La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

mobilitazione nazionale contro l'Italia del no

Discussioni e proposte, prospettive e strategie per il Paese

mobilitazione nazionale contro l'Italia del no

Messaggioda ranvit il 04/12/2017, 8:26

Prime adesioni alla marcia fogliante contro la repubblica degli irresponsabili
Dopo l'appello del direttore Claudio Cerasa in tanti aderiscono alla proposta di una grande mobilitazione nazionale contro l'Italia del no
di Redazione
3 Dicembre 2017 alle 06:00Prime adesioni alla marcia fogliante contro la repubblica degli irresponsabili
Una manifestazione No Tap (foto LaPresse)
Provare a organizzare una marcia di persone pronte a ribellarsi contro la cultura della crescita infelice. Una grande mobilitazione nazionale, una nuova e riformista marcia dei 40 mila, contro l'orrenda Italia specializzata nel dire solo una parola: no. L'appello lanciato dal direttore Claudio Cerasa sulle pagine del Foglio ha già raccolto moltissime adesioni. Tra queste anche quella del ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda.


Claudio Cerasa
@claudiocerasa
In marcia contro l'Italia che dice no.
Tap, Ilva, futuro. Perché serve mobilitarsi contro la ridicola politica degli irresponsabili - inmarcia@ilfoglio.it http://www.ilfoglio.it/politica/2017/12 ... refresh_ce
09:15 - 2 dic 2017

In marcia contro l'Italia che dice no
Tap, Ilva, futuro. Perché mobilitarsi contro la politica degli irresponsabili
ilfoglio.it
45 45 risposte 289 289 Retweet 453 453 Mi piace
Informazioni e privacy di Twitter Ads

“Dò la mia convinta adesione - scrive il presidente della commissione Affari Costituzionali della Camera, Andrea Mazziotti -all’invito del Foglio a metterci 'in marcia' contro la cultura della decrescita felice, dell’anti-impresa, della demagogia ignorante, dell’elitarismo ideologico che in nome di un’astratta tutela della salute, finisce per sacrificare posti di lavoro e soldi veri destinati al risanamento ambientale. Dobbiamo dimostrare che migliaia di italiani la pensano come i lavoratori che hanno manifestato a Taranto, chiedendo il ritiro del ricorso al Tar su Ilva, credono nella crescita e nell’occupazione attraverso l’impresa, e non pensano che l’unica soluzione sia sempre e soltanto il ricorso ai soldi dei contribuenti”.

D'accordo con l'appello anche il presidente dei senatori di Forza Italia, Paolo Romani: “Non c'è dubbio che si debba ripartire dalla classe dirigente, da quella politica in primis, per cambiare la visione e le prospettive di un Paese, ma un'iniziativa come quella del Foglio che coinvolga tutti i cittadini può essere quel segnale che serve per invertire una rotta destinata a lasciare l'Italia nelle secche dell'arretratezza. Siamo un grande Paese, riscopriamo assieme la voglia di costruire il futuro che l'Italia merita”.

L'imprenditore Marco Gay, vicepresidente di Digital Magics


Marco Gay


Claudio Cerasa
@claudiocerasa
In marcia contro l'Italia che dice no.
Tap, Ilva, futuro. Perché serve mobilitarsi contro la ridicola politica degli irresponsabili - inmarcia@ilfoglio.it http://www.ilfoglio.it/politica/2017/12 ... refresh_ce



Giancarlo Leone, presidente dell'Associazione Produttori Televisivi e ad di Q10 Media




Il direttore generale di Confindustria, Marcella Panucci





Alessio Rossi, presidente dei giovani imprenditori di Confindustria



Il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Ivan Scalfarotto

Ivan Scalfarotto

@ivanscalfarotto
Un @claudiocerasa da incorniciare. Se si va in piazza contro questa banda di matti il cui unico programma pare essere quello di paralizzare l’Italia e impoverirla di lavoro, talento e risorse, io ci sono.

Il sottosegretario agli Affari Esteri, Benedetto Della Vedova


BenedettoDellaVedova


Andrea Tavecchio
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10639
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

Re: mobilitazione nazionale contro l'Italia del no

Messaggioda mariok il 04/12/2017, 9:35

marcia' contro la cultura della decrescita felice, dell’anti-impresa, della demagogia ignorante, dell’elitarismo ideologico che in nome di un’astratta tutela della salute, finisce per sacrificare posti di lavoro e soldi veri destinati al risanamento ambientale.
"astratta tutela della salute": andiamoci piano, il riferimento all'Ilva di Taranto è esplicito.
E non mi pare che lo scandalo della gestione criminale dei problemi di quel complesso possa essere derubricato ad astratta tutela della salute
Ad una parte politica e sindacale capace di bloccare il paese, fa riscontro una classe dirigente ed imprenditoriale spesso spregiudicata fino alla delinquenza.
« Dopo aver studiato moltissimo il Corano, la convinzione a cui sono pervenuto è che nel complesso vi siano state nel mondo poche religioni altrettanto letali per l'uomo di quella di Maometto» Alexis de Tocqueville
mariok
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 2750
Iscritto il: 10/06/2008, 16:19

Re: mobilitazione nazionale contro l'Italia del no

Messaggioda ranvit il 04/12/2017, 12:27

elitarismo ideologico che in nome di un’astratta tutela della salute


Credo si riferisce al fatto che Emiliano+il sindaco di Taranto abbiano contestato al Tar il piano quinquennale di recupero ambientale, suscitando le ire anche dei sindacati che vedono piu' vicino, in questo modo, lo spettro del fallimento e relativa perdita di lavoro di circa 10.000 persone per non parlare dell'indotto (molte PMI non pagate sono sull'orlo della chiusura).s
Insomma è ovvio che per risanare il tutto ci vuole tempo. Pretendere di averlo in quattro e quattr'otto è un suicidio industriale. Impossibile e quindi "astratta tutela della salute" perchè il risultato sarebbe il non risanamento :roll: :mrgreen:
Insomma il tipico atteggiamento della sinistra sinistra che pretendendo tutto e subito (tanto a chiacchiere non costa niente) finisce col non ottenere niente; peggiorando la situazione...
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10639
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

Re: mobilitazione nazionale contro l'Italia del no

Messaggioda pianogrande il 04/12/2017, 12:40

Io colloco in testa alla lista dei cultori del no quelli che hanno votato no al referendum costituzionale di dicembre 2016.

Non mi sembra che la confindustria o altre associazioni imprenditoriali si siano schierate per il sì.

La firma del "Presidente dei senatori di Forza Italia" Paolo Romani, poi, squalifica quindi definitivamente questa iniziativa a pura sceneggiata elettorale.

Mi permetto inoltre di far notare qualcosa di davvero buffo e cioè che "Il Foglio" stesso scriveva a favore del no.

http://www.ilfoglio.it/il-riempitivo/20 ... ale-96274/

Oh, certo, qui non si parla in particolare di quel referendum ma, per me, quello è un dato del massimo peso che vanifica e ridicolizza tutta questa iniziativa.
Capitano che hai trovato - principesse in ogni porto - pensi mai al rematore - che sua moglie crede morto (Lucio Dalla)
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 8622
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: mobilitazione nazionale contro l'Italia del no

Messaggioda franz il 04/12/2017, 15:32

opps ... dire NO all'Italia del NO.
Giusto ma paradossale :-)
Nel passato, chi ha cercato stupidamente di ottenere il potere cavalcando la tigre ha finito per esserne divorato. (John Fitzgerald Kennedy)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 18913
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: mobilitazione nazionale contro l'Italia del no

Messaggioda mariok il 04/12/2017, 15:35

Pretendere di averlo in quattro e quattr'otto è un suicidio industriale. Impossibile e quindi "astratta tutela della salute"
In quattro e quattr'otto? sono decenni che si dice che il cosiddeto parco minerario va coperto.
Non occorre essere degli esperti per capire che con un po' di vento le polveri si disperdono per un raggio di chilometri.
Oggi si dice che i necessari lavori inizieranno a gennaio, ovviamente con soldi pubblici.
Non che sia d'accordo con Emiliano, sempre alla ricerca di visibilità, ma l'insipienza di quelli come lui non possono fungere da coperura ai veri e propri crimini commessi da imprenditori come i Riva.
« Dopo aver studiato moltissimo il Corano, la convinzione a cui sono pervenuto è che nel complesso vi siano state nel mondo poche religioni altrettanto letali per l'uomo di quella di Maometto» Alexis de Tocqueville
mariok
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 2750
Iscritto il: 10/06/2008, 16:19

Re: mobilitazione nazionale contro l'Italia del no

Messaggioda flaviomob il 04/12/2017, 15:40

Provare a organizzare una marcia di persone pronte a ribellarsi contro la cultura della crescita infelice.


Lapsus freudiano?


“Siamo in grande rimonta, sul filo di lana"

(Matteo Renzi)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12163
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: mobilitazione nazionale contro l'Italia del no

Messaggioda ranvit il 04/12/2017, 15:45

mariok ha scritto:Pretendere di averlo in quattro e quattr'otto è un suicidio industriale. Impossibile e quindi "astratta tutela della salute"
In quattro e quattr'otto? sono decenni che si dice che il cosiddeto parco minerario va coperto.
Non occorre essere degli esperti per capire che con un po' di vento le polveri si disperdono per un raggio di chilometri.
Oggi si dice che i necessari lavori inizieranno a gennaio, ovviamente con soldi pubblici.
Non che sia d'accordo con Emiliano, sempre alla ricerca di visibilità, ma l'insipienza di quelli come lui non possono fungere da coperura ai veri e propri crimini commessi da imprenditori come i Riva.


Quindi che si fa? Se ai nuovi acquirenti non dai la garanzia di poter continuare a lavorare mentre si procede al risanamento, se ne tornano a casa....
E sai che succede dopo? Passeranno altri decenni prima che si risani e, in piu', con 10.000 disoccupati + quelli dell'indotto!
Questo si vuole??? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10639
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

Re: mobilitazione nazionale contro l'Italia del no

Messaggioda pianogrande il 04/12/2017, 20:38

franz ha scritto:opps ... dire NO all'Italia del NO.
Giusto ma paradossale :-)


Eh, sì.

Credo tutti ricorderemo il mitico vietato vietare.

Se volete ci aggiungo: Quelli favorevoli alla pena di morte li ammazzerei tutti.
Capitano che hai trovato - principesse in ogni porto - pensi mai al rematore - che sua moglie crede morto (Lucio Dalla)
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 8622
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: mobilitazione nazionale contro l'Italia del no

Messaggioda trilogy il 04/12/2017, 20:57

È una buona cosa che ci sia qualcuno che cerca di organizzare un fronte contro l'Italia del no. Probabilmente i tempi sono maturi per una iniziativa del genere.
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 3666
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Prossimo

Torna a Che fare? Discussioni di oggi per le prospettive di domani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 7 ospiti

cron