La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Tendenze: l'e-commerce affonda la grande distribuzione

Forum per le discussioni sulle tematiche economiche e produttive italiane, sul mondo del lavoro sulle problematiche tributarie, fiscali, previdenziali, sulle leggi finanziarie dello Stato.

Re: Tendenze: l'e-commerce affonda la grande distribuzione

Messaggioda Robyn il 19/04/2018, 15:55

La piccola e media distribuzione per sopravvivere anch'essa ha bisogno dell'e-commerce.Posso collegarmi sù una piccola attività commerciale del mio paese a 2km da casa è ordinare qualcosa che c'è oppure non c'è.La differenza è che c'è la persona dell'esercizio commerciale che ti assiste per tutte le problematiche non è una cosa aleatoria o immateriale.A maggior ragione se posso aspettare 24 ore per avere una cosa,senza tanti ritmi frenetici
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 7624
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Tendenze: l'e-commerce affonda la grande distribuzione

Messaggioda Stefano'62 il 19/04/2018, 20:34

flaviomob ha scritto:E' il libero mercato. E' il rapporto tra produttività e costi. Di fatto la grande distribuzione ha affossato i piccoli commercianti e i posti di lavoro di chi lavorava nel settore si sono ridotti in quantità e qualità. Ora, per la legge del karma, avviene lo stesso da parte del commercio on-line consegnato tramite corriere. Si distruggono aziende e posti di lavoro sul territorio, a favore di quelli che di fatto sono monopoli stranieri che beneficiano di vantaggi fiscali spropositati.

Giuro che stavo per scrivere la stessa identica cosa :D
Stavo per scrivere, che dopo che la grande distribuzione ha affossato il piccolo commercio, per il quale pochi si sono stracciati le vesti come ora fanno per la grande distribuzione, questa non mi troppa troppa pena, anzi mi viene da dire appunto: karma.

Che poi sia una cosa positiva o meno, è tutto un altro discorso.
E' dimostrato che il mero abbattimento dei prezzi nominali non innesca circoli economici virtuosi.
Stefano'62
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 1789
Iscritto il: 20/12/2008, 14:36

Re: Tendenze: l'e-commerce affonda la grande distribuzione

Messaggioda Robyn il 19/04/2018, 20:39

Il futuro del piccolo esercizio commerciale può essere nell'e-commerce.Attraverso il web acquisto quello che mi serve poi più tardi posso passare a prendermi ciò che ho acquistato.Non penso che ci sia il bisogno della consegna a domicilio soprattutto per piccoli centri.Posso andarci a piedi
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 7624
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Tendenze: l'e-commerce affonda la grande distribuzione

Messaggioda franz il 19/04/2018, 21:17

Stefano'62 ha scritto:Che poi sia una cosa positiva o meno, è tutto un altro discorso.
E' dimostrato che il mero abbattimento dei prezzi nominali non innesca circoli economici virtuosi.

Dimostrato da chi.
Se il peperone nel negozietto sotto casa costa 4 e al supermercato costa due (ed è di qualità paragonabile) a me frega una pippa del "circolo economico virtuoso". Risparmio 2 euro che potrò spendere per altre cose. E a fine mese sono soldini.

Se il congelatore nel negozio sotