La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

la prescrizione

Discussioni e proposte, prospettive e strategie per il Paese

Re: la prescrizione

Messaggioda franz il 11/12/2019, 10:03

Una volta tanto, d'accordo con Lupi

Questa mattina il "Buongiorno" di Mattia Feltri sulla Stampa mi ha veramente fatto iniziare bene la giornata. Perché il coraggio di scrivere la verità, cioè di dire le cose come stanno, è sempre un buon viatico.

I grillini – scrive Feltri - presidente della Camera in testa, tifano per l'abolizione della #prescrizione perché "ne beneficiano i ricchi, i quali possono permettersi avvocati in gamba, padroni di ogni cavillo buono a trascinare il processo all’estinzione".

Ma se "dei 129 mila processi prescritti nel 2017, quasi 100 mila si sono prescritti prima di arrivare in tribunale", che c’entrano gli avvocati? Erano fascicoli abbandonati alla polvere nelle nostre Procure, fa giustamente notare Feltri.

E poi, se è “la sorte dei poveri cristi” che preoccupa l’onorevole Roberto Fico, che cosa diciamo agli innocenti finiti in carcere, "dal 1992 al 2018, oltre 27 mila, più di mille all’anno, tre al giorno, uno ogni otto ore"? È una ben triste contabilità.

Innocenti in galera e presunti innocenti condannati a processi lunghi una vita.

Anche Raffaele Cantone, magistrato unanimemente riconosciuto per la sua competenza e integrità, si era espresso sull'inutilità di allungare i tempi della prescrizione, figurarsi la sua cancellazione.

Una giustizia che arriva tardi o, peggio, che non arriva mai è una giustizia negata, non è la giustizia di cui parla la nostra Costituzione.

Ci si adoperi piuttosto per accelerare i processi. Questa sì sarebbe una vera rivoluzione per l’Italia.
Il comportamento più adeguato per un essere umano è quello di sentirsi fortunato di essere vivo, umile di fronte all'immensità del tutto. Magari facendosi una birra.
Karry Mullis, Biochimico, Nobel per la Chimica 1993, (28/12/1944 – 07/08/2019)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21043
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: la prescrizione

Messaggioda Robyn il 11/12/2019, 11:53

La prescrizione del processo anziche la prescrizione del reato è una rivoluzione a 360 gradi.Allo stesso tempo se un reato non viene iscritto a registro in un determinato tempo non c'è il processo e non si può più perseguire scatta la prescrizione questa è una garanzia per l'imputato perche se non è così potrebbe essere ricattabile in qualsiasi momento.Per quanto riguarda la custodia cautelare pare esserci una relazione con l'aumento delle pene.La custodia cautelare dovrebbe rappresentare solo una eccezzionalità nel nostro ordinamento perche si è innocenti fino a prova contraria e definitiva.Se una pena è di sette anni e si fanno due anni di custodia cautelare a seguito di condanna a sette anni la pena viene scalata di due e si fanno cinque anni ma non può funzionare cosi perche se si fanno due anni di custodia cautelare e poi si scopre l'innocenza chi restituisce i due anni di custodia cautelare al cittadino?sono due anni di libertà che nessuno ti può restituire
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9115
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: la prescrizione

Messaggioda franz il 11/12/2019, 13:55

Allo stesso tempo se un reato non viene iscritto a registro in un determinato tempo non c'è il processo e non si può più perseguire scatta la prescrizione questa è una garanzia per l'imputato perche se non è così potrebbe essere ricattabile in qualsiasi momento

Ti sembra giusto anche nei casi di pedofilia?
O per i crimini di guerra?
Il comportamento più adeguato per un essere umano è quello di sentirsi fortunato di essere vivo, umile di fronte all'immensità del tutto. Magari facendosi una birra.
Karry Mullis, Biochimico, Nobel per la Chimica 1993, (28/12/1944 – 07/08/2019)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21043
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: la prescrizione

Messaggioda Robyn il 11/12/2019, 13:58

Infatti vanno esclusi tutta una categoria di reati i più gravi,può riguardare quelli meno gravi e più lievi
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9115
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Prescrizione

Messaggioda Robyn il 16/01/2020, 13:52

Puo' essere che sulla prescrizione non si trovi un'intesa?Adesso esistono diversi sistemi per rendere ragionevole la durata dei processi.Il primo e' quello dei time limits per ogni grado di giudizio in cui il giudice deve giungere, quando scatta il time limits,ad un pronunciamento e dove non c'e' la prescrizione del reato ma del processo.Il secondo sistema puo' essere un sistema a traslazione dove la pausa dilatoria richiesta dalle parti nel processo va a dilatare la prescrizione di un periodo pari alla pausa dilatoria richiesta e concessa di modo che non si possano usare le dilazioni per far cadere il processo in prescrizione.Il tutto naturalmente deve essere corredato dalla riforma del processo penale che deflaziona il processo e il patteggiamento con la quale si riduce la pena di un terzo.Altri meccanismi sono incostituzionali come precludere il secondo grado in caso di innocenza che sarebbe un favore fatto a imputati facoltosi che possono pagarsi fior di avvocati e incostituzionale e' aumentare la pena se si ricorre al secondo e terzo grado in caso di condanna
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9115
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Prescrizione

Messaggioda Robyn il 16/01/2020, 19:34

La riforma deve essere all'insegna delle garanzie.Ad ex aumentare la pena in caso di ricorso di chi e' innocente ma al primo grado viene dichiarato colpevole per paura che la pena possa aggravarsi ancora,puo' accadere che non fa' ricorso.E' quindi incostituzionale perche la difesa e' un diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento.Anche il patteggiamento puo' essere poco garantista in un processo che non ha mai termine perche soggetti deboli anche se innocenti potrebbero ricorrere al patteggiamento dicendo che sono colpevoli per non affrontare un processo senza termine pur essendo innocenti.In una prescrizione che si dilata a seguito di pause dilatorie richieste e concesse l'imputato non sarebbe interessato ad usarle per fini dilatori ma solo se necessarie e finalizzate ad analizzare alcuni elementi a fini di difesa.La concessione della pausa dilatoria puo' essere a discrezione del giudice e nel caso dell'imputato la discrezionalita' puo' essere attenuata mentre per la pubblica accusa piu' stringente perche potrebbe usarla in modo pretestuoso ma il compito della pubblica accusa e' sempre la ricerca della verita' nell'adversary dove c'e' la parita' fra le parti con il giudice parte terza e imparziale.Nel concedere o rigettare la richiesta di una pausa a fini dilatori il giudice valuta anche che il processo non si protragga superando i tempi ragionevoli in particolare se sono utilizzate per altri fini
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9115
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Precedente

Torna a Che fare? Discussioni di oggi per le prospettive di domani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron