La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Irresponsabilità umane

Informazioni aggiornate periodicamente da redattori e forumisti

Irresponsabilità umane

Messaggioda franz il 25/07/2013, 17:49

Incidenti ne succedono tanti, a causa dell'uomo. Noi con Costa Concordia ne sappiamo qualche cosa.
Quello che oggi è successo in spagna potrebbe essere una cosa che "puo' succedere", un errore umano come tanti.

Andare a 190 dove si deve andare ad 80 pero' non dovrebbe essere nemmeno possibile.
Ci dovrebbero essere sistemi automatici di riduzione della velocità.
Sulle Alpi ci sono. Se in macchinista sviene o ha un malore e non risponde ad un comando ogni tot secondi premendo un bottone il treno si ferma da solo.
Una cosa necessaria, perché quando la discesa è su un percorso tortuoso, il pericolo di un treno fuori controllo è grandissimo.
Ma allora come è potuto accadere l'incidente di Santiago di Compostela?

poi leggo articoli come questo e comincio a capire :(


FRANCISCO JOSE GARZON AMO HA 52 ANNI, E FA IL MACCHINISTA DA 30
Il macchinista che amava scherzare
sulla velocità : «Se mi beccasse la polizia...»
Pubblicava post con tachimetri fermi sui 200 orari
e diceva: «Non posso andare più forte»

Amava scherzare sulla sua passione per la velocità sui social media: lazzi e spacconate che, nel giorno della tragedia ferroviaria più grave della storia recente di Spagna, suonano davvero sinistri.

TACHIMETRI SUI 200- Francisco José Garzón Amo, esperto macchinista 52enne che guidava il treno deragliato in curva a Santiago de Compostela (80 morti accertati finora), qualche mese fa pubblicò questo post su Facebook (ora cancellato): una foto in bella vista con il tachimetro fermo sui 200 chilometri orari, quasi al limite delle sue possibilità.

«FREENA»- «Freeeena che vai troppo veloce» gli dice un utente. Al che Garzon (da trent'anni in servizio alla Renfe, le ferrovie dello stato di Madrid, ora indagato per l'incidente) risponde «Sono al limite non posso andare di più». «Ma se vai a 200» gli dice di nuovo l'altro. E lui: «Ma il tachimetro non è truccato». Alla conversazione si aggiunge un terzo: «Se ti becca la Guardia Civil (la polizia spagnola) rimani senza punti». Garzon rilancia con una battuta, scritta in maiuscolo: «Che bello sarebbe andare in parallelo alla Guardia Civil e superarli facendo saltare l'autovelox. Ah ah, che bella multa per Renfe».
25 luglio 2013 | 17:03 http://www.corriere.it
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20854
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Torna a Rubriche fisse

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron