La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Pastori e pecorino

Discussioni e proposte, prospettive e strategie per il Paese

Re: Pastori e pecorino

Messaggioda pianogrande il 17/02/2019, 14:26

franz ha scritto:E se fosse stata tutta una manovra per innescare l'ennesimo attrito con la UE?


L'attrito con la UE ci può essere se questo aiuto di stato non dovesse essere ammesso.

Certamente altra ottima carne al fuoco per la propaganda sovranista.
La UE mi impedisce di sovvenzionarti; e via con il repertorio fatto di professoroni, burocrati, servi dei poteri forti, delle banche.... di Satana.... dei savi di Sion...

In questo paese si può ormai raccontare di tutto.

L'importante è riuscire a condirlo con la convenienza a crederci.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9702
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Pastori e pecorino

Messaggioda Robyn il 17/02/2019, 15:15

Posso capire il minimo tariffario per alcune professioni per non andare troppo a ribasso oppure la protezione del made in italy contro la contraffazione e le norme antidumping contro la concorrenza sleale ma le sovvenzioni sono un'altra perche alterano la concorrenza e da questo escluderei il rmg "cosa diversa dal rdc" che invece è necessario per poveri e per uguali nastri di partenza.C'aveva ragione quell'altro là Piero Gobetti che parlava di un mercato parassitario che chiedeva solo protezione
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 8671
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Pastori e pecorino

Messaggioda franz il 18/02/2019, 8:26

Si impara sempre qualcosa :-)
In rete hanno spiegato perché il pecorino romano è tradizionalmente così salato.
Così tanto da essere mangiato raramente crudo ma usato invece come ingrediente per la preparazione di pietanze.

Tutto nasce dalla tassa sul sale: https://it.wikipedia.org/wiki/Tassa_sul_sale che è una delle tasse più antiche della storia, usata per far cassa nei momenti di difficoltà dello stato.

In toscana era molto alta ed è per questo che tradizionalmente il pane da quelle parti è "sciocco".
In Sardegna però la tassa non c'era ed il pecorino romano prodotto in sardegna, esportato sul continente, veniva usato per insaporire le pietanze ed aggirare la tassa sul sale.

Ecco come tasse antiche creano ancora oggi costi e opportunità.

Naturalmente non ho modo di verificare questo racconto.
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20818
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Pastori e pecorino

Messaggioda pianogrande il 18/02/2019, 11:33

Posso aggiungere che, nelle Marche, il pane è sempre stato "sciapo" e cioè senza sale.

Questa espressione dialettale si usa per definire qualsiasi cibo non salato a sufficienza.

Quanto a "pastori e pecorino" comincio ad essere davvero schifato nel vedere queste immagini di latte versato per le strade insieme a quelle di gente che muore di fame.

Sempre di più ci vedo qualcosa che ha a che fare coi vari "forconi" e "gilet gialli".

Un paese sempre più allo sbando e sempre più in mano a comportamenti distruttivi.

Sono stanco anche di cercare di capire queste situazioni che ormai mi appaiono come metodo per arrivare non so più a che cosa.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9702
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Pastori e pecorino

Messaggioda Robyn il 18/02/2019, 16:25

La salinità dipende probabilmente dal latte che contiene sali ed è per quello che non ci puoi fare niente,non ci puoi fare lo yogurt ,la margarina,il burro,il brie,la panna,non è buono da bere etc.Il ceta invece era proprio un'occasione per far assorbire tutta l'offerta perche se non lo puoi esportare chi è che se lo mangia tutto questo pecorino?
Locke la democrazia è fatta di molte persone
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 8671
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Pastori e pecorino

Messaggioda franz il 18/02/2019, 19:24

Robyn ha scritto:La salinità dipende probabilmente dal latte che contiene sali ed è per quello che non ci puoi fare niente,non ci puoi fare lo yogurt ,la margarina,il burro,il brie,la panna,non è buono da bere etc.Il ceta invece era proprio un'occasione per far assorbire tutta l'offerta perche se non lo puoi esportare chi è che se lo mangia tutto questo pecorino?

No, il fatto che sia salato dipende dalla lavorazione della forma, che viene posta o sotto sale o in salamoia.
Come è prescritto dal disciplinare.
Questo serve ad asciugare il formaggio.
Si veda alla voce osmosi, la sottovoce Conservazione degli alimenti
https://it.wikipedia.org/wiki/Osmosi
Il sale assorbe l'acqua del formaggio ed un po' di sale entra.
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20818
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Precedente

Torna a Che fare? Discussioni di oggi per le prospettive di domani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti