La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Avevo detto basta col PD

Il futuro del PD si sviluppa se non nega le sue radici.

Avevo detto basta col PD

Messaggioda franz il 26/08/2018, 19:44

25 agosto 2018
Luca Sofri

Pochi, ma qualcuno – malgrado le mie attenzioni – ha interpretato il mio post di due giorni fa come la proposta di abbandonare il PD, sciogliere il PD, rinunciare al PD, cambiare nome al PD o simili. Ci metto poco a ripeterlo più chiaramente: il mio suggerimento era di non pensare il PD, com’è oggi e com’è considerato oggi, come lo strumento per affrontare la “crisi” politica e culturale corrente, perché non ce la fa, oggi, inevitabilmente. Per errori al suo interno (il PD è un partito, non ha volontà propria, è chi lo fa) e per come gran parte dell’opinione pubblica (sbagliando e no) lo considera.

Ma è chiaro che nessuna persona ragionevole e rispettosa può pensare di togliere senso e valore al secondo partito italiano, votato da sei milioni di persone, funzionante sul lavoro di tantissime, che produce buone intenzioni e pure buoni risultati: in scale insufficienti. E che è il frutto del progetto politico più promettente e volenteroso del millennio, in Italia: il problema è che nel frattempo stava cambiando il millennio. Il Partito Democratico – come Barack Obama – è stato uno degli ultimi grandi successi progressisti di un tempo che stava finendo, e nel quale i progressisti del mondo si erano convinti che ormai non sarebbe finito più: quello del progresso civile, culturale, democratico, appunto, immaginato come inerziale e scontato. Era lo strumento per una volontà che stava diventando minoritaria, e ha pensato fosse impossibile, che diventasse minoritaria: oltre naturalmente a fare grandi sbagli che hanno contribuito al disastro, non solo quello di sottovalutare.

Le due cose – il suo valore e il suo fallimento – oggi secondo me hanno la sola prospettiva di trovare una sintesi se il valore prende atto del fallimento, anzi dei fallimenti: ripeto, gli sbagli rispetto all’esecuzione del progetto, e la sottovalutazione del cambiamento intorno. Il PD oggi avrebbe bisogno (inciso: non succederà, realisticamente, siamo spacciati, “sono pessimista ma me ne dimentico sempre“) di ripensare se stesso, nei suoi funzionamenti e nella sua capacità di comprensione e adattamento alla realtà. Azzeramenti veri, di pensiero innanzitutto. Cose immense su cui lavorare, che non possono convivere con la gestione del quotidiano politico o la ricerca di soluzioni a breve (la ricerca di soluzioni a breve – elemento tra i più contagiosi e caratterizzanti di ogni aspetto di questi tempi, personale, politico, economico – è una ragione della scomparsa del progetto e della visione, nel mondo): con l’idea di far cadere il governo senza avere la forza eventuale di rimpiazzarlo con niente, per esempio. Ho detto per esempio.

Non fatela diventare la cosa centrale in questo ragionamento, è solo per spiegarmi e far divertire chi si diverte con queste cose: se non gli fossi affezionato e non volessi il suo bene, io commissarierei il PD e lo affiderei a Walter Veltroni, che si occupi di ricostruirlo e ripensarlo, con la competenza di chi sa cos’è e la duttilità di chi capisce che deve diventare altro, e ci vorranno tempo e fallimenti: ma non c’è mai stato tanto tempo come ora e tanto spazio per i fallimenti. Non la motivo ulteriormente per non sopravvalutarla, appunto: è l’unica piccola idea che mi viene, ed è perfida.

https://www.wittgenstein.it/2018/08/25/ ... ta-col-pd/
E però, in ogni nostra diliberazione si debbe considerare dove sono meno inconvenienti, e pigliare quello per migliore partito: perché tutto netto, tutto sanza sospetto non si truova mai.
Niccolò Machiavelli (Firenze, 3.5.1469 – Firenze, 21.6.1527)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20738
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Avevo detto basta col PD

