La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Ma questi sono pazzi!

Discussioni e proposte, prospettive e strategie per il Paese

Ma questi sono pazzi!

Messaggioda franz il 23/01/2020, 10:53

Proposta n. 15 L’imposta sui vantaggi ricevuti e la misura di eredità universale

Si propone un intervento integrato per riequilibrare la ricchezza su cui ragazze e ragazzi possono contare nel momento del passaggio all’età adulta e che esercita una forte influenza sulle loro opzioni e scelte di vita: da un lato,
prevedere che, al compimento dei 18 anni, ogni ragazza e ragazzo riceva una dotazione finanziaria (o “eredità
universale”) pari a 15mila euro
, priva di condizioni e accompagnata da un tutoraggio che parta dalla scuola;
dall’altro, una tassazione progressiva sulla somma di tutte le eredità e donazioni ricevute (al di sopra di una
soglia di esenzione di 500mila euro) da un singolo individuo durante l’arco di vita.
https://www.forumdisuguaglianzediversit ... a-n-15.pdf

I diciottenni sono 474'475 (fonte: http://demo.istat.it/strasa2019/index.html ) e dare a ciascuno 15'000 euro costa 7.117 miliardi. Ogni anno. A parte l'assurdita diseducativa di dare soldi senza averli guadagnati, si ipotizza un pari gettito dall'inasprimento dell'imposta successoria. Contro i 560 milioni di Euro attuali.

Come passare da mezzo miliardo a più di 7?
Inasprendo le aliquote per i grandi patrimoni.

Ma i ricchi, quando capiscono che una lunga malattia sta per arrivare, ci mettono poco a trasferirsi all'estero, dove le aliquote sono più basse o addirittura inesistenti. Chi ha 5 milioni di euro verrebbe gravato al 50%. Gli eredi stessi spingerebbero per un trasferimento. Dove tra l'altro la sanità fosse migliore. Chi ha 5 milioni non ha certo problema cambiare casa e vendere quello che ha in Italia. Uno dei cardini del diritto tributario riguarda la residenza (abituale) del contribuente. In questo caso, del defunto. Certo, le autorità tributarie italiane potrebbero fare resistenza e impugnare la cosa, ma a che quelle dello stato di residenza.

Parlare di 7 miliardi mi pare quindi prematuro.
Non dire gatto se non ce l'hai nel sacco. Vale anche per i vari de cuius.

Tra l'altro, la sezione italiana di Oxfam dedica anche uno speciale alla diseguaglianza nel nostro paese. Per cominciare, si vede che anche in Italia da alcuni anni la quota della ricchezza del top 10 per cento è in continua riduzione: dal picco del 56 per cento nel 2016 siamo scesi al 53,6 per cento nel 2019. Oltretutto, si è perfino ridotto il numero di milionari, sceso da 1.516 del 2018 a 1.496 del 2019: forse una buona notizia per Oxfam, ma un pessimo segnale per chiunque abbia l'accortezza di rintracciarvi l'ennesimo indizio di un'economia stagnante. I ricchi stanno già diminuendo e con un'imposta di successione fino al 50%, ne rimarrebbero pochi.
Be careful when you follow the masses;
Sometimes the M is silent.
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21221
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Ma questi sono pazzi!

Messaggioda franz il 23/01/2020, 14:32

Chiedo scusa, ho selezionato la tabella ISTAT sbagliata.
Metto le cifre esatte. Che Sono peggiori.
----
I diciottenni sono 590'965 (fonte: http://demo.istat.it/strasa2019/index.html ) e dare a ciascuno 15'000 euro costa 8,864 miliardi. Ogni anno. A parte l'assurdità diseducativa di dare soldi senza averli guadagnati, si ipotizza un pari gettito dall'inasprimento dell'imposta successoria. Contro i 560 milioni di Euro attuali.

Come passare da mezzo miliardo a più di 8,8 miliardi?
Inasprendo le aliquote per i grandi patrimoni.

Ma i ricchi, quando capiscono che una lunga malattia sta per arrivare, ci mettono poco a trasferirsi all'estero, dove le aliquote sono più basse o addirittura inesistenti. Chi ha 5 milioni di euro verrebbe gravato al 50%. Gli eredi stessi spingerebbero per un trasferimento. Dove tra l'altro la sanità fosse migliore. Chi ha 5 milioni non ha certo problema cambiare casa e vendere quello che ha in Italia. Uno dei cardini del diritto tributario riguarda la residenza (abituale) del contribuente. In questo caso, del defunto. Certo, le autorità tributarie italiane potrebbero fare resistenza e impugnare la cosa, ma a che quelle dello stato di nuova residenza.

Parlare di 8,8 miliardi mi pare quindi prematuro.
Non dire gatto se non ce l'hai nel sacco. Vale anche per i vari de cuius.

Tra l'altro, la sezione italiana di Oxfam dedica anche uno speciale alla diseguaglianza nel nostro paese. Per cominciare, si vede che anche in Italia da alcuni anni la quota della ricchezza del top 10 per cento è in continua riduzione: dal picco del 56 per cento nel 2016 siamo scesi al 53,6 per cento nel 2019. Oltretutto, si è perfino ridotto il numero di milionari, sceso da 1.516 del 2018 a 1.496 del 2019: forse una buona notizia per Oxfam, ma un pessimo segnale per chiunque abbia l'accortezza di rintracciarvi l'ennesimo indizio di un'economia stagnante. I ricchi stanno già diminuendo e con un'imposta di successione fino al 50%, ne rimarrebbero pochi.
Be careful when you follow the masses;
Sometimes the M is silent.
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21221
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Ma questi sono pazzi!

Messaggioda Robyn il 23/01/2020, 16:29

La tassa sulle grandi ricchezze non dovrebbe finanziare queste cose ma il <cuneo fiscale>.Questa va' modulata in modo da non disincentivare la formazione di ricchezza.Per ex per la successione diretta genitori-figli al di sotto dei 700.000 euro non dovrebbe esserci nessuna aliquota al di sopra dei 700.000 euro le aliquote crescono al crescere della ricchezza fino ad un massimo ad ex 2% 3% 5% 10% 14%.Piu' la ricchezza e' alta e piu' l'aliquota e' alta fino ad un massimo del 14% di modo che non si disincentiva la formazione di ricchezza durante la vita perche senza non c'e' crescita.Poi puo' esserci anche la tassazione orizzontale che riguarda parenti che non sono in linea verticale per ex i cugini e l'aliquota cresce fino a quando si arriva a persone senza legami di parentela 4% 8% 14%.Attualmente la tassa di successione cioe' sulle grandi ricchezze nel nostro paese non esiste si ferma al 4%
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9452
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Ma questi sono pazzi!

Messaggioda Robyn il 23/01/2020, 19:05

Attraverso la tassa sulle grandi ricchezze si puo' portare giu' il cuneo fiscale per i lavoratori dipendenti eliminando la trattenuta previdenziale ivs che va' alle aziende di modo che il costo del lavoro sia' piu' contenuto e permetta di contrastare il lavoro nero e si puo' portare giu' l'aliquota contributiva per le P IVA
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9452
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Ma questi sono pazzi!

Messaggioda franz il 24/01/2020, 16:24

Sono sempre stato favorevole (e lo sono tutt'ora) ad una blanda imposta annuale e progressiva sulla ricchezza (patrimoniale) intesa come somma di beni mobili ed immobili, fatta salva una quota di esenzione procapite e la deducibilità dei debiti.
Questa in cambio delle mille schifezze che fate in Italia, ogni anno con nomi diversi (ICI, IMU, TASI, TARSI, IUC e compagnia cantante) ogni volta che avete bisogno di soldi. Cioè sempre.

Sono invece decisamente contrario ad una tassazione da rapina al momento del decesso.
La vedrei solo per i gradi di non parentela e non certo con aliquote del 50%.
Per me tra moglie e marito, tra genitori e figli, tra fratelli, tra zii e nipoti, totale esenzione.
Tanto chi eredita pagherà annualmente la blanda imposta di cui sopra.

Anche dal punto di vista matematico è evidente che visto che si vive sempre più a lungo, è maglio prendere un ottantesimo blando ogni anno che il totale da rapina ad 80 anni.
Be careful when you follow the masses;
Sometimes the M is silent.
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21221
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Ma questi sono pazzi!

Messaggioda Robyn il 24/01/2020, 16:37

Non la chiamerei per niente patrimoniale ma tassa sulle grandi ricchezze e va' fatta anche in senso verticale con un plafond di 700.000 euro al di sotto del quale non si paga nulla mentre superando il plafond le aliquote crescono al crescere della ricchezza fino ad un massimo modulandole in modo da non disincentivare la formazione della ricchezza durante il corso della vita 2% 3% 5% 10% 14%.Da calcolare che in senso verticale la tassa sulle grandi ricchezze serve perche l'Italia e' il paese che ha il piu' basso tasso di meritocrazia.Il panorama europeo Francia Germania Inghilterra vede la piu' alta tassazione verticale e non spaventiamoci del 14% massimo sia verticale che orizzontale
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9452
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Ma questi sono pazzi!

Messaggioda franz il 24/01/2020, 17:12

Robyn ha scritto:Non la chiamerei per niente patrimoniale ma tassa sulle grandi ricchezze e va' fatta anche in senso verticale con un plafond di 700.000 euro al di sotto del quale non si paga nulla mentre superando il plafond le aliquote crescono al crescere della ricchezza fino ad un massimo modulandole in modo da non disincentivare la formazione della ricchezza durante il corso della vita 2% 3% 5% 10% 14%.Da calcolare che in senso verticale la tassa sulle grandi ricchezze serve perche l'Italia e' il paese che ha il piu' basso tasso di meritocrazia.Il panorama europeo Francia Germania Inghilterra vede la piu' alta tassazione verticale e non spaventiamoci del 14% massimo sia verticale che orizzontale

L'ipotesi di cui si parla è 50%. Ma solo all'idea, i ricchi giustamente scappano.
Be careful when you follow the masses;
Sometimes the M is silent.
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21221
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Ma questi sono pazzi!

Messaggioda Robyn il 25/01/2020, 13:50

I pentastelle pensano alle tre aliquote 23 36 41 ma questo sistema non sarebbe equo e costerebbe molto.In breve portando l'aliquota pagata dalla classe media dal 27% al 23% si cerca di realizzare un fac-simile del quoziente familiare.La soluzione invece sta' nel fare scendere tutte le aliquote marginali ma lasciandone 5 e portando l'aliquota del 27% pagata dalla classe media al 23%.Piu' precisamente l'IRPEF dovrebbe essere cosi-19% ,<23%> ,27% ,32% ,37%-Il quoziente familiare verebbe realizzato lo stesso portando l'aliquota del 27% al 23% ma mantenendo le 5 aliquote per ragioni legate all'equita' e alla progressivita'.Se abbiamo le idee chiare per tempo e' meglio
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9452
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52


Torna a Che fare? Discussioni di oggi per le prospettive di domani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti

cron