno tempo e meno passaggi tra uffici) e tutto quanto c'è di farraginoso, aggrediamo anche la maggior spinta alla corruzione. Qui anche va ridotto il perimetro dello stato, perché maggiore esso è, maggiore la spinta alla corruzione pubblica. Se riduciamo il permetro, riduciamo le spese e le imposte.

Abbiamo trovato la quadratura del cerchio? Forse. Manca ancora il capitolo pensioni, che è il problema più spinoso per i conti pubblici. Ma non vorrei mettere troppa carne al fuoco.

Ecco, un qualsiasi P che si impegnasse a fare questo avrebbe il mio voto.
Non mi interessa il nome. Potrebbe anche chiamarsi "potere al popolo" :-)
Ed avere il motto "non importa il colore del gatto: basta che prenda il topo" :D
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20812
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Qualche idea (non nuova) per ripartire

Messaggioda pianogrande il 11/09/2018, 9:44

Il nome conta davvero poco.
fa parte delle chiacchiere.

Perfino l'uomo invisibile che dicono sia capo del governo si è dichiarato "avvocato difensore degli italiani" con la stessa faccia tosta con cui ha dichiarato il suo dispiacere di non poter essere l'avvocato difensore dei milioni che la lega deve allo stato.

Il regimi polizieschi sono una delle madri di tutte le corruzioni.
Il potere incontrastato ha sempre generato élite altamente mafiose ed anche per questo sono un convintissimo democratico.

La mia idea di base quindi è democrazia ed equilibrio dei poteri con aggiunta di legalità.

In questo senso, la prima P da mettere in campo non è quella di "Partito" ma quella di "Popolo" perché al di là di ogni demagogia, è proprio il popolo il problema principale.

Il suo livello culturale, i suoi costumi, la sua onestà materiale e intellettuale.

Entrambe le P sono necessarie e debbono lavorare di concerto ma oltre all'equilibrio dei poteri ci vuole anche quello delle responsabilità e questo è forse lo scoglio più importante ma più difficile da superare perché si fa in fretta a sbraitare quando non si risponde di nulla.

Mi fermo per non mettere anche io troppe bistecche sulla brace.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9694
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Qualche idea (non nuova) per ripartire

Messaggioda Giovigbe il 11/09/2018, 16:59

Non mi convince molto il "circolo virtuoso" che tu hai delineato:

a) le aziende hanno avuto gli sgravi per assumere: hanno assunto con figure di comodo (es: stagista) e licenziato appena finiti gli sgravi.

b) per non parlare degli evasori totali ....come li trovi??

Insomma mi sembra la solita storia.....prima lo stato cala le brache ....poi non raccoglie nulla
Ci sono uomini che usano le parole all'unico scopo di nascondere i loro pensieri. VOLTAIRE
Giovigbe
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 801
Iscritto il: 23/05/2008, 20:52

Re: Qualche idea (non nuova) per ripartire

Messaggioda franz il 11/09/2018, 20:57

Giovigbe ha scritto:Non mi convince molto il "circolo virtuoso" che tu hai delineato:

a) le aziende hanno avuto gli sgravi per assumere: hanno assunto con figure di comodo (es: stagista) e licenziato appena finiti gli sgravi.

b) per non parlare degli evasori totali ....come li trovi??

Insomma mi sembra la solita storia.....prima lo stato cala le brache ....poi non raccoglie nulla

Quindi mi spieghi, e hai ragione, che l'intervento pubblico (che costa) per far assumere .... non funziona.
Benvenuto nel club.
Ovviamente se uno mi paga, assumo. Quando non mi paga piu', licenzio.
Immer profitiren, dicono i tedeschi.
Uno mi regala una vettura per un anno? La prendo. Poi la rendo.
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20812
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Qualche idea (non nuova) per ripartire

Messaggioda pianogrande il 12/09/2018, 0:23

L'evasione fiscale fa sospettare un patto tra la politica e una parte della popolazione.

Pagare meno per pagare tutti è la solita arroganza del più forte.

Pagare tutti per pagare meno mi sembra molto più ragionevole e corretto.

Chi vince ha sempre ragione, come si dice nello sport e nel nostro paese vincono i furbi di cui gli evasori fiscali fanno parte integrante; poi le parole per cercare giustificazioni si trovano sempre.

La compenetrazione tra volontà politica ed evasione fiscale è così incancrenita che per venirne fuori ci vorrebbe una vera e propria guerra civile.

Paganti da una parte e parassiti dall'altra.

Siccome nessuno prende le armi (e ci mancherebbe) si va avanti così e come al solito ci rimettono i più deboli cioè i redditi fissi (che non sono più onesti ma semplicemente più esposti) ai quali tocca sorbirsi anche la morale.

Gli evasori sono semplicemente dei ladri che rubano a una parte del popolo e cioè a chi paga.

Gli rubano i soldi delle tasse e gli rubano i servizi sociali riservati ai "poveri".

Se vogliamo parlare di un rilancio del paese e della politica, non possiamo partire cercando giustificazioni a questa ingiustizia.

Sono naturalmente d'accordissimo sul fatto di rendere lo stato più affidabile ed efficiente a partire dalla burocrazia e dalla giustizia ma non accetto che i costi della situazione attuale siano scaricati solo su una parte del popolo.

Uno dei primi passi/risultati non può non essere il ristabilimento della legalità
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9694
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Qualche idea (non nuova) per ripartire

Messaggioda Giovigbe il 12/09/2018, 11:45

franz ha scritto:
Giovigbe ha scritto:Non mi convince molto il "circolo virtuoso" che tu hai delineato:

a) le aziende hanno avuto gli sgravi per assumere: hanno assunto con figure di comodo (es: stagista) e licenziato appena finiti gli sgravi.

b) per non parlare degli evasori totali ....come li trovi??

Insomma mi sembra la solita storia.....prima lo stato cala le brache ....poi non raccoglie nulla

Quindi mi spieghi, e hai ragione, che l'intervento pubblico (che costa) per far assumere .... non funziona.
Benvenuto nel club.
Ovviamente se uno mi paga, assumo. Quando non mi paga piu', licenzio.
Immer profitiren, dicono i tedeschi.
Uno mi regala una vettura per un anno? La prendo. Poi la rendo.


Soluzione: il lavoro a breve costa 10 volte di più di quello stabile (un po' come il taxi e la macchina di proprietà)
Sei libero (economia liberale) di scegliere, ma se sgarri chiudi (vincoli precisi uguali per tutti per salvaguardare la concorrenza secondo i canoni di una economia liberale).

L'intervento pubblico (es: sgravi fiscali solo per lavori a tempo indeterminato, durata tre anni, e senza possibilità di licenziare dopo) sono buoni perché generano reddito per un giovane (mica campa con gli sgravi) che poi genera consumi.

Il problema non è il lavoro (che magari c'è, come dimostra la pletora di sottopagati senza alcuna garanzia) ma le condizioni a cui si vuole darlo
Ci sono uomini che usano le parole all'unico scopo di nascondere i loro pensieri. VOLTAIRE
Giovigbe
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 801
Iscritto il: 23/05/2008, 20:52

Re: Qualche idea (non nuova) per ripartire

Messaggioda Giovigbe il 12/09/2018, 11:55

pianogrande ha scritto:L'evasione fiscale fa sospettare un patto tra la politica e una parte della popolazione.

Pagare meno per pagare tutti è la solita arroganza del più forte.

Pagare tutti per pagare meno mi sembra molto più ragionevole e corretto.

Chi vince ha sempre ragione, come si dice nello sport e nel nostro paese vincono i furbi di cui gli evasori fiscali fanno parte integrante; poi le parole per cercare giustificazioni si trovano sempre.

La compenetrazione tra volontà politica ed evasione fiscale è così incancrenita che per venirne fuori ci vorrebbe una vera e propria guerra civile.

Paganti da una parte e parassiti dall'altra.

Siccome nessuno prende le armi (e ci mancherebbe) si va avanti così e come al solito ci rimettono i più deboli cioè i redditi fissi (che non sono più onesti ma semplicemente più esposti) ai quali tocca sorbirsi anche la morale.

Gli evasori sono semplicemente dei ladri che rubano a una parte del popolo e cioè a chi paga.

Gli rubano i soldi delle tasse e gli rubano i servizi sociali riservati ai "poveri".

Se vogliamo parlare di un rilancio del paese e della politica, non possiamo partire cercando giustificazioni a questa ingiustizia.

Sono naturalmente d'accordissimo sul fatto di rendere lo stato più affidabile ed efficiente a partire dalla burocrazia e dalla giustizia ma non accetto che i costi della situazione attuale siano scaricati solo su una parte del popolo.

Uno dei primi passi/risultati non può non essere il ristabilimento della legalità


Sono fatto così male che cercavo nel tuo intervento cosa replicava o dissentiva dal mio.

Per quanto mi sono sforzato mi sembrano le stesse cose che ho detto io.

Poi, d'improvviso, la luce che mi ha fatto capire perché la destra vince e la sinistra no

pianogrande ha scritto:........
Pagare meno per pagare tutti è la solita arroganza del più forte.

Pagare tutti per pagare meno mi sembra molto più ragionevole e corretto.


Io non riesco a capire la differenza ............per il resto sono d'accordo ........ma per favore, se hai un minuto, spiegamela.
Ciao
Ci sono uomini che usano le parole all'unico scopo di nascondere i loro pensieri. VOLTAIRE
Giovigbe
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 801
Iscritto il: 23/05/2008, 20:52

Re: Qualche idea (non nuova) per ripartire

Messaggioda franz il 12/09/2018, 12:40

Ma quale pagare tutti per pagare meno?
Ancora vi fate fregare, per non dire fottere, da queste favole?
Sono 20 anni che ogni governo di ogni colore strombazza colossali vittorie contro l'evasione!
Scoperti mille evasori qui, scoperti 20 miliardi là .... anno dopo anno dovremmo aver dimezzato la pressione fiscale!

Invece ecco qui i dati (banca mondiale)

https://www.google.com/publicdata/explo ... &ind=false

Da qui si capisce che ogni incasso tributario extra è stato trasformato in nuova spesa, nuove prebende, assunzioni di forestali comprese.

Quindi non è tanto che vi prendono per i fondelli, ... è prorio che ve lo ficcano dietro, senza vasellina.

Mi riferisco all'ombrello di Altan, naturalmente. :-)
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20812
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Qualche idea (non nuova) per ripartire

Messaggioda Robyn il 12/09/2018, 13:01

Pagare tutti per pagare meno significa recuperare l'evasione e utilizzarla per diminuire la tassazione.Pagare meno per pagare tutti invece è diverso perche crea dei buchi di bilancio.Cioè ti ho dimunito la tassazione ma con quali soldi se non li ho recuperati?Sul contratto a protezioni crescenti di Giobgive non sono d'accordo.La prova dura un'anno poi assunzione
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 8662
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Prossimo

Torna a Ulivo e PD: tra radici e futuro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron