La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

FB e Libra

Discussioni e proposte, prospettive e strategie per il Paese

FB e Libra

Messaggioda franz il 20/06/2019, 9:26

Da leggere con attenzione.
Non riproduco tutto, ma solo alcuni estratti, per non sprecare spazio e banda

Facebook lancia la sua criptovaluta: ecco perché è una rivoluzione che cambierà l’economia mondiale
Oggi Mark Zuckerberg presenterà il progetto "Libra" per creare una criptovaluta stabile che concorrerà con il dollaro e l'Euro. Thomas Bertani, ceo di Eidoo: "Facebook vuole creare l’alternativa alle monete nazionali e sarà la valuta principale nei Paesi più poveri del mondo, per incominciare"

[...]
Fermi tutti: è legale? Solo a pronunciare ad alta voce l'idea dei minibot rischia di crollare l’eurozona e Zuckerberg può costruirsi una moneta da solo che farà diretta concorrenza alle banche centrali nazionali? Non proprio. Il garante non sarà il fondatore di Facebook, ma una federazione di enti pronti a dare credibilità al progetto. Facciamo qualche nome: Paypal, Booking, Visa, Mastercard. Ma potrebbero essere anche altre aziende di fintech o banche. Sarà la Libra foundation a "battere moneta", mentre Facebook garantirà la piattaforma. Di solito nel settore blockchain si danno delle garanzie di tipo matematico a queste criptovalute. Per esempio per creare un Bitcoin bisogna dimostrare grazie a un meccanismo matematico e alla teoria dei giochi l'impossibilità di andare contro il sistema e creare moneta falsa. «Quando non si vogliono dare garanzie matematiche si usa il metodo della federazione. Cioè enti fidati e credibili garantiscono la validità delle transazioni», chiarisce Bertoni. «Le aziende mettono in gioco la loro reputazione. Promettono di seguire le regole della nuova moneta e ci mettono la faccia. Si potrà vedere pubblicamente sulla blockchain il voto che ogni ente ha dato a una transazione». Legalmente non sarebbe una moneta emessa da Facebook ma dalla fondazione non profit e trasparente dove tra i fondatori principali risulta anche Facebook. Il colosso di Zuckerberg per ora sta abilitando e organizzando la struttura che potrebbe diventare a breve un nuovo sistema monetario sovranazionale. Un escamotage reputazionale, Facebook agirebbe dietro le quinte.

[...]
La nuova moneta di Facebook darà fastidio agli Stati nazionali. E in particolare potrebbe rubare una bella fetta di mercato al dollaro statunitense. Prendiamo ad esempio lo Zimbabwe dove la fiducia alla banca centrale è così bassa che le persone preferiscono scambiare il dollaro statunitense e non accettare la moneta locale. Libra potrebbe diventare la loro moneta ideale. «Qualcuno potrebbe farsi due conti: con un account Facebook, un'offerta di beni e servizi adeguata da parte del social network e una connessione internet, un abitante dello Zimbabwe o del Venezuela potrebbe voler ricevere lo stipendio Libra invece della moneta locale instabile e inflazionata di continuo». L'intento di Facebook è quello di creare una moneta che l'utente voglia mantenere e non scambiare con un altro asset, proprio come il dollaro statuintense. Detto questo nella fase iniziale ci potrebbero essere degli exchange, ovvero scambiare libra con un altro asset: oro, dollari, euro. «Dare la possibilità di uno scambio e convertibilità abilità anche i più dubbiosi ad accettare la moneta», spiega Bertani.
[...]

https://www.linkiesta.it/it/article/201 ... ede/42562/
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20920
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: FB e Libra

Messaggioda trilogy il 20/06/2019, 11:24

I paesi sono passati al sistema delle banche centrali come unico emittente di moneta dopo una serie di scandali che portarono alla luce truffe di tutti i tipi. In Italia un classico è lo scandalo della Banca Romana.
Oggi si torna al passato con i privati che si fanno Stato e battono moneta.
La tecnologia cambia, gli uomini sono sempre gli stessi..."è l'occasione che rende l'uomo ladro". Alla prima crisi finirà tutto con un buco miliardario, commissioni d'inchiesta, indagini, e risparmiatori in mutande.
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4234
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: FB e Libra

Messaggioda trilogy il 20/06/2019, 11:28

Libra, Antonello Soro: ‘Emergenza democratica, con la moneta i big del web diventano Stato-Padroni’

20 Giugno 2019Italia
Intervista de ‘Il Mattino’ ad Antonello Soro, Garante per la protezione dei dati personali, sul lancio della nuova moneta digitale di Facebook.

«La sfida lanciata da Facebook con la valuta alternativa è l’ennesimo segnale di una vera emergenza democratica legata alla società digitale. I colossi del web hanno oggi volumi di transazioni paragonabili a quelle di molti Stati, trattano alla pari con i governi, fanno con loro accordi non solo commerciali, e adesso battono anche moneta. Quote immense di potere stanno via via passando di mano dagli Stati a soggetti privati. Se il settore non sarà vincolato in fretta a principi di governance democratica, rischiamo di consegnare un’ampia fetta dei nostri diritti a un pugno di monarchie digitali, fondate sul potere dei dati». Il Garante della Privacy Antonello Soro non nasconde la sua grande preoccupazione.

Presidente, gli accordi stipulati negli ultimi anni tra alcuni Stati e colossi come Google ad Amazon, segnalano che i social ambiscono a sostituirsi definitivamente alle banche. Quali tipi di rischi coglie dietro questa ulteriore evoluzione dei social?

«L’idea di coniare criptovalute e allestire servizi bancari digitali non è solo la traslazione della logica della disintermediazione dal mondo valutario, né una banale questione di evoluzione tecnologica. Siamo in presenza di una questione di potere gigantesca che mette in gioco temi dall’impatto politico e sociale devastante. Il pericolo è chiaro: siamo di fronte a un processo che può portare a un sistema finanziario globale, parallelo, competitivo e tendenzialmente prevalente rispetto a quello regolato dalle autorità internazionali. Per le grandi piattaforme tecnologiche americane ma non per quelle cinesi che godevano già di un enorme potere – è la chiusura del cerchio: il potere di battere moneta, simbolico di uno Stato sovrano, consegna ai colossi del web poteri illimitati».

Le banche tradizionali sono soggette a regole stringenti. Quali rischi comporta demandare ai social la gestione dei nostri portafogli?

«Adesso si dirà che i dati delle transazioni finanziarie resteranno separati da quelli che Facebook raccoglie sulla piattaforma social, ma in realtà abbiamo già troppe esperienze di impegni mancati rispetto alla privatezza. La piattaforma americana si impegnò ad esempio a tenere distinti i dati social degli utenti da quelli raccolti su Whatsapp. Ma così non è accaduto. Pensare che non accadrà neanche questa volta è dunque del tutto legittimo. Stavolta con conseguenze ancora più preoccupanti anche per la privacy. Anche il sistema blockchain non è così sicuro come viene presentato, ma evidenzia anzi molte possibili criticità».

L’articolo continua sull’edizione cartacea del 20 giugno 2019 de ‘Il Mattino’
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4234
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: FB e Libra

Messaggioda pianogrande il 20/06/2019, 12:22

La debolezza del potere politico lascia spazio ad altre forme di potere.

Più che un "classico" è la giusta punizione per una umanità di sprovveduti che si credono furbi e non riescono a fare a meno delle fregature.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9756
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: FB e Libra

Messaggioda franz il 20/06/2019, 16:17

Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20920
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: FB e Libra

Messaggioda franz il 21/06/2019, 7:08

Privacy e riciclaggio. due aspetti da tenere in considerazione

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/0 ... o/5268992/
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20920
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: FB e Libra

Messaggioda trilogy il 21/06/2019, 22:09

franz ha scritto:Privacy e riciclaggio. due aspetti da tenere in considerazione

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/0 ... o/5268992/


La privacy sicuramente non c'è per gli americani la protezione dei dati personali non esiste, è una società della sorveglianza di massa. Anche il privacy shield che hanno firmato con l'europa è una presa per i fondelli. Per il riciclaggio se lo vogliono consentire, altrimenti queste grandi corporation sono autonome fino ad un certo punto, nella prassi fanno parte dell'apparato di sorveglianza globale americano e rispondono agli ordini del governo. In pratica se un domani per una crisi diplomatica, il presidente ordinasse a facebook di bloccare tutti i conti dei cittadini del paese x lo farebbero in cinque minuti.




.
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4234
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58


Torna a Che fare? Discussioni di oggi per le prospettive di domani

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 5 ospiti

cron