La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

la spesa statale

Discussioni e proposte, prospettive e strategie per il Paese

Re: la spesa statale

Messaggioda Robyn il 12/10/2019, 11:00

Pare essere una giungla.Il problema non è solo tempi certi e limitati per l'espletamento di una pratica ma anche il numero di passaggi burocratici necessari per aprire un'attività e poi perche devo pagare il comune se già pago le tasse locali?Quindi la logica vorrebbe che ci sia una semplificazione diminuendo il numero di passaggi.Per ex per aprire una parrucchieria bisognerebbe limitarsi ai soli passaggi necessari.Devo aver esercitato presso un'altra parrucchieria per almeno tre anni oppure aver fatto un corso di formazione.Dovrò però aprire il locale che deve essere sicuro per i clienti per evitare che qualcuno entrando si fà male.La famosa agibilità ad ex non può consistere in una frammentazione di passaggi burocratici ma in un solo passaggio burocratico dove viene verificato tutto,l'impianto elettrico,quello idraulico,l'ingresso per i disabili,la dislocazione delle attrezzature poste in posizioni di sicurezza,la salubrità dell'ambiente.Poi per accellerare ancora ci si può avvalere di agenzie che si occupano di disbrigare tutte le pratiche necessarie altrimenti posso fare da solo.La complessità della burocrazia dipende anche da una mentalità ostile alla concorrenza tipo se poi quell'altro apre mi frega i clienti ci manca solo l'iscrizione all'ordine dei parrucchieri.La liberalizzazione e l'apertura alla concorrenza è possibile solo attraverso il minimo tariffario che evita una concorrenza sleale che porta in basso i costi per ex i taxi e incide negativamente anche sulle retribuzioni dei dipendenti di esercizi commerciali che ne hanno
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 8850
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: la spesa statale

Messaggioda Robyn il 12/10/2019, 12:35

Poi c'è anche il problema dei ritardati pagamenti della Pa per chi lavora per conto di essa.Il ritardo è sì imputabile alla mancata informatizzazione della Pa ma anche a problemi finanziari"?"bò non si sà.Chi ne sà di più?Le direttive europee recepite dall'Italia anche qui stabiliscono tempi certi e limitati per i pagamenti ma non è stato sufficente.Il ritardo del pagamento costa anche molto ai contribuenti perche se entro un tempo limitato e definito la Pa non ha ancora liquidato chi lavora per essa scattano gli interessi di mora e questo si traduce in un costo in più per i contribuenti
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 8850
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: la spesa statale

Messaggioda trilogy il 12/10/2019, 12:53

Robyn ha scritto:Pare essere una giungla.Il problema non è solo tempi certi e limitati per l'espletamento di una pratica ma anche il numero di passaggi burocratici necessari per aprire un'attività e poi perche devo pagare il comune se già pago le tasse locali?Quindi la logica vorrebbe che ci sia una semplificazione diminuendo il numero di passaggi.Per ex per aprire una parrucchieria bisognerebbe limitarsi ai soli passaggi necessari.....


Dietro ogni passaggio burocratico c'è un dipendente pubblico che prende lo stipendio, un geometra che fa una perizia, un avvocato che scrive un atto, un ente di formazione che fa i corsi di abilitazione, docenti che insegnano. Gli Enti di formazione spesso sono emanazione delle stesse organizzazioni che poi si lamentano della burocrazia, ma sono pronte ad insorgere se elimini qualche passaggio burocratico, perché la burocrazia serve anche a limitare la concorrenza ed a proteggere quelli che già sono sul mercato, che sono gli associati delle organizzazioni che si lamentano della burocrazia. Insomma la burocrazia è invincibile perchè è una ruota che macina acqua, ma garantisce posti di lavoro sicuri, soldi e potere. :mrgreen:
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4226
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: la spesa statale

Messaggioda Robyn il 12/10/2019, 13:13

La burocrazia è una lotta intestina tutta interna alla destra la sinistra non è burocratica non c'entra e stà a noi semplificare il più possibile e ridurre ai minimi termini ai soli adempimenti necessari la burocrazia.Esempio di semplificazione burocratica era la tassa di circolazione e la tassa sull'autoradio bisognava pagare separatamente.Poi è stata fatta una sola tassa.Poi c'è da capire del perche dei ritardati pagamenti della Pa ed intervenire dove ci sono le disfunzioni
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 8850
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: la spesa statale

Messaggioda Robyn il 13/10/2019, 15:49

Sul mancato pagamento della Pa i soggetti interessati hanno fatto più volte ricorso all'agenzia recupero crediti.La banca recupero crediti concede liquidità al soggetto che non ha ancora ricevuto il pagamento dalla Pa per le prestazioni effettuate e poi la banca stessa si rifà sulla Pa.Questo naturalmente evita gli effetti indesiderati a catena dovuti alla mancanza del pagamento nei tempi prestabiliti incluso i fallimenti di piccole aziende ma non risolve il problema che è un problema di efficenza della Pa e un problema che i comuni e gli altri organismi della Pa per stare dentro il bilancio ritardano il pagamento
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 8850
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Precedente

Torna a Che fare? Discussioni di oggi per le prospettive di domani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

cron