La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Gli Stati generali dell’economia e il fantasma di Luigi XVI

Discussioni e proposte, prospettive e strategie per il Paese

Re: Gli Stati generali dell’economia e il fantasma di Luigi

Messaggioda trilogy il 11/06/2020, 11:14

franz ha scritto:
trilogy ha scritto:Ma come? Con tutta la propaganda di governo che ci racconta come lo smart working abbia aumentato la produttività della PA del 20/30 % :lol: Fanno quello che hanno sempre fatto...ora lo fanno da casa ;)

Questa del guadagno di produttività della PA aumentato del 20-30% me la sono persa.
Me la spiegate bene?


Scusa una mia svista nel privato si parla di aumento della produttività dovuta allo smart working nella PA di un calo del 30%.
Però calano le assenze e aumenta il benessere dei lavoratori, tanto sono già a casa :mrgreen:

https://www.repubblica.it/economia/rapp ... 255244267/

https://www.investireoggi.it/fisco/smar ... -nella-pa/
non c'è nulla di "smart" nel cosiddetto "smart working , chiamiamolo lavoro a distanza.
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4458
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: Gli Stati generali dell’economia e il fantasma di Luigi

Messaggioda Robyn il 11/06/2020, 11:53

Pentastelle e Iv propongono una riforma del fisco con tre aliquote.Adesso e' inutile prendersela con la finanza internazionale quando sono gli italiani stessi a creare le disuguaglianze sociali che poi indeboliscono la democrazia,non si capisce se ci fanno o ci sono forse tutte e due,perche poi quando queste disuguaglianze si manifestano sulla vita reale dei cittadini per protesta gli stessi che le hanno create si rivolgono a destra attaccando la sinistra lib e lab,un cane che si morde la coda.Il fisco dovrebbe essere un tema europeo proprio perche i nazionalismi non sono in grado di garantire la democrazia.La presenza di una sinistra lib e lab in questo contesto e' piu' che mai necessaria
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9422
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Gli Stati generali dell’economia e il fantasma di Luigi

Messaggioda franz il 11/06/2020, 13:38

Robyn ha scritto:Pentastelle e Iv propongono una riforma del fisco con tre aliquote.

Si può dire "imbecilli"?
La vera rivoluzione è aumentare le aliquote. 10, 20, 30.
Non diminuirle.
Meno sono è più "scalettato" è il prelievo.

Poi la rivoluzione finale è il federalismo fiscale, con ogni regione, provincia e soprattutto Comune che ha la sua scala di aliquote.
Be careful when you follow the masses;
Sometimes the M is silent.
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21195
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Gli Stati generali dell’economia e il fantasma di Luigi

Messaggioda Robyn il 14/06/2020, 14:55

La riforma dell'IRPEF dovrebbe mantenre le 5 aliquote ma facendole scendere tutte a 19-23-27-32-36.La discesa dell'aliquota di riferimento potrebbe essere a livello individuale e immediata.Quelle attivita' esercenti ed aziende che utilizzano le transazioni elettroniche possono beneficiare immediatamente del calo dell'aliquota di riferimento,chi invece continua ad utilizzare i vecchi metodi come il cash rimane con la vecchia aliquota.Le commissioni bancarie sulle transazioni elettroniche possono essere eliminate tutte e le banche per sostenere i costi del software di bancomat etc potrebbero renumerare di meno gli interessi sui grandi depositi quindi no a tagli di personale,no ad aumentare i costi fissi dei conti correnti.Le 3 aliquote portano a disuguaglianze sociali il calcolo logartmico y=logx potrebbe eliminare il ricavo utile presente nello scalino e per alcuni potrebbe esserci un'aumento di tassazione.Poi c'e' la tassa di successione che puo' essere ampliata in senso verticale al di sopra di un plafond di 700.000 euro con aliquote crescenti che non disincentivano l'accumulo di ricchezza nel corso della vita e in senso orizzontale.Attraverso la tassa di successione si puo' diminuire il cuneo fiscale e possibilmente eliminare delle microtasse per un fisco piu' semplice
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9422
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Gli Stati generali dell’economia e il fantasma di Luigi

Messaggioda franz il 14/06/2020, 19:06

Robyn ha scritto:La riforma dell'IRPEF dovrebbe mantenre le 5 aliquote ma facendole scendere tutte a 19-23-27-32-36

E come lo finanzi?
Quali spese tagli?
Be careful when you follow the masses;
Sometimes the M is silent.
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21195
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Gli Stati generali dell’economia e il fantasma di Luigi

Messaggioda Robyn il 14/06/2020, 19:18

Si finanzia con la tassa di successione nel frattempo che si recupera l'evasione fiscale per evitare buchi di bilancio.La tassa di successione diminuisce il cuneo fiscale finanzia momentaneamente la diminuzione Irpef fino a quando non si recupera l'evasione ed elimina le microtasse
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9422
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Gli Stati generali dell’economia e il fantasma di Luigi

Messaggioda Robyn il 14/06/2020, 20:49

Facciamo la logaritmica c'e' poco tempo.La logaritmica da quello che ho capito si ricavano delle aliquote intermedie fra un'aliquota e l'altra che poi finanziano la discesa dell'Irpef
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9422
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Gli Stati generali dell’economia e il fantasma di Luigi

Messaggioda trilogy il 15/06/2020, 8:17

Quando renderanno noti i conti pubblici aggiornati il debito e il deficit saranno a livelli astronomici. Nel racconto quotidiano del governo il problema non viene mai toccato.Quindi non è chiaro per nulla quale sarà la strategia per mantenere in equilibrio finanziario i conti. Forse è un po' prematuro affrontare il tema del taglio delle tasse.
non c'è nulla di "smart" nel cosiddetto "smart working , chiamiamolo lavoro a distanza.
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4458
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: Gli Stati generali dell’economia e il fantasma di Luigi

Messaggioda franz il 15/06/2020, 10:00

trilogy ha scritto:Quando renderanno noti i conti pubblici aggiornati il debito e il deficit saranno a livelli astronomici. Nel racconto quotidiano del governo il problema non viene mai toccato.Quindi non è chiaro per nulla quale sarà la strategia per mantenere in equilibrio finanziario i conti. Forse è un po' prematuro affrontare il tema del taglio delle tasse.

Non è invece prematuro il tema del taglio della spesa pubblica.
Anzi, siamo in ritardo di 30 anni.
Se avessimo la spesa pubblica della vicina Svizzera (32% del PIL) che malgrado questo ha ottimi servizi pubblici (scuola e sanità soni ai massimi livelli e per tutti, l'ambiente è tutelato, i trasporti pubblici da favola) potremmo avere anche una pressione fiscale molto piu' bassa di ora e cominciare a far scendere il debito pubblico e diminuire l'evasione.
A maggior ragione oggi, che con la contrazione del PIL e l'aumento della spesa COVID, arriveremo al 170%
Il problema non sono le tasse, è la spesa.

Questo lo si sa anche senza stati generali.
Per far ripartire il paese occorre tagliare la burocrazia e la spesa per dare ossigeno alle imprese e al lavoro.
Be careful when you follow the masses;
Sometimes the M is silent.
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21195
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Gli Stati generali dell’economia e il fantasma di Luigi

Messaggioda trilogy il 15/06/2020, 16:50

"Mi sarei aspettato che, con le convocazioni a Villa Pamphili, il Governo presentasse un piano ben dettagliato, con un cronoprogramma, con gli effetti attesi, in quanto tempo, gli effetti sul Pil. Questo piano non l'ho visto, sarei curioso di leggerlo. Vorrei ascoltarlo", dice il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, in un incontro con la stampa estera.

"Detto ciò - aggiunge - come Confindustria siamo positivi e propositivi. Andremo a Villa Pamphili dicendo quello che pensiamo e soprattutto presentando un nostro piano ben preciso. Sarà pubblicato. Ne abbiamo fatto un libro". Un volume che ha mostrato: si legge il titolo "Italia 2030".

https://www.ansa.it/sito/notizie/econom ... c9b63.html
non c'è nulla di "smart" nel cosiddetto "smart working , chiamiamolo lavoro a distanza.
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4458
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

PrecedenteProssimo

Torna a Che fare? Discussioni di oggi per le prospettive di domani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 42 ospiti