La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Centrosinistra, Prodi si tira fuori dalla contesa: "Una trag

Discussioni e proposte, prospettive e strategie per il Paese

Re: Centrosinistra, Prodi si tira fuori dalla contesa: "Una

Messaggioda mariok il 08/12/2017, 21:27

ranvit ha scritto:Condivido gran parte di quello che dici mariok. Ma non : La mediocrità a mio giudizio dipende piuttosto dalla mancanza di una visione lunga, dalla ricerca ossessiva del consenso facile ed immediato, da un racconto superficiale della realtà italiana che ignora o finge di ignorare i veri nodi costituiti dalla corruzione, dal malaffare e da una tendenza troppo diffusa all'illegalità.
IO invece penso che ne è ben consapevole...ma siccome sa, come del resto sto dicendo io, che quella realtà non è nata ieri e quindi se si tenta di affrontarla con grinta si puo' ottenere solo il risultato di non ottenere niente ;) Come si è ampiamente visto con il Referendum....fosse stato approvato probabilmente avrebbe iniziato ad affrontare, perchè ne avrebbe avuto la forza, quei problemi ;) ..purtroppo le forze che sostengono quei problemi, con il No al Referendum, lo hanno affossato prima...

Godetevi questa Italia, per il momento un altra non c'è e non ci sarà a breve!

Sul fatto che in questo paese le resistenze a qualsiasi cambiamento sono enormi non ci piove.
Ciò nulla toglie agli errori madornali di Renzi nel condurre la campagna referendaria.
Sarebbe bastato per esempio spacchettare i quesiti per smontare gran parte degli argomenti dei sostenitori del no.
L'errore è stato quello di voler ricercare il consenso plebiscitario sul suo governo piuttosto che cercare di portare a casa un risultato positivo per il paese.
Il Renzi di oggi, dopo la musata presa, ha probabilmente la consapevolezza che non aveva mostrato di avere, ma dovrebbe capire che ormai è troppo tardi e che un suo accomodamento pragmatico che lo porta a ridimensionare (se non a rinunciare) gli ambiziosi obbiettivi iniziali non pagherà.
Una visione più lunga avrebbe dovuto suggerirgli che in certi casi è meglio defilarsi per un periodo (cosa che in parte ha fatto ma per troppo poco tempo) saltare un giro, lasciare che gli altri si incartassero nelle loro incapacità ed inconcludenze per riprendere la battaglia più forte e credibile di prima.
Ma occorrerebbe una visione strategica che evidentemente gli manca. E sta soprattutto qui la sua mediocrità.
« Dopo aver studiato moltissimo il Corano, la convinzione a cui sono pervenuto è che nel complesso vi siano state nel mondo poche religioni altrettanto letali per l'uomo di quella di Maometto» Alexis de Tocqueville
mariok
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 2923
Iscritto il: 10/06/2008, 16:19

Re: Centrosinistra, Prodi si tira fuori dalla contesa: "Una

Messaggioda flaviomob il 08/12/2017, 23:39

La mediocrità, con evidenti sconfinamenti nell'inettitudine, è ormai presente nei principali esponenti politici, di qualsiasi estrazione. M5S non ha una visione politica nazionale ne' tantomeno sovranazionale, mentre il centrodestra è ostaggio dell'estremismo di Salvini e dei lifting di Berlusconi.


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12542
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: Centrosinistra, Prodi si tira fuori dalla contesa: "Una

Messaggioda mariok il 09/12/2017, 12:46

«La mia opinione Matteo: ma se invece di slogan “meno tasse e più deficit per tutti” il Pd proponesse un programma in linea con le tante cose buone e serie fatte da te e Gentiloni?».

Tradotto: e se la smettessi di sparare una cazzata diversa al giorno e provassi a fare la persona seria? :mrgreen:
Calenda premier divide Fi e Lega. E lui litiga con Renzi sulle tasse
Il ministro dello Sviluppo prende le distanze dal leader Pd e apre allo Ius soli. Salvini stoppa Berlusconi: “Lui a capo del governo? Ipotesi irrealizzabile”
Non farà un proprio partito e, allo stato, sembra che non sarà nemmeno candidato, ma Carlo Calenda non pare affatto intenzionato a osservare da spettatore la prossima campagna elettorale. Il ministro dello Sviluppo economico è sempre più attivo, non solo sulle materie di sua stretta competenza, e il suo possibile ruolo dopo le elezioni già agita il centrodestra: solo nella giornata di ieri ha polemizzato con le proposte fiscali di Matteo Renzi, ha criticato Michele Emiliano sull’Ilva, ha partecipato a un convegno sull’Europa organizzato da Francesco Rutelli e ha anche tenuto a precisare che lo Ius soli, se fosse per lui, andrebbe approvato subito. Un protagonismo a tutto campo che, come raccontato ieri da La Stampa, viene osservato con attenzione da Silvio Berlusconi e da Gianni Letta, che cominciano a vederlo come uno dei possibili premier per un eventuale nuovo governo di larghe intese dopo il voto.  
La prospettiva non piace affatto a Matteo Salvini: «È un’ipotesi irrealizzabile. Gli italiani meritano stabilità, chiarezza e serietà. E poi ricordo che Calenda ha sempre difeso e sostenuto quelle politiche europee che sono uno dei problemi e una delle condanne dell’Italia». Senza contare, appunto, che proprio ieri Calenda ha difeso lo Ius soli: «Spero che non slitti alla prossima legislatura - ha detto il ministro - perché penso sia un passaggio di civiltà che va nel senso di avere un’immigrazione più integrata. Nel Consiglio dei ministri il presidente Gentiloni ne ha sempre parlato come di una priorità del governo». 
Ma se Calenda, con l’uscita sullo Ius soli, riafferma la sua collocazione nel campo del centrosinistra, la presa di distanze da Renzi è però netta. Il ministro replica alla proposta «scaricare tutto, scaricare tutti» avanzata dal leader Pd, se Renzi propone un piano di riduzione delle tasse basato su una «tregua fiscale» e, appunto, sulla possibilità per tutti di scaricare dal fisco qualunque ricevuta, su Twitter Calenda replica: «La mia opinione Matteo: ma se invece di slogan “meno tasse e più deficit per tutti” il Pd proponesse un programma in linea con le tante cose buone e serie fatte da te e Gentiloni?».  
Un richiamo che sembra la bozza di un programma di governo: «Più investimenti, meno costo del lavoro; più riforme, meno debito; giovani e imprese al centro; meno veti locali, più concorrenza». E sull’Ue aggiunge: «L’Europa deve anche saper proteggere con una governance assertiva che possa essere percepita dai cittadini». Un posizionamento attento: nel centrosinistra, ma distante da Renzi, europeista ma con toni critici, a favore del mercato e delle imprese. Appunto, un nome che può unire dal Pd a Fi, passando per i centristi, dopo il voto.  
Renzi, sempre su Twitter, replica con fair play, consapevole che il ministro può diventare un protagonista importante: «Lavoriamoci, Carlo. Come sai la posizione “più deficit” era spinta da diversi ministri, quando eravamo insieme a Palazzo Chigi. Sul “meno tasse” si tratta di capire come, quando e cosa. Sul resto sono d’accordo: aspettiamo te e le tue idee. Al lavoro, per l’Italia». 
Luigi Di Maio, candidato premier M5S, usa la vicenda per andare a caccia di voti leghisti: «Chi vota Lega sappia che rischia di trovarsi premier Calenda. Cioè a dire uno che sostiene proprio quei trattati che stanno massacrando i nostri artigiani e i nostri agricoltori». Le larghe intese per Di Maio sono una possibilità concreta perché «le coalizioni si sfalderanno il giorno dopo le elezioni», e M5S a chiederà il suo «voto utile» proprio contro il nuovo governo Pd-Fi: «Noi saremo la prima forza politica impedendo a Forza Italia e Pd di raggiungere il 51% e fare l’inciucio. Chiederemo l’incarico di governo e la fiducia». 
http://www.lastampa.it/2017/12/09/itali ... agina.html
« Dopo aver studiato moltissimo il Corano, la convinzione a cui sono pervenuto è che nel complesso vi siano state nel mondo poche religioni altrettanto letali per l'uomo di quella di Maometto» Alexis de Tocqueville
mariok
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 2923
Iscritto il: 10/06/2008, 16:19

Re: Centrosinistra, Prodi si tira fuori dalla contesa: "Una

Messaggioda ranvit il 09/12/2017, 13:09

Beh, a me Calenda sta bene a capo di un Governo sostenuto da FI e PD.. :lol:
Non so a voi :lol:
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10669
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

Re: Centrosinistra, Prodi si tira fuori dalla contesa: "Una

Messaggioda pianogrande il 09/12/2017, 15:17

Cominciano ad emergere nomi che mi convincono: Gentiloni, Calenda, Minniti.

Spero ne vengano fuori altri e che riescano a fare squadra.

Se questo non significherà l'ennesima scissione e Renzi (da segretario del PD) facesse buon viso nell'interesse del paese, qualche speranza di bucare il voto ce l'avremmo ancora.

Mi piace tra l'altro, di Calenda, che abbia pronunciato quella parolina magica: stabilità.

Era ora!
Capitano che hai trovato - principesse in ogni porto - pensi mai al rematore - che sua moglie crede morto (Lucio Dalla)
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9327
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Centrosinistra, Prodi si tira fuori dalla contesa: "Una

Messaggioda trilogy il 09/12/2017, 15:38

A me Calenda piace, è il miglior ministro dello Sviluppo economico degli ultimi decenni. Tra le varie cose buone il piano industria 4.0, e il coraggio di denunciare l'immobilismo grillino a Roma e le sue conseguenze.
Però teniamo presente che il suo approccio è tutto focalizzato sulla politica dell'offerta, in altre parole sul sostegno alle imprese. Questo funziona quando sei ministro dello sviluppo economico, ma se passi alla presidenza del consiglio lo devi rivedere con una visione più equilibrata tra offerta e domanda.
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 3981
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: Centrosinistra, Prodi si tira fuori dalla contesa: "Una

Messaggioda flaviomob il 09/12/2017, 16:29

Sarebbe bastato per esempio spacchettare i quesiti per smontare gran parte degli argomenti dei sostenitori del no.


Sarebbe stato molto più corretto nei confronti dei cittadni.


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12542
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Precedente

Torna a Che fare? Discussioni di oggi per le prospettive di domani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti

cron