Messaggioda Robyn il 26/08/2018, 20:19

La sinistra ha un futuro se riscopre la felicità del popolo se di fronte alle ingiustizie sà reagire e le affronta.Per quel che riguarda la rivoluzione del 68 questo è stato un momento di grande liberazione ma poi si è caratterizzato per degli eccessi e delle deviazioni.Attualmente siamo nella situazione opposta del 68 cioè la sinistra impone il grembiule e gli abiti di ordinanza aziendale ai lavoratori che sono contro la personalità e la libertà di vestire come si vuole.In materia di lavoro la sinistra non ha saputo trovare il giusto equilibrio fra lavoratori e datori di lavoro.Per ex avere avversato il limite dei 24 mesi ai contratti a termine è grave,per quello temo una una eventuale crisi pentastelle-lega perche una sinistra non rinnovata potrebbe fare nuovi danni ai lavoratori.In merito al debito pubblico probabilmente esiste la spesa improduttiva che lo fà crescere.Per ex gli scatti di anzianità nel pubblico impiego fanno aumentare la spesa.La strada sarebbe quella che se si entra come impiegati nella Pa si possono avere scatti di livello con la meritocrazia e non rimanere vita natural durante a fare l'impiegato.In ogni caso gli scatti di anzianità possono avere un limite oltre il quale non si maturano più e rimanere in forma sporadica.La strada riformista non viene abbandonata ma è molto diversa da quella seguita fino ad adesso
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 8552
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Avevo detto basta col PD

Messaggioda Giovigbe il 29/08/2018, 15:44

Io so un po' stufarello, faccio fatica a legge cose lunghe, poi vado giù de panza e quindi so poco attendibile nelle valutazioni, ma.........caxxo uno spicciolo di analisi no???. Come se fa a pensà a qualunque altra cosa di diverso dall'attuale PD se nun se fa un analisi seria degli errori (seria e nominativa)???

Butto là il solito esempio: caxxo, riducendo tutte le tutele (a partire dall'art. 18 che nun c'era riuscito manco er berlusca), avemo finito pe mette la dignità del lavoratore nelle mani de Di Maio; nun so si se rennemo conto??? :lol: :lol: :lol: :lol:
Ci sono uomini che usano le parole all'unico scopo di nascondere i loro pensieri. VOLTAIRE
Giovigbe
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 796
Iscritto il: 23/05/2008, 20:52

Re: Avevo detto basta col PD

Messaggioda Robyn il 30/08/2018, 13:22

Walter Veltroni -E' il momento di cambiare registro serve un'altra sinistra altrimenti la democrazia rischia

Massimo Cacciari-Serve un csx che unisca tutti che si occupi dei problemi dei lavoratori sempre più alle prese con la precarietà.Un csx non centralista ma federale con leader eletti dal basso direi anche che non indeboliscano il partito per ex un terzo,un terzo,un terzo perche la nostra costituzione parla di "partiti" all'art 49.Naturalmente non un partito burocratico dominato da liturgie,ma un partito dove sia garantita la democrazia interna

Zingaretti-Sono d'accordo bisogna cambiare pagina

Giavazzi e Alesina-Il piccolo mondo antico?
Qui le cose cambiano se gli esercizi commerciali vogliono rimanere aperti possono farlo ma non possono costringere i lavoratori del commercio a lavorare nei week end e nelle festività.Stare a casa il sabato e la domenica ,all'immacolata concezione,pasqua,natale e ferragosto non è piccolo mondo antico perche la mamma fà la sagna,si và al parco,in chiesa, sugli appennini,in discoteca e si esce con la fidanzata.Non è piccolo mondo antico contrastare la precarietà
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 8552
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Avevo detto basta col PD

Messaggioda pianogrande il 31/08/2018, 11:24

Robyn ha scritto:Walter Veltroni -E' il momento di cambiare registro serve un'altra sinistra altrimenti la democrazia rischia

Massimo Cacciari-Serve un csx che unisca tutti che si occupi dei problemi dei lavoratori sempre più alle prese con la precarietà.Un csx non centralista ma federale con leader eletti dal basso direi anche che non indeboliscano il partito per ex un terzo,un terzo,un terzo perche la nostra costituzione parla di "partiti" all'art 49.Naturalmente non un partito burocratico dominato da liturgie,ma un partito dove sia garantita la democrazia interna

Zingaretti-Sono d'accordo bisogna cambiare pagina

Giavazzi e Alesina-Il piccolo mondo antico?
Qui le cose cambiano se gli esercizi commerciali vogliono rimanere aperti possono farlo ma non possono costringere i lavoratori del commercio a lavorare nei week end e nelle festività.Stare a casa il sabato e la domenica ,all'immacolata concezione,pasqua,natale e ferragosto non è piccolo mondo antico perche la mamma fà la sagna,si và al parco,in chiesa, sugli appennini,in discoteca e si esce con la fidanzata.Non è piccolo mondo antico contrastare la precarietà


Ti rispondo subito perché domani è sabato....

Non solo ci vuole un partito nuovo ma, siccome ci vuole anche un popolo nuovo meno ignorante e meno facilone, questo partito dovrebbe prendersi la briga di curare una certa diffusione della cultura e lottare innanzitutto contro la dilagante semina di ignoranza odio e invidia.

Chi può avere il coraggio di spendersi su una strada simile?

Indicatemi qualcuno e mi arruolo e ci metto l'anima.

Le corazzate berlusconiane hanno fatto polvere di tutta la cultura di sinistra (ma anche politica in generale) che aveva il suo tempio sopratutto nelle fabbriche.

Certo che a distruggere si fa più ij fretta che a costruire (e ce n'erano voluti di anni) e adesso chi ricostruisce ripartendo da zero e dal basso e rischiando la marginalità?

Ormai siamo alla politica cogli l'attimo e forse un popolo ignorante, facilone, invidioso e vigliacchetto fa comodo un po' a tutti.

Personalmente non mollo.

Bah!
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9634
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Avevo detto basta col PD

Messaggioda Robyn il 31/08/2018, 22:54

non è nè facile nè semplice fare un'analisi perche può non essere quella giusta.Questa situazione c'è un pò in tutti paesi europei in Francia con la Le Pen in Germania con l'Afd in Gran Bretagna con Farage per poi passare all'Italia.In sintesi non credo che tutto sia dovuto allo scarso grado di istruzione perche paesi che hanno livelli di istruzione più alti da molto tempo sono interessati anch'essi dall'antieuropeismo se pur in forme diverse più intense o meno intense.Qualsiasi popolo ha i suoi pregi e i suoi difetti si tratta di capire il popolo quali le sue aspirazioni le sue tradizioni,non c'è dubbio che dovrà esaurirsi in Italia la spinta propulsiva demagogica prima era il sud,poi gli impiegati statali,poi i lavoratori,poi gli immigrati prima o poi ci si stancherà della demagogia e torneranno i Lumi.A fianco a questo possono esserci errori più o meno accentuati delle classi dirigenti.Il miglior modo per demolire il progressismo e fargli prendere delle cattive pieghe delle deviazioni.Se l'esercizio commerciale vuole rimanere aperto può farlo ma i lavoratori che nei week end e nelle festività vogliono rimanere a casa deve essere permesso per legge di rimanere a casa.Spesso possono essere cattive regolazioni delle leggi a fare la loro cattiva parte.La legge sullo jus soli?certo che và fatta ma non può essere un pretesto per un flusso incontrollato dell'immigrazione.Se le leggi si prestano alla competizione ideologica non se ne esce,le leggi non possono essere usate per affermare questa o quella ideologia.Ad ex altro errore è stato definire le dichiarazioni anticipate di trattamento,dat "disposizioni anticipate di trattamento" cosi ci si presta all'ideologia.Del popolo bisogna costruire sempre la sua felicità che è iscritta nella costituzione Repubblicana
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 8552
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Avevo detto basta col PD

Messaggioda Robyn il 02/09/2018, 10:37

Zingaretti propone di cambiare nome al PD.Sono d'accordo il nome PD è un nome un pò fanatico che non si addice alla natura del csx.Tutta la coalizione di csx dovrebbe stare sotto il simbolo della Rosa senza il pugno.Come chiamarlo non lo sò PLS PSL etc oppure PE partito europeo di sinistra
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 8552
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Avevo detto basta col PD

Messaggioda trilogy il 03/09/2018, 22:08

Certo che indire la manifestazione il 29 settembre a Roma quando c'è il derby roma lazio è, come dire... sconcertante...
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4129
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: Avevo detto basta col PD

Messaggioda pianogrande il 03/09/2018, 22:52

trilogy ha scritto:Certo che indire la manifestazione il 29 settembre a Roma quando c'è il derby roma lazio è, come dire... sconcertante...


Questa mi colpisce davvero.

Il partito del rinvio riesce a mimetizzarsi un'altra volta?

Già mi sembrava un po' troppo tempo da qui al 29 e adesso imparo anche questa.

Se la fanno al mattino, un po' di ultras scassa vetrine e cristalli auto arrivano di sicuro e poi diranno che con i "comunisti" c'è poco da stare tranquilli.

Me sento male, diceva Gassman nel noto film.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9634
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Avevo detto basta col PD

Messaggioda trilogy il 04/09/2018, 17:27

Giovigbe ha scritto:... Butto là il solito esempio: caxxo, riducendo tutte le tutele (a partire dall'art. 18 che nun c'era riuscito manco er berlusca), avemo finito pe mette la dignità del lavoratore nelle mani de Di Maio; nun so si se rennemo conto??? :lol: :lol: :lol: :lol:


Però Dimaio l'art 18 non l'ha reintrodotto...
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4129
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Prossimo

Torna a Ulivo e PD: tra radici e futuro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron