La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

innovazioni di frontiera

Dall'innovazione tecnologica alla ricerca, vogliamo trattare in particolar modo i temi legati all'ambiente ed alla energia, non solo pero' con uno sguardo puramente tecnico ma anche con quello politico, piu' ampio, di respiro strategico

innovazioni di frontiera

Messaggioda trilogy il 15/05/2019, 10:49

Mi ricorda alcuni film di fantascienza....

Riprodurre parti del corpo umano in 3D è possibile. Tecnologie di questo tipo sono allo studio in Israele dove, a metà aprile, una équipe dell’Università di Tel Aviv, ha annunciato di avere stampato un cuore. L'organo ha le dimensioni del muscolo cardiaco di un coniglio ma è costituito da cellule umane. Si tratta del primo organo potenzialmente funzionante totalmente stampato. Le cellule che compongono il tessuto sono vitali anche se non ancora capaci di sincronizzarsi tra loro per generare un battito regolare. Secondo i ricercatori però questa mancanza verrà sopperita attraverso una forma di addestramento cellulare. Al Technion-Israel Institute of Technology di Haifa invece è stato creato un vaso sanguigno umano attraverso un processo di stampa 3D che utilizza una sorta di inchiostro composto di cellule viventi. Con questa tecnologia gli scienziati per ora non sono grado di ricreare organi completi ma hanno già stampato delle lunghezze di midollo spinale utilizzate per ridare la mobilità a cavie di laboratorio paralizzate da danni alla schiena. L'istituto di Haifa inoltre ha recentemente aperto un centro stampa per componenti biologici. Le loro bio stampanti sono in grado di acquisire le informazioni dalle scansioni del danno traumatico subìto dal paziente e poi le utilizzano per produrre un pezzo sostitutivo perfetto per dimensioni e funzione.
Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. Popper
Avatar utente
trilogy
Redattore
Redattore
 
Messaggi: 4132
Iscritto il: 23/05/2008, 22:58

Re: innovazioni di frontiera

Messaggioda pianogrande il 15/05/2019, 21:44

Visto, si stampi.

Sono bellissime notizie.

Al di là di ogni moralismo e conservatorismo, sono fatti assolutamente affascinanti.

Prima o poi ci si arriva.

Meglio che ci arrivino prima i buoni perché se no ci arrivano i cattivi e allora sono dolori.

Questo deve essere il pensiero di base per non diventare tutti nemici della conoscenza.

La conoscenza è un'arma e non dobbiamo farci trovare disarmati.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9635
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: innovazioni di frontiera

Messaggioda franz il 16/05/2019, 7:34

Contemporaneamente qualcuno blatera che l'Europa ha masticato latino per 2000 anni, non inglese

https://www.saturniatellus.com/2019/05/ ... mo-da-qui/
E però, in ogni nostra diliberazione si debbe considerare dove sono meno inconvenienti, e pigliare quello per migliore partito: perché tutto netto, tutto sanza sospetto non si truova mai.
Niccolò Machiavelli (Firenze, 3.5.1469 – Firenze, 21.6.1527)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20739
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: innovazioni di frontiera

Messaggioda pianogrande il 17/05/2019, 15:46

franz ha scritto:Contemporaneamente qualcuno blatera che l'Europa ha masticato latino per 2000 anni, non inglese

https://www.saturniatellus.com/2019/05/ ... mo-da-qui/


Come si può pensare di adottare una lingua morta?

Una lingua viva continua ad evolversi ed a portarsi dietro le tracce della storia.

Credo che l'inglese, nonostante la Brexit, sia ormai la lingua più studiata (come lingua straniera).
E' sicuramente la lingua della tecnologia e della diplomazia.

Il latino è una radice e non può essere un albero.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9635
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52


Torna a Ecologia, Energia, Innovazione, Ricerca

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron