La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Il PD in calo nei sondaggi

Il futuro del PD si sviluppa se non nega le sue radici.

Re: Il PD in calo nei sondaggi

Messaggioda mariok il 24/09/2015, 11:17

pianogrande ha scritto:L'inconsistenza dei 5 stelle quando si arriva alla concretezza al di là dei bavagli e dei canguri sui banchi del governo e della asfaltatura di mulattiere; quella è la vera forza di Renzi.

Quanto durerà?


E' difficile dirlo. Ma ho l'impressione che sia lo stesso Renzi che sta mettendo le premesse per arrivare ad una svolta.

Tra le decine di fanfaronate che esprime, ogni tanto fa intravedere che un progetto in testa ce l'ha.

Quando ha forzato la mano per far fuori Letta (il cui mantra, molti lo hanno dimenticato era la "stabilità" cioè un sostanziale immobilismo che gli permettesse di galleggiare) ha giustificato la sua svolta con l'esigenza di procedere velocemente con le riforme: quella costituzionale e quella elettorale.

Tutti i suoi comportamenti successivi sono apparsi coerenti con questa priorità: portare in porto quelle due riforme il più in fretta possibile, a qualunque costo, anche facendo patti col "diavolo" (ieri Berlusconi, oggi, a quanto pare, Verdini e Bersani).

Non sappiamo il contenuto di questi patti: cosa e quanto ha dovuto mettere sul tavolo per ottenere l'appoggio alle sue riforme. Quello che è certo è che le attese di cambiamento che aveva suscitato sono andate in gran parte deluse.

Con Grillo mi pare che sotto sotto ci sia un accordo almeno sulla legge elettorale: non c'è dubbio che il meccanismo che ne è venuto fuori (premio di maggioranza dato alla lista e non alla coalizione) favorisce innanzitutto il M5S, oltre che al partito della nazione prossimo venturo.

Tutto sembra quindi andare verso un appuntamento elettorale (a mio giudizio, prima del 2018) che vedrà un ballottaggio tra il M5S ed il PD-partito della nazione.

Entrambi i partiti non credo saranno quelli di oggi:

i 5 stelle non si libereranno di Grillo e Casaleggio, ma credo che cercheranno di darsi un minimo di gruppo dirigente;

il PD dipenderà da quello che Renzi sarà riuscito a fare, se si libererà definitivamente dei vecchi dinosauri ex-Ds (a quelli ex-margherita, Rutelli, Fioroni, Marini, De Mita ecc. ci ha già pensato sotto la reggenza Bersani) e cosa dovrà imbarcare per portarsi dentro definitivamente i voti del centro e di Fi.

Ed allora saremo chiamati a scegliere: tra quali reali alternative è ancora presto per dirlo.

Quello che mi sembra abbastanza certo è che la Lega e la vecchia sinistra saranno fuori gioco.
« Dopo aver studiato moltissimo il Corano, la convinzione a cui sono pervenuto è che nel complesso vi siano state nel mondo poche religioni altrettanto letali per l'uomo di quella di Maometto» Alexis de Tocqueville
mariok
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 2943
Iscritto il: 10/06/2008, 16:19

Re: Il PD in calo nei sondaggi

Messaggioda pianogrande il 24/09/2015, 11:43

Grazie dell'incoraggiamento Mariok.

E allora saranno gli italiani che dovranno decidere tra Renzi e "Grillo" (questo lo metto tra virgolette come entità più che come persona).

A quel punto Renzi (che contro i grillini non dovrebbe comunque avere problemi) potrebbe avere meno zavorra e passare meno tempo e sprecare meno energie a convincere "i suoi".

Spero che "i dinosauri" finiscano davvero per fondare un proprio partito così potremo affondarli noi alle elezioni.

L'incoraggiamento sta nell'idea che Renzi abbia finora deluso per scarsa autonomia decisionale piuttosto che per sua incapacità.

Dovrebbe, però, mettere in luce la sua personale intelligenza e questa mi appare in progressivo appannamento mentre dovrebbe essere la sua forza nella prossima campagna elettorale.

Insomma, si dia una immagine meno basata sulle battutine e i tweet.
Ci faccia vedere che suda, che soffre (perfino).
Se no, finiremo (o finiranno) per vederlo come un presuntuoso superficiale e quella sarebbe la sua fine.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9898
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Il PD in calo nei sondaggi

Messaggioda mariok il 24/09/2015, 13:57

pianogrande ha scritto:L'incoraggiamento sta nell'idea che Renzi abbia finora deluso per scarsa autonomia decisionale piuttosto che per sua incapacità.


Be' non è che ne sia tanto sicuro.

Ma credo che al momento delle elezioni le cose saranno un po' più chiare.
« Dopo aver studiato moltissimo il Corano, la convinzione a cui sono pervenuto è che nel complesso vi siano state nel mondo poche religioni altrettanto letali per l'uomo di quella di Maometto» Alexis de Tocqueville
mariok
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 2943
Iscritto il: 10/06/2008, 16:19

Re: Il PD in calo nei sondaggi

Messaggioda ranvit il 18/10/2015, 9:43

Fanz: "Insomma in Italia si è costretti a fare le nozze coi fichi secchi. Non c'è altro in giro "

Infatti, al momento oltre Renzi non c'è nessuno! Quindi lasciamolo lavorare! Sta comunque ammodernando il Paese....finalmente! Dopo trent'anni di chiacchiere e liturgie fini a se stesse della cosiddetta "sinistra"...che piu' propriamente andrebbe chiamata "conservatori del posto": politici, sindacalisti, pseudointellettuali, artisti e giornalisti raccomandati (o giornalisti prim'attori come Scalfari, Annunziata, etc che nel momento in cui "il palazzo" non li consulta piu' ne sono diventati infantilmente nemici), etc etc.

Vai Matteo, continua cosi!..... anche se mi stai sugli zebedei perchè sbruffone come tanti toscani, stai facendo in gran parte cio' che ho sempre sostenuto!
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10669
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

Re: Il PD in calo nei sondaggi

Messaggioda pianogrande il 18/10/2015, 11:13

ranvit ha scritto:Fanz: "Insomma in Italia si è costretti a fare le nozze coi fichi secchi. Non c'è altro in giro "

Infatti, al momento oltre Renzi non c'è nessuno! Quindi lasciamolo lavorare! Sta comunque ammodernando il Paese....finalmente! Dopo trent'anni di chiacchiere e liturgie fini a se stesse della cosiddetta "sinistra"...che piu' propriamente andrebbe chiamata "conservatori del posto": politici, sindacalisti, pseudointellettuali, artisti e giornalisti raccomandati (o giornalisti prim'attori come Scalfari, Annunziata, etc che nel momento in cui "il palazzo" non li consulta piu' ne sono diventati infantilmente nemici), etc etc.

Vai Matteo, continua cosi!..... anche se mi stai sugli zebedei perchè sbruffone come tanti toscani, stai facendo in gran parte cio' che ho sempre sostenuto!


Innanzitutto ben tornato a Ranvit.

Il fatto che Renzi abbia un gradimento in salita e il PD in discesa dice già molto sulle due velocità; di Renzi e del partito.

Il fenomeno degli esclusi che diventano nemici è piuttosto diffuso proprio nel PD in cui una delle menti più brillanti ha addirittura minacciato di ritirarsi all'estero.
Se lo facesse davvero e fosse seguito anche da altri compresi quelli che sono andati a tifare Grecia, forse anche il PD potrebbe riguadagnare qualche punto.

Questo a livello nazionale ma un altro problema del PD, mai approfondito come merita, è quello dei potentati locali.
A Roma abbiamo visto la rivolta contro Marino che invece di essere trasformato in una bandiera che avrebbe reso il PD un po' più popolare è stato silurato con tutti i siluri possibili fino a far diventare un denigratore di Marino perfino quel signore che era stato incaricato di riformare il PD romano.

Direi che i boss locali si rottamano con più difficoltà di quelli nazionali forse perché le regole le fanno loro e si sanno inserire nel tessuto sociale molto meglio di quanto non faccia il loro partito di riferimento.

Insomma, direi che, sempre restando nell'ambito PD, l'Italia è piena di piccoli Renzi che hanno fatto prima di lui quello che lui sta ora facendo a livello nazionale.

Troppi personalismi e non solo al vertice.
Il partito diventerà ingovernabile?
E' il rischio più grosso che sta correndo e sarebbe la sua definitiva rottamazione.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9898
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Il PD in calo nei sondaggi

Messaggioda ranvit il 18/10/2015, 15:58

Grazie per il bentornato!

Se il Pd è quello che è, la colpa non è certo di Renzi! E' stato cosi' ridotto da una cricca di politici/sindacalisti inetti che, cosa piu' grave, hanno contribuito a rovinare l'Italia.
Tra le tante hanno consentito, con la loro ignavia mista a prosopopea ed arroganza, a far arrivare la corruttela, aumentandone follemente la diffusione, al livello piu' basso possibile: praticamente non c'è politico o sindacalista (diciamo l'80%) anche nel piu' piccolo e sconosciuto paesino d'Italia (con i Pd in prima fila) che non sia corrotto o un corruttore!

Roma è il caso piu' eclatante oggigiorno! Marino? Non basta essere onesti (lascio perdere la stupidità mista a boria del caso degli scontrini) per essere un buon amministratore pubblico! In due anni e mezzo Marino ha fatto solo un mare di chiacchiere (oltre che installare le rastrelliere per le bici...lol)! La svolta l'ha data la magistratura....purtroppo!
Gli riconosco solamente la difficoltà enorme di affrontare i problemi di Roma. Ma allora era il caso di accettare 5 mesi fa il consiglio di Renzi di lasciar perdere e tornare a fare il chirurgo, invece che gonfiare il petto e andarsene ai caraibi o a Filadelfia (che figura di merda essere smentito dal Papa!)...mentre Roma bruciava e, addirittura, rifiutando di tornarsene di corsa (facendo incazzare mezza Italia)
La stragrande maggioranza dei romani voleva e vuole che vada via....speriamo senza ripicche fanciullesche...
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10669
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

Re: Il PD in calo nei sondaggi

Messaggioda pianogrande il 18/10/2015, 16:50

Mah!
L'incapacità di Marino è innanzitutto incapacità di fare da solo.

Cosa poteva fare Marino che aveva dalla sua parte solo chi lo ha votato ma non il resto del PD e tanto meno della politica in generale?

Che si sia comportato da pirla (non lo metto neanche in corsivo) sono perfettamente d'accordo ma, e a proposito del calo del PD, Marino è stata una occasione persa, una possibilità di dare la carica ad una popolazione stufa di illegalità (almeno quelli che hanno votato Marino).

Il PD (Renzi in testa e senza attenuanti) è stato miope e assolutamente impreparato a gestire la grana Marino.

Il PD locale ha stravinto la sua battaglia e tutto ricomincia come prima e mi auguro che il PD non riottenga il comune di Roma il che è l'unico modo per fare un po' di pulizia in quella banda larga che ormai è penetrata nei più piccoli capillari della capitale.

Me lo auguro fino al punto di augurarmi che vincano i cinque star.
Con loro rischiamo grosso ma col "PD romano" ne siamo sicurissimi di andare incontro al disastro.

Se Renzi (che è ancora il meno peggio e lo dico tanto per dare una misura del problema politico in Italia) non è riuscito a scalfire i romani del suo partito in un momento in cui avrebbe avuto il massimo di appoggio popolare, figuriamoci chi potrebbe riuscire a fermarli se fossero riconfermati dalle urne.

Rinnovo quindi il mio auspicio che il PD non si riprenda Roma per farne un solo boccone.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9898
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Il PD in calo nei sondaggi

Messaggioda ranvit il 18/10/2015, 17:11

Da solo? E che si aspettava Marino? Che gli altri risolvevano i problemi e lui si prendeva la gloria? Come ha fatto con la Magistratura: quando è scoppiato il bubbone di Mafia Capitale grazie alla Magistratura ed agli investigatori è venuto in Tv a dire che avrebbe liberato Roma dai corrotti....
La realtà è che lui non è un politico nè un amministratore! E con lui Roma non avrebbe mai risolto i problemi.....a partire dalle buche nelle strade! Mi spiace per chi ancora ci crede (in lui), ma era solo un'illusione. Il corrotto Pd romano avrebbe continuato a scorazzare, meno male che si è persa l'occasione!

5 Stelle? Faranno di tutto per non prendersi questa grana....facile blaterare, difficile fare!
Vediamo se quel diavolo di Renzi trova una soluzione...
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10669
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

Re: Il PD in calo nei sondaggi

Messaggioda pianogrande il 18/10/2015, 17:32

Se "trova una soluzione" (la deve trovare molto prima delle prossime elezioni ma le premesse sono davvero un disastro) credo ne saremmo tutti ben felici.

Dovrebbe riuscire dove ha miseramente fallito Orfini.

Sarebbe il secondo Matteo a provarci.

Onestamente e sinceramente non credo neanche ne abbia voglia.

Sempre felice di essere smentito (detto tanto per non perdere un minimo di speranza) ma non riesco a vederla diversamente da come ho detto prima.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9898
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Il PD in calo nei sondaggi

Messaggioda ranvit il 19/10/2015, 7:17

Vedrai, i 5 Stelle faranno di tutto per non prendersi questa grana....
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10669
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

PrecedenteProssimo

Torna a Ulivo e PD: tra radici e futuro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti