La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

«A Venditti non piace la Calabria»

«A Venditti non piace la Calabria»

Messaggioda franz il 07/10/2009, 11:43

LE POLEMICHE
«A Venditti non piace la Calabria»
Reazioni indignate per le frasi del cantautore riprese da un video messo su Youtube. E la radio non mette dischi

ROMA - Aumentano le polemiche per le frasi-provocazioni di Antonello Venditti sulla Calabria. Su Youtube è stato caricato un video di un concerto in Sicilia del cantautore romano in cui parla della Calabria. «Ma perchè - si chiedeva Venditti nell'introdurre un suo brano - Dio ha fatto la Calabria? Io spero che si faccia il ponte, almeno la Calabria esisterà. Qualcuno deve fare qualcosa per la Calabria». E, ancora. «Ho conosciuto un ragazzo calabrese che prendeva il traghetto per la Sicilia, dove trovava una ragione, la cultura. In Calabria non c'è veramente niente, ma niente che sia niente».

LA REAZIONE DELLE ISTITUZIONI - Parole che non sono piaciute a Bova, il Presidente del Consiglio regionale della Calabria, quelle dell'artista romano. «Ad Antonello Venditti la Calabria ed i calabresi proprio non piacciono», ha commentato stigmatizzando i «pesantissimi giudizi espressi dal cantante. Poveretto - ha aggiunto Bova - da quando canta meno, gli capita di sbagliare tono e note. Evitiamogli di peggiorare, lasciamolo a riposo. È già grave che un cantante stecchi una nota. Diventa imperdonabile se stona tutta una canzone». Anche il Sindaco di Reggio Calabria è intervenuto: «Come calabresi siamo indignati e offesi» ha detto Giuseppe Scopelliti, continuando: «Venditti spesso è venuto nella nostra regione riscuotendo consenso, successo, applausi e fiumi di danaro».

POLEMICHE - Radio Libera Bisignano, dal 1976 la radio più ascoltata a Cosenza e Provincia e sempre all'apice degli ascolti in Calabria, ha deciso di non mandare più in onda dischi di Venditti. «Chieda scusa ai calabresi». L'iniziativa viene estesa e proposta alle altre emittenti al fine di «poter levare una voce univoca di protesta» Tra le dichiarazioni riportate da un sito internet che proprio non vanno giù: «In Calabria non c'è nulla, nè arte e nè cultura».

06 ottobre 2009(ultima modifica: 07 ottobre 2009)

Il filmato
http://video.corriere.it/?vxChannel=Rom ... 144f02aabc
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20858
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Polanski e lo Stato di Diritto

Messaggioda ranvit il 07/10/2009, 12:06

Se ha detto queste cose è veramente un testa di rapa!
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10669
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

Re: «A Venditti non piace la Calabria»

Messaggioda pagheca il 07/10/2009, 12:20

franz ha scritto:LE POLEMICHE
«A Venditti non piace la Calabria»


e chi se ne frega non ce lo metti?
pagheca
pagheca
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 1135
Iscritto il: 19/06/2008, 10:12
Località: Santiago

Re: «A Venditti non piace la Calabria»

Messaggioda matthelm il 07/10/2009, 13:23

Le considerazioni di Venditti possono anche non piacere ma dicono la realtà. Purtroppo

Quando si sveglieranno i calabresi?
"L'uomo politico pensa alle prossime elezioni. Lo statista alle prossime generazioni".
Avatar utente
matthelm
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 1830
Iscritto il: 23/05/2008, 18:10

Re: «A Venditti non piace la Calabria»

Messaggioda Iafran il 07/10/2009, 15:28

franz ha scritto:«A Venditti non piace la Calabria»
Reazioni indignate per le frasi del cantautore riprese da un video messo su Youtube. E la radio non mette dischi

ROMA - Aumentano le polemiche per le frasi-provocazioni di Antonello Venditti sulla Calabria. Su Youtube è stato caricato un video di un concerto in Sicilia del cantautore romano in cui parla della Calabria. «Ma perchè - si chiedeva Venditti nell'introdurre un suo brano - Dio ha fatto la Calabria? Io spero che si faccia il ponte, almeno la Calabria esisterà. Qualcuno deve fare qualcosa per la Calabria». E, ancora. «Ho conosciuto un ragazzo calabrese che prendeva il traghetto per la Sicilia, dove trovava una ragione, la cultura. In Calabria non c'è veramente niente, ma niente che sia niente».

LA REAZIONE DELLE ISTITUZIONI - Parole che non sono piaciute a Bova, il Presidente del Consiglio regionale della Calabria, quelle dell'artista romano. «Ad Antonello Venditti la Calabria ed i calabresi proprio non piacciono», ha commentato stigmatizzando i «pesantissimi giudizi espressi dal cantante. Poveretto - ha aggiunto Bova - da quando canta meno, gli capita di sbagliare tono e note. Evitiamogli di peggiorare, lasciamolo a riposo. È già grave che un cantante stecchi una nota. Diventa imperdonabile se stona tutta una canzone». Anche il Sindaco di Reggio Calabria è intervenuto: «Come calabresi siamo indignati e offesi» ha detto Giuseppe Scopelliti, continuando: «Venditti spesso è venuto nella nostra regione riscuotendo consenso, successo, applausi e fiumi di danaro».

POLEMICHE - Radio Libera Bisignano, dal 1976 la radio più ascoltata a Cosenza e Provincia e sempre all'apice degli ascolti in Calabria, ha deciso di non mandare più in onda dischi di Venditti. «Chieda scusa ai calabresi». L'iniziativa viene estesa e proposta alle altre emittenti al fine di «poter levare una voce univoca di protesta» Tra le dichiarazioni riportate da un sito internet che proprio non vanno giù: «In Calabria non c'è nulla, nè arte e nè cultura».

06 ottobre 2009(ultima modifica: 07 ottobre 2009)

Io stesso non mi astengo dal dire le impressioni sui luoghi che visito, belle o brutte che siano.
Perché se la devono prendere tanto i miei corregionali? E’ quello che uno ricava dalle visite e dalle frequentazioni, in rapporto alla propria sensibilità.
Forse avrebbero gradito le frasi che i cantanti urlano solitamente dai palchi (Siete bellissimi, vi amo tutti! Grazie Reggio, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Vibo: siete meravigliose!)?
Queste frasi, forse, non fanno presa neanche sui loro stessi fans.
Si doveva, invece, lasciar correre, anzi ringraziare: non sempre le opinioni sono espresse alla luce del sole.

Ciò che vorremmo che si dicesse o che ci fa più comodo sentire, non lo si dovrebbe comprare ma risultare il frutto di un’impressione spassionata, oggettiva e convinta.
Questa è la sfida di coloro che accettano la concorrenza e vogliono mettere in discussione gli standard raggiunti.

A meno che il suddetto cantante … non lo abbia fatto di proposito!
Non mi aspetto troppa sincerità e onestà dagli uomini di spettacolo … e le esperienze in Italia sono molto “eloquenti”.
Iafran
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 4269
Iscritto il: 02/03/2009, 12:46

Re: «A Venditti non piace la Calabria»

Messaggioda Iafran il 08/10/2009, 11:44

Mi vedo costretto a ritornare sull’argomento per dovere di cronaca (proprio io che i cantanti non li tollero neanche quando fanno solo il loro mestiere).

Da Libero/News ore 9:36
"Ho dedicato 'Stella', una canzone-preghiera, alla Calabria, una terra che amo moltissimo ma che è, sotto molti profili, disagiata per notissimi problemi che ne pregiudicano il futuro sereno che invece meritano tutti i calabresi, soprattutto i giovani. In questo senso ho auspicato che qualcuno deve fare qualcosa". Replica così il cantautore romano alle accuse mosse nei suoi confronti dopo le sue dichiarazioni durante un concerto in Sicilia. "Dio, perché hai fatto la Calabria? In Sicilia c'é la cultura, in Calabria niente di niente". Questa la frase ripresa nel video pubblicato su YouTube che ha indignato i calabresi. "La mia denuncia nata, lo ripeto, dall'amore per la terra calabrese e per le persone oneste che la abitano - ha replicato Venditti - ha mutato il proprio significato attraverso il gioco di omissioni e tagli giornalistici alle dichiarazioni rese, nonché di commenti certamente non continenti che mi hanno descritto come un male al pari della 'ndrangheta. L'ascolto integrale delle mie dichiarazioni attraverso il filmato pubblicato su YouTube, peraltro senza alcun consenso né da parte mia né da parte dell'organizzatore del concerto, rende il significato esatto delle mie parole. Le dichiarazioni di cui tanto si parla si riferiscono al 2008 - ha poi concluso il cantante - e nell'estate del 2009 ho cantato nuovamente in Calabria, nell'area portuale di Corigliano Calabro, esprimendo ancora parole d'amore e di denuncia davanti a 100 mila persone. Tutti hanno capito ed applaudito. Ma se, come è evidente, si preferisce il silenzio di chi denuncia ciò vuol dire che le parole possono ancora muovere le coscienze. Ciò di cui invece bisogna aver terrore è proprio il silenzio".


Quelli che si sono sentiti offesi adesso sono soddisfatti?
"Le prese per il c…" hanno una forza … che rabboniscono gli animi e nello stesso tempo li fanno esaltare!
Ecco perché (in Italia) abbiamo questi governanti.
Iafran
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 4269
Iscritto il: 02/03/2009, 12:46

Re: Polanski e lo Stato di Diritto

Messaggioda ranvit il 11/10/2009, 17:00

Minchia! Ho visto solo ora questo mio intervento.....non so come ma l'ho inserito nel 3d sbagliato!
Mi riferivo alle cose dette da Venditti sulla Calabria!

Chiedo scusa.

Vittorio
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10669
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

Re: Polanski e lo Stato di Diritto

Messaggioda franz il 11/10/2009, 17:38

ranvit ha scritto:Minchia! Ho visto solo ora questo mio intervento.....non so come ma l'ho inserito nel 3d sbagliato!
Mi riferivo alle cose dette da Venditti sulla Calabria!

Chiedo scusa.

Vittorio

Ok, allora sposto!
Franz
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20858
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: «A Venditti non piace la Calabria»

Messaggioda franz il 15/10/2009, 7:58

Di ogni storia va raccontato anche il finale .... 8-)



AVEVA DETTO: «PERCHé DIO L'HA CREATA?»
Pace tra Venditti e la Calabria
«È una regione che amo, onesta e pulita»

Il cantautore ha incontrato il sindaco di Reggio a casa sua: «Voglio fare qualcosa per rilanciarla»

ROMA - Scoppia la pace fra Antonello Venditti e la Regione Calabria. Il cantautore, al centro di un terremoto mediatico negli ultimi giorni per un filmato di un suo concerto messo su YouTube, in cui pronunciava frasi giudicate offensive sulla regione, mercoledì ha incontrato a casa sua, a Roma, il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti, e ha manifestato l'intenzione «di fare tutto il possibile per partecipare al rilancio di una regione che amo molto».

PROGRAMMA PER LE SCUSE - Si comincerà con un'intervista pubblica, che dovrebbe tenersi a Reggio Calabria fra qualche settimana, in cui Venditti, insieme con il sindaco della città e al giornalista Pierluigi Diaco, che ha fatto da «paciere», vuole spiegare direttamente ai calabresi il senso delle sue frasi (si era chiesto «perchè Dio ha fatto la Calabria, dove non c'è niente. Io spero che si faccia il ponte, almeno la Calabria esisterà»). «Venditti mi ha spiegato che quello che ha detto era una provocazione artistica, voleva essere un messaggio positivo, ma è stato mal comunicato e riportato - dice Giuseppe Scopelliti -, ha anche ribadito che vuole essere parte della crescita e rinascita di una terra a cui è molto legato». Conferma Venditti: «Mi metterò a servizio della Calabria onesta pulita e sincera, come sono sono io». Le frasi dette in quel concerto in Sicilia, di un anno e mezzo fa «sono state totalmente travisate. Stavo introducendo 'Stellà una canzone che dedico sempre a Antonino, Rocco e Vito, la scorta di Falcone e, d'impeto, rispondendo a una signora ho parlato della Calabria, ma le mie erano parole che volevano essere di speranza sottolineavo che era necessario si facesse qualcosa per aiutare questa regione. Ognuno ha preso da quel discorso, per le motivazioni più diverse, invece, solo quel che c'era di più negativo».

«NON SONO RAZZISTA» - Il cantautore è convinto che «qualcuno che mi vuole male, abbia fatto uscire, adesso, scientificamente questo frammento di concerto. È una cosa che mi spinge a mettere in mettere in guardia dall'uso improprio che si può fare di internet. L'indignazione se c'è è immediata, questa è venuta dopo un anno e mezzo. Una mattina mi sono ritrovato in mezzo a tutto questo senza sapere neanche perchè. Io poi non ho neanche un computer ma vedevo l'imbarazzo di chi doveva dirmi quello che il popolo calabrese pensava di me. È una situazione che ho vissuto male. Non posso accettare di essere giudicato razzista, dopo aver combattuto ogni forma di razzismo tutta la vita». Ora, spiega Venditti «studieremo insieme al sindaco di Reggio Calabria e al presidente della Regione il modo in cui posso rendermi utile per dare il mio contributo ad aiutare la Calabria. Sono a loro disposizione».


14 ottobre 2009
www.corriere.it
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20858
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: «A Venditti non piace la Calabria»

Messaggioda Iafran il 15/10/2009, 12:25

franz ha scritto:ROMA - Scoppia la pace fra Antonello Venditti e la Regione Calabria. Il cantautore, al centro di un terremoto mediatico negli ultimi giorni per un filmato di un suo concerto messo su YouTube, in cui pronunciava frasi giudicate offensive sulla regione, mercoledì ha incontrato a casa sua, a Roma, il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti, e ha manifestato l'intenzione «di fare tutto il possibile per partecipare al rilancio di una regione che amo molto».

Gli uomini di spettacolo … devono attirare l’attenzione: le opportunità di lavoro, quando non ci sono, bisogna crearle e … sfruttarle.
Era da aspettarsi un chiarimento, una spiegazione e la volontà di dire chissà quali altri “sentimenti” da parte del cantante (come al solito).
Il sindaco di Reggio Calabria, secondo me, aveva manifestato una reazione “spropositata”.
Le scuse adesso (fatte a Roma, a casa del protagonista) ripianeranno tutto in Calabria (malasanità, sottopotere, corruzione, disoccupazione, emigrazione, illegalità, navi dei veleni, inquinamento dei mari, immondizia, etc.)?
I calabresi non hanno occhi per guardarsi intorno?
Essi non dovrebbero distrarsi così facilmente dai mali che affliggono la loro Regione, altrimenti la “politica” si ridurrà a “far rientrare” le critiche che provengono dall’esterno.
Una buona classe politica avrebbe tanto da lavorare in questa Regione e non penserebbe proprio a … “comprarsi” consensi.

P.S. Approfitto per chiarire che la frase del mio intervento precedente (proprio io che i cantanti non li tollero neanche quando fanno solo il loro mestiere) si riferiva esclusivamente al cantante in questione, per l’opportunismo da lui dimostrato in diverse circostanze.
Iafran
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 4269
Iscritto il: 02/03/2009, 12:46

Prossimo

Torna a Calabria

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron