La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

aggiornamento vaccinazioni in italia, nel modo

Discussioni e proposte, prospettive e strategie per il Paese

Re: aggiornamento vaccinazioni in italia, nel modo

Messaggioda Robyn il 24/01/2021, 12:56

In alternativa alle mascherine all'aperto in Israele hanno messo in commercio uno spray che inalato sulla mucosa nasale protegge dal virus e chi lo usa potrebbe anche muoversi liberamente.Questo però non cancella le altre misure di contenimento come le mascherine nei luoghi chiusi e il frequente lavaggio delle mani.Lo spray israeliano si chiama Taffix ed ha una durata di 5 ore.Le forze dell'ordine se ti trovano senza mascherina possono lasciarti passare se hai con te lo spray inalante
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9673
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: aggiornamento vaccinazioni in italia, nel modo

Messaggioda franz il 25/01/2021, 12:34

Meglio non inserire tabelle e grafici qui
Rimando al mio post pubblico su FB

Oggetto: quanti anziani vaccinati come % della classe di età?
1) UK circa tra il 50 e il 60% degli over-80 (56% in England, sono più indietro in galles e scozia)
2) Israele 80~90% per la prima dose e 50~60% per la seconda partendo dagli over-60 (!!!)
3) Italia 2.5% degli over 80 con la prima dose, 0.2% per la seconda.

https://www.facebook.com/franz.forti.7/ ... 7885268207
Be careful when you follow the masses;
Sometimes the M is silent.
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21528
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: aggiornamento vaccinazioni in italia, nel modo

Messaggioda pianogrande il 25/01/2021, 18:04

franz ha scritto:Meglio non inserire tabelle e grafici qui
Rimando al mio post pubblico su FB

Oggetto: quanti anziani vaccinati come % della classe di età?
1) UK circa tra il 50 e il 60% degli over-80 (56% in England, sono più indietro in galles e scozia)
2) Israele 80~90% per la prima dose e 50~60% per la seconda partendo dagli over-60 (!!!)
3) Italia 2.5% degli over 80 con la prima dose, 0.2% per la seconda.

https://www.facebook.com/franz.forti.7/ ... 7885268207


Non mi ricordo cosa si misurava da come in un paese vengono trattati i soggetti deboli.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10117
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: aggiornamento vaccinazioni in italia, nel modo

Messaggioda franz il 29/01/2021, 10:14

(ANSA) - ROMA, 28 GEN - "E' inaccettabile che, a un mese dal V-Day, si siano distribuite un quarto delle dosi di vaccino anti Covid senza tener conto delle priorita' indicate dal piano del Ministero della Salute: operatori sanitari e sociosanitari, residenti e personale delle Rsa e persone di eta' avanzata". Cosi' il Presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, Filippo Anelli, commenta i dati del monitoraggio indipendente condotto dalla Fondazione Gimbe.

"E' incomprensibile - prosegue Anelli - come, in Lombardia, il personale amministrativo che ha ricevuto il vaccino superi addirittura quello sanitario. Una società che non mette in sicurezza chi deve curarla e assisterla e' una societa' miope e senza futuro". Secondo il report a livello nazionale piu' del 22% delle dosi sarebbe andato a personale non sanitario. Grande la disomogeneità tra le Regioni, con punte del 34% nella Provincia Autonoma di Bolzano, del 39% in Liguria e, appunto,del 51% in Lombardia.

"Per la gran parte - spiega Anelli - si tratta del personale amministrativo degli Ospedali o delle Asl. Persone che, anche in un'ottica di arrivare a strutture Covid-free, e' giusto vaccinare. Ma che sono sicuramente meno esposti di medici e infermieri". Anelli critica anche le differenze regionali su chi riceve il vaccino.

"Ci lascia perplessi la differenza tra i comportamenti delle diverse Regioni, che seguono logiche tutte loro nell'individuazione del target da vaccinare, dando origine a un'ennesima disuguaglianza di salute. Chiediamo percio' una netta presa di posizione del Ministero della Salute, affinche' siano rispettate le indicazioni previste dal Piano strategico".

Per quanto riguarda la possibilita' che alcuni abbiano indebitamente "saltato la fila", ricevendo per primi il vaccino pur senza essere a rischio, Anelli invita a fare chiarezza:
"Laddove ci siano stati degli illeciti, saranno le autorita' competenti ad indagare -spiega-. I cosiddetti 'furbetti del vaccino' sono, ce lo auguriamo, solo una categoria residuale".
(ANSA).
Y91-BR
28-GEN-21 16:25 NNNN
Be careful when you follow the masses;
Sometimes the M is silent.
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21528
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: aggiornamento vaccinazioni in italia, nel modo

Messaggioda flaviomob il 30/01/2021, 17:12

La Lombardia è la seconda regione d'Italia per presenza della Ndrangheta, con diversi comuni sciolti (o autosciolti in vista di provvedimenti). E' doloroso dirlo, ma è una mentalità sempre più diffusa e, in piccolo, favorire gli "amici di" costituisce il primo semino della malapianta mafiosa.


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12856
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Re: aggiornamento vaccinazioni in italia, nel modo

Messaggioda trilogy il 01/02/2021, 14:01

Questa storia che produciamo monoclonali per tutto il mondo, ma in Italia non sono autorizzati meriterebbe un approfondimento, è una vicenda quantomeno sospetta.

Aldo Braca è il titolare della Bsp Pharmaceuticals di Latina, azienda divenuta celebre nell’era Covid perché da lì partono i camion refrigerati che portano gli anticorpi monoclonali della Eli Lilly in tutto il mondo fuorché in Italia, dove l’Aifa non li ha autorizzati. Gli ultimi studi pubblicati confermano una riduzione del rischio di morte del 70% e tuttavia le fiale da Latina vanno in Francia per l’etichettatura e poi negli ospedali di Stati Uniti, Canada, Israele, Germania, Inghilterra e Ungheria. Non in quelli italiani. “Non ci dormo la notte, da quando ho iniziato a mandare via il prodotto. Mi fa incazzare non una, ma dieci volte. Lo scriva pure questo. Ma la prego, aggiunga: l’Italia deve darsi una mossa”.

fonte https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/0 ... o/6085303/
non c'è nulla di "smart" nel cosiddetto "smart working , chiamiamolo lavoro a distanza.
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4554
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Precedente

Torna a Che fare? Discussioni di oggi per le prospettive di domani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 27 ospiti

cron