La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Triplice omicidio ad Ardea, lo sparatore un giovane con prob

Garantire insieme: sicurezza e giustizia uguale per tutti; privacy e diritto del cittadino all'informazione

Triplice omicidio ad Ardea, lo sparatore un giovane con prob

Messaggioda diffidente il 14/06/2021, 17:49

Come molti fra Voi sapranno, ad Ardea (RM) un ingegnere informatico di 35 anni ha spsrato, per motivi ignoti, a due ragazzini di 5 e 10 anni, fratelli, mentre giocavano in un parco, ferendoli mortalmente e ha poi rivolto l arma, una Beretta cal 7,65mm detenuta dal padre ex Guardia Giurata e recentemente venuto a mancare, contro un passante di 84aa che ha cercato coraggiosamente di fermarlo, colpendolo mortalmente. https://www.lamiacittanews.it/triplice- ... rticolari/ L'uomo è poi tornato in casa sua dove, circondato dai Carabinieri nel frattempo accorsi sul posto, pare si sia tolto la vita con la stessa pistola.
In seguito al lavoro di inchiesta dei giornalisti di varie testate è emerso che lo sparatore, che pure da giovane era riuscito a laurearsi in Ingegneria Informatica, da alcuni anni avesse manifestato "problemi psichici". In una occasione minacciò con un coltello la madre con cui viveva e fu per questo ricoverato coattamente in Psichiatria e solo pochi giorni prima era stato ricoverato in un reparto psichiatrico. Da un anno non usciva quasi più di casa - presumibilmente anche per il lockdown- e piuttosto che altro aveva minacciato i vicini proprio con una pistola - presumibilmente la stessa di ieri- il tutto senza veri motivi.
In questa vicenda vediamo due problemi sociali: la malattia psichica - è evidente che qualche tipo di patologia psichiatrica vi fosse- e il fatto che molti pazienti siano "affidati" alle famiglie e le armi da fuoco detenute in casa. Esiste la possibilità che il locale Commissariato abbia "perso le tracce" di tale pistola dopo la morte del padre che ne era detentore, però è strano che, se è vero che in passato alcune persone erano state minacciate brandendo quella che sembrava un'arma, non siano state sporti denunce o esposti. Fatto sta che due ragazzini di 5 e 10 anni sono morti insieme con un 84-enne che faceva una passeggiata in bicicletta nel parco perché un'arma da fuoco vera era nella disponiilità di un giovane che aveva dato segni di squilibrio
diffidente
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 399
Iscritto il: 09/03/2014, 14:25

Torna a Sicurezza, Giustizia, Informazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron