La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

liberi di partire liberi di rimanere

Discussioni e proposte, prospettive e strategie per il Paese

liberi di partire liberi di rimanere

Messaggioda Robyn il 14/01/2018, 15:05

Per gestire l'immigrazione servono intese di partnership con i paesi di provenienza dei migranti programmi di sviluppo interagire con le grandi organizzazioni internazionali Fao,Unchr,Fmi ,Nazioni Unite,Unesco,fermare il traffico di armi e i regimi sanguinari serve un programma di contracezzione per l'eccesso di natalità cioè è necessaria una procreazione responsabile in Africa.Solo così si potrà stabilire il principio liberi di rimanere liberi di partire.La cosa è differente per i rifugiati ed è normale che dobbiamo farcene carico è una cosa più che scontata chi nel suo paese non usufruisce delle libertà ed è perseguitato ha diritto d'asilo nel nostro paese e usufruire delle libertà garantite dalla nostra costituzione.Altra cosa da sottolineare a Francesco è la cristianità che per essere vivescente deve vivere nel paese.Ad ex ci sono delle suore che sono assunte attraverso diversi tipi di contratti regolari nelle aziende attraverso l'agenzia per l'impiego e agenzie interinali altri sono laici della chiesa in borghese altri sono laici cristiani suore in abito o in borghese che per loro libera scelta vivono in carcere per capirne le sofferenze ma naturalmente è una libera scelta che può essere solo sperimentale e per alcuni giorni perche non si può stare in carcere senza aver commesso i reati.Solo così la chiesa cattolica vivendo nel paese può capirne le difficoltà,che non significa uniformarsi alle mode e ai dogmi del momento,cioè stando nel paese può capire le difficoltà che vive chi è detenuto di cosa è la precarietà cioè diventa una chiesa vivescente
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 7147
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: liberi di partire liberi di rimanere

Messaggioda Robyn il 14/01/2018, 20:56

Forse si è malcapito che cosa significa liberi di restare liberi di partire.Pensare ai flussi significa pensare a non sviluppare l'Africa Subhshariana affinche ci siano i flussi,significa fare dell'extracomunitario una persona usa e getta ,cioè quando il lavoro non c'è più si dice tornatene al tuo paese.La concezione liberi di restare liberi di partire è differente e ricostruisce la libertà di circolazione.Per farlo la prima cosa è sviluppare quei paesi,liberarli dal gioco delle guerre civili,del commercio delle armi,dalle dittature sanguinarie affinche ci siano tutte le libertà e siano garantiti standart di vità più che sufficenti.In quest'ambito non si è costretti ad andare via per necessità ma si è liberi di rimanere benissimo nella propria terra di origine ,ma allo stesso può esserci chi in un'ambito di libertà e di benessere di quei paesi decida di andare via,cioè di andare dove ti porta il cuore il che significa laicamente la libertà di circolazione che c'è in ambito europeo
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 7147
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: liberi di partire liberi di rimanere

Messaggioda flaviomob il 14/01/2018, 23:32

Collegandoci al tema dell'università, una sorpresa:

http://www.truenumbers.it/immigrati-istruzione/

Gli immigrati di seconda generazione in Europa hanno un elevato livello d’istruzione, addirittura superiore a quelli dei non immigrati. Possibile? Si, lo dicono i numeri.

Il grafico mostra il tasso di istruzione terziaria, cioè la laurea, degli immigrati di prima e seconda generazione, di età compresa tra i 25 e i 54 anni, paragonato a quella dei “nativi” europei. Risultato: il 37,5% degli immigrati ha una laurea contro il 30,9% dei nativi europei.
Ultima modifica di flaviomob il 15/01/2018, 0:25, modificato 1 volta in totale.


“Siamo in grande rimonta, sul filo di lana"

(Matteo Renzi)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12291
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: liberi di partire liberi di rimanere

Messaggioda Robyn il 14/01/2018, 23:36

Non si può che essere lieti.Anche i giovani russi per la maggior parte hanno tutti una laurea
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 7147
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52


Torna a Che fare? Discussioni di oggi per le prospettive di domani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron