La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

In panne su Autostrade

Discussioni e proposte, prospettive e strategie per il Paese

Re: In panne su Autostrade

Messaggioda trilogy il 13/01/2020, 13:16

Si parla tanto delle concessioni autostradali ai privati. Sulla ferrovie gestite al 100% dal pubblico si preferisce tacere. Nessuno paga, nessuno viene licenziato. Eppure con i loro disservizi quotidiani provocano ai lavoratori pendolari e al paese nel suo complesso perdite economiche enormi a causa delle ore di lavoro perse, coincidenze aree saltate ecc.

Treni, guasti a Roma Termini e a Firenze: forti ritardi, disagi anche sull'alta velocità
Nella capitale la situazione sta lentamente tornando alla normalità, ma i treni hanno ritardi che nel caso di quello in arrivo da Monaco sono arrivati a due ore

fonte: https://www.repubblica.it/cronaca/2020/ ... 245651266/
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4313
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: In panne su Autostrade

Messaggioda Robyn il 13/01/2020, 13:33

Su Aspi bisogna prendere tempo perche ha molte implicazioni a partite dai 7000 lavoratori in essa impiegati e che non si sa' dove andrebbero.Siamo tutti perfettamente d'accordo che ci sono state 43 vittime che reclamano giustizia.Inizialmente si e' pensato al ritiro della concessione nel tratto in cui e' avvenuto il cedimento cioe' il ramo autostradale relativo a Genova Sestri Levante e non su tutta la rete autostradale in concessione ad Aspi.In ogni caso prima di fare delle scelte bisogna aspettare il pronunciamento della magistratura
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9115
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: In panne su Autostrade

Messaggioda Robyn il 13/01/2020, 15:47

La concessione si puo' ritirare sul ramo autostradale dove c'e' stato il cedimento cioe' sulla Genova Sestri Levante e non su tutte le altre diramazioni cioe' il ritiro c'e' solo relativamente a quella diramazione
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9115
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: In panne su Autostrade

Messaggioda franz il 14/01/2020, 17:24

Autostrade, investitori esteri scrivono all’Ue per chiedere di fermare revoca concessioni. S&P taglia rating Atlantia: “Livello spazzatura”

Una lettera per chiedere all’Unione europea di bloccare le modifiche alle concessioni autostradali introdotte col decreto Milleproroghe. È l’iniziativa di alcuni investitori europei di Atlantia, che secondo quanto filtra dalle agenzie di stampa stanno per inviare alla Ue (in particolare alla commissaria alla Concorrenza Margrethe Vestager, al vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis, e al commissario Ue per il Mercato Interno, Thierry Breton) una missiva di protesta contro la norma del governo.

“Questa misura è ragione di seria preoccupazione per noi e per l’intera comunità degli investitori in quanto compromette del tutto la prevedibilità normativa, scoraggiando gli investimenti e restringendo senza giustificazione la libera circolazione dei capitali” si legge nella lettera, dove è auspicato un intervento di Bruxelles. La conferma dell’obiettivo è nel prosieguo del documento: secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa, nel testo si ricorda che l’articolo 35 del decreto Milleproroghe è similare alla modifica unilaterale fatta alle concessioni nel 2006 del governo Prodi, occasione in cui la Commissione europea aveva aperto una procedura di infrazione perché non veniva rispettato il concetto del diritto comunitario del ‘pacta sunt servanda’ (i patti devono essere osservati). Nella missiva gli investitori chiedono quindi un intervento “urgente” della Commissione Ue per ristabilire il “rispetto del diritto comunitario” che – sempre secondo gli investitori – l’articolo 35 del Milleproroghe ha “sovvertito”.

L’indiscrezione sull’esistenza e sul prossimo invio della lettera all’Unione europea è arrivata nel giorno in cui Standard&Poor’s ha tagliato il rating di Atlantia a livello “junk“, cioè spazzatura. L’agenzia americana ha ridotto il rating da BBB- a BB- con outlook negativo. Nei giorni scorsi già Fitch e Moody’s avevano abbassato il rating della holding della famiglia Benetton, controllante di Autostrade, sotto l’investment grade dopo che il decreto Milleproroghe ha cambiato le regole per la revoca della concessione, tagliando pesantemente l’indennizzo dovuto ai concessionari che ora – secondo gli analisti – calerebbe da 23 a 7 miliardi di euro.

Oltre al rating di Atlantia, S&P ha tagliato anche quello di Autostrade da BBB- a ‘BB- e quello di Aeroporti di Roma da BBB- a BB+. Entrambe le società perdono la tripla BBB e scendono sotto l’investment grade. Ridotto anche il rating di Abertis, che scende da ‘BBB’ a ‘BBB-‘. L’agenzia di rating ricorda che con il Milleproroghe “il processo di fine o revoca dei contratti di concessione è meno costoso” per lo Stato e “non soggetto a un pagamento tempestivo da parte del concedente”. La norma, sottolinea, “colpisce negativamente” Autostrade e Atlantia “incrementando il rischio della fine della concessione” con “conseguenze e una liquidazione difficile da prevedere”. “Se la concessione fosse risolta o revocata – aggiunge Standard&Poor’s – ci aspettiamo un lungo contenzioso legale alla luce del fatto che la concessione inizialmente assicurava una forte protezione legale ad Autostrade anche nel caso di cambiamenti nel quadro regolatorio”. Il rating di Atlantia è stato messo da S&P in “Creditwatch negativo”: insomma l’agenzia Usa “potrebbe abbassare i rating di oltre un notch (gradino) se i rischi di liquidità per Atlantia aumentassero”. Un’eventualità che verrebbe a determinarsi in caso di “risoluzione o revoca, o in caso di domanda di un rimborso accelerato da parte dei creditori”. Oltre che dei rischi di liquidità i rating potrebbero risentire anche dalle “indagini in corso relative al crollo del ponte di Genova e al ruolo di Autostrade nella gestione e manutenzione della sua rete infrastrutturale”.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/0 ... a/5668543/
Il comportamento più adeguato per un essere umano è quello di sentirsi fortunato di essere vivo, umile di fronte all'immensità del tutto. Magari facendosi una birra.
Karry Mullis, Biochimico, Nobel per la Chimica 1993, (28/12/1944 – 07/08/2019)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21043
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: In panne su Autostrade

Messaggioda Robyn il 14/01/2020, 19:40

Certo come no rispondono il commissario alla concorrenza e al commercio estero non vediamo l'ora di proteggere i vostri privilegi per noi il liberalismo e' un'optional non vediamo l'ora di ripristinare un'asimmetria che fa' i vostri interessi per far pagare ai contribuenti italiani 27 mld di euro in modo da vanificare i sacrifici che hanno fatto
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9115
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: In panne su Autostrade

Messaggioda Robyn il 15/01/2020, 12:41

La relazione della corte dei conti parla chiaro c'e' un'asimmetria a sfavore del concedente in cui si rivela una debolezza pattizia e per di piu' contraria agli articoli del codice civile dal quale si desume una incostituzionalita' ed in caso di ritiro unilaterale del soggeto che gestisce la diramazione autostradale non c'e' indennizzo perche si rileverebbe un danno per il soggetto concedente cioe' per le finanze pubbliche.L'indennizzo non e' immediato perche il soggetto concedente puo' sempre recedere per tempo dalla sua decisione e non ritirare piu' concessione.Adesso una cosa sono le regole a cui i concessionari devono stare che devono essere ragionevoli e costituzionali e che non possono permettere privilegi ingiustificati e a nulla vale la retroattivita' e non, altra cosa e' il ritiro della concessione che puo' benissimo limitarsi al ramo autostradale dove e' avvenuto l'inadempimento contrattuale cioe' sulla diramazione autostradale Genova La Spezia oppure Genova Sestri Levante
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9115
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: In panne su Autostrade

Messaggioda Robyn il 15/01/2020, 15:40

Le agenzie di rating fanno solo pura speculazione.Non c'e' il rischio fallimento perche in caso di revoca della concessione vengono ripagati gli investimenti fatti attraverso il pagamento dei pedaggi.Il soggetto che subentra ripaga gli investimenti del soggetto precedente che esce e quindi il soggetto che esce e'alleggerito dal pagamento degli investimenti gia in fase di esecuzione
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9115
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Precedente

Torna a Che fare? Discussioni di oggi per le prospettive di domani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron