La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Costruiamo il futuro dell’Italia sostenibile e solidale

Discussioni e proposte, prospettive e strategie per il Paese

Costruiamo il futuro dell’Italia sostenibile e solidale

Messaggioda mauri il 20/06/2020, 16:42

mi piacerebbe sapere cosa ne pensate, credo sia importante anche un contributo di questo forum
grazie
girano scritti che parlano di un mondo nuovo, persone che continuano ad affermare che nulla sarà come prima dopo la pandemia,
mah? io non ci credo perchè noi non cambiamo e siamo senza memoria, passata l'emergenza riprendiamo le vecchie abitudini stantie, per cambiare veramente bisogna investire sui giovani e solo le future generazioni potranno, se ne avranno la forza, costruire "il nuovo mondo"
altri vorrebbero che una persona o poche persone prendessero in mano la gestione dell'emergenza e imporre il cambiamento, con grade rischio di derive da dittatura
ciao mauri
Allegati
1ilmondocheverra.pdf
(855.15 KiB) Scaricato 20 volte
mauri
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 1851
Iscritto il: 16/06/2008, 10:57

Re: Costruiamo il futuro dell’Italia sostenibile e solidale

Messaggioda franz il 20/06/2020, 17:59

Urca, che malloppo. Nel senso di mattone.
150 pagine, mal impaginate (diverse sono bianche) ...per fortuna che non lo stampo. :(
Nemmeno una tabella, un numero, un grafico.
Lo leggerò con calma, quando ho tempo
Comunque grazie!
Be careful when you follow the masses;
Sometimes the M is silent.
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21195
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Costruiamo il futuro dell’Italia sostenibile e solidale

Messaggioda mauri il 20/06/2020, 19:23

hai ragione mi dispiace ma
era in pdf ma non accetta oltre 1 mega
trasformato in txt non accettato
lo stesso da txt ritrasformato in pdf
e questo è il risultato
suggerimenti?
ciao

ps
in realtà sono 50 pagine
mauri
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 1851
Iscritto il: 16/06/2008, 10:57

Re: Costruiamo il futuro dell’Italia sostenibile e solidale

Messaggioda pianogrande il 20/06/2020, 22:51

A prescindere dal malloppo.

Non mi piace mai quando si viene fuori a dire che una certa categoria di cittadini deve essere privilegiata o comunque ricevere una attenzione maggiore di altre.

E' la stessa musica di quando la Confindustria sostiene che tutti i soldi non dati a loro sono "assistenzialismo".

Se vogliamo essere "sostenibili e solidali" dobbiamo innanzitutto smetterla di sgomitare per emergere sugli altri.
Dobbiamo smetterla di essere la società dei rapporti di forza (legge della giungla).

Il mondo, se lasciato a se stesso e senza regole, altro non sarà che la risultante di migliaia di individualismi/egoismi.

Solo l'azione politica, con regole da rispettare (e chi le fa rispettare) può orientare diversamente i comportamenti.

Smettiamola quindi e innanzitutto di sputare addosso alla politica a prescindere e cerchiamo semmai di migliorarne l'azione creando anche per essa regole di comportamento rispettate.

Scorciatoie/semplificazioni non ce ne sono.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9923
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Costruiamo il futuro dell’Italia sostenibile e solidale

Messaggioda franz il 21/06/2020, 7:28

mauri ha scritto:hai ragione mi dispiace ma
era in pdf ma non accetta oltre 1 mega
trasformato in txt non accettato
lo stesso da txt ritrasformato in pdf
e questo è il risultato
suggerimenti?
ciao

ps
in realtà sono 50 pagine


Suggerimenti?
Ho cercato il PDF tra il materiale WWF pubblicato nell'ultima settimana e mi pare che sia proprio questo:
https://d24qi7hsckwe9l.cloudfront.net/d ... ee_def.pdf

Giusto?

PS: rapida lettura. Confermo la assoluta mancanza di dati, tabelle, grafici.
Solo parole, tante parole. Come è normale nella politica di oggi.
Molto strano perché l'ambientalismo di dati ne avrebbe a iosa.
Comunque, visto che le parole abbondano ho provato a cercarne qualcuna significativa.
Per esempio "fondi". Perché alla fine, sarò cinico, è questo che fanno molte organizzazioni politiche: fare proposte e chiedere fondi. Anche il recovery found è menzionato, insieme a fondi pubblici e privati.
Insomma, nulla di nuovo sotto il Sole.
Be careful when you follow the masses;
Sometimes the M is silent.
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21195
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Costruiamo il futuro dell’Italia sostenibile e solidale

Messaggioda trilogy il 21/06/2020, 8:02

Stavo leggendo questo articolo. Anche i 5stelle dovevano cambiare il mondo poi sono diventati come gli oligarchi russi, attenti solo a se stessi e alle loro clientele affamate di posti pubblici.
Poi dietro l'emergenza covid si giustifica ogni dissipazione di denaro. L'eliminazione dei vincoli di bilancio ha poi favorito questa degenerazione di cui pagheremo le conseguenze per decenni. Solo per nazionalizzare Alitalia sono stati stanziati 3 miliardi. Hanno appena costruito un fondo per l'innovazione con 1 miliardo attorno a Cdp, che ancora non è pienamente operativo, ed ecco che Patuanelli si fa il suo fondo per il trasferimento tecnologico con tanto di fondazione per 500 milioni. Uno spreco folle.
https://www.corriere.it/politica/20_giu ... d8fb.shtml

Quindi non ho alcuna fiducia in questa "presunta" ondata di modernizzazione, innovazione. Finirà in un nuovo assetto sociale più dirigista, più statalista, con un ulteriore tracollo di produttività del paese. Al termine del processo la maggioranza di noi, sarà più povera e meno libera di prima.
non c'è nulla di "smart" nel cosiddetto "smart working , chiamiamolo lavoro a distanza.
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4458
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: Costruiamo il futuro dell’Italia sostenibile e solidale

Messaggioda trilogy il 21/06/2020, 10:49

Comunque un aspetto positivo in questa fase c'è; circolano molte idee alcune interessanti ma dobbiamo superare il grande limite culturale dell'Italia: "le idee non sono progetti". Le idee per diventare progetti hanno bisogno di numeri, risorse , tempi e procedure di realizzazione, indicatori di successo, analisi di sostenibilità che non è solo ambientale, ma anche economica e finanziaria.
Racconto un aneddoto. Un paio di mesi fa ne stavo guardando un progetto che dalla parte descrittiva era molto interessante e suggestivo. Poi arrivo alla parte dei numeri. C'era una bella proiezione economico/finanziaria su sei/sette anni, fatta molto bene,precisa. Aveva un solo problema, che al terzo anno erano numericamente falliti e non se ne erano accorti.
Al sesto anno di attività in un ambiente reale non ci arrivavano proprio.
non c'è nulla di "smart" nel cosiddetto "smart working , chiamiamolo lavoro a distanza.
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4458
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: Costruiamo il futuro dell’Italia sostenibile e solidale

Messaggioda mauri il 21/06/2020, 13:41

franz ha scritto:
mauri ha scritto:hai ragione mi dispiace ma
era in pdf ma non accetta oltre 1 mega
trasformato in txt non accettato
lo stesso da txt ritrasformato in pdf
e questo è il risultato
suggerimenti?
ciao

ps
in realtà sono 50 pagine


Suggerimenti?
Ho cercato il PDF tra il materiale WWF pubblicato nell'ultima settimana e mi pare che sia proprio questo:
https://d24qi7hsckwe9l.cloudfront.net/d ... ee_def.pdf

Giusto?

PS: rapida lettura. Confermo la assoluta mancanza di dati, tabelle, grafici.
Solo parole, tante parole. Come è normale nella politica di oggi.
Molto strano perché l'ambientalismo di dati ne avrebbe a iosa.
Comunque, visto che le parole abbondano ho provato a cercarne qualcuna significativa.
Per esempio "fondi". Perché alla fine, sarò cinico, è questo che fanno molte organizzazioni politiche: fare proposte e chiedere fondi. Anche il recovery found è menzionato, insieme a fondi pubblici e privati.
Insomma, nulla di nuovo sotto il Sole.


si giusto franz grazie, sto perdendo i colpi bastava mettere il link...
grazie a tutti ciao bella settimana
mauri
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 1851
Iscritto il: 16/06/2008, 10:57

Re: Costruiamo il futuro dell’Italia sostenibile e solidale

Messaggioda Robyn il 22/06/2020, 18:50

Questa dell'Alitalia statale non la sapevo e' piu' che altro una idea legata al sovranismo ,la compagnia di bandiera,una idea di grandezza nazionale,l'Italia che vola nei cieli.Dal momento che tutti i tantativi di salvarla mantenendola privata sono falliti si puo' pensare ad una compagnia parastatale come British Airways,la proprieta' e' pubblica ma la gestione e' privata oppure si puo' pensare ad una Pubblic company con piu' azionisti includendo azionisti europei ed esteri ma dove una quota di azioni e detenuta dai dipendenti Alitalia che di conseguenza avranno la rappresentanza nel consiglio di amministrazione e potranno far sentire la loro voce,perche molte crisi industriali dipendono dalla mancata partecipazione dei lavoratori alle scelte, se pur in forma leggera che non compromette l'unita' di direzione aziendale.La partecipazione dello stato con una quota di azioni oppure la gestione statale completa e' sempre da evitare per le degenerazioni che portano,inefficenze,clientelismo,sprechi che poi si scaricano sui cittadini
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9422
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52


Torna a Che fare? Discussioni di oggi per le prospettive di domani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 16 ospiti

cron