La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

cure alternative

Dall'innovazione tecnologica alla ricerca, vogliamo trattare in particolar modo i temi legati all'ambiente ed alla energia, non solo pero' con uno sguardo puramente tecnico ma anche con quello politico, piu' ampio, di respiro strategico

cure alternative

Messaggioda trilogy il 28/05/2017, 6:49

Omeopazzia
Sabato 27 maggio 2017
di Massimo Gramellini

Un bimbo di sette anni è morto per un’otite. Un’infezione curata con le pillole omeopatiche è degenerata al punto che il pus ha raggiunto le pareti del cervello. Non mi permetto di giudicare quello dei suoi genitori, anche se la tentazione sarebbe forte. Di loro sappiamo che abitano in un paese sdraiato sui colli incantati di Urbino e che sono una coppia stimata di commercianti. Nessuna storia di degrado o di devianza. Eppure riesce difficile immaginare che un padre e una madre, al capezzale di un figlio piccolo che si lamenta per il dolore e la febbre alta, possano rimanere insensibili per settimane all’impulso primordiale di proteggerlo, chiamando un medico affinché gli prescriva degli antibiotici.

Ho conosciuto Christian Boiron, il titolare dei più famosi laboratori omeopatici del mondo. È un uomo equilibrato e saggio, che diffida di chi si cura soltanto con l’omeopatia. Sostiene che bisogna alternare i farmaci a seconda delle patologie e delle necessità. Purtroppo ci sono persone così deboli e insicure che non riescono a vivere senza appoggiarsi a un dogma. Non importa se religioso, materialista, scientifico, antiscientifico, carnivoro, vegano. Purché si tratti di un precetto che, in nome di una qualche presunta verità assoluta, li dispensi dalla fatica di adeguare i comportamenti alle situazioni. Ognuno ha il diritto di consegnarsi a una vita rigida da esaltato. Ma appena il fanatismo tracima all’esterno smette di essere un diritto per diventare un problema. E, se lambisce la creatura di cui si è responsabili, un delitto.

fonte: http://www.corriere.it/caffe-gramellini ... 182d.shtml
non c'è nulla di "smart" nel cosiddetto "smart working , chiamiamolo lavoro a distanza.
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4458
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: cure alternative

Messaggioda pianogrande il 31/05/2017, 20:51

Questi sono i frutti dei seminatori di odio contro i complotti delle multinazionali del farmaco.

Stiamo tornando agli stregoni che, tra l'altro e al pari delle multi nazionali del farmaco, si fanno pagare eccome.

Qualcuno ha deciso che il mondo è andato troppo avanti e che bisogna farlo tornare indietro.

Un certo grillismo accattone e vigliacco dovrebbe farsi un esame di coscienza (vedere discorsi sulla necessità della mammografia e lo sterminato oceano anti vaccini).

Meno male che possiamo combattere i tumori col bicarbonato e il limone se no non ce la caviamo più.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9925
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52


Torna a Ecologia, Energia, Innovazione, Ricerca

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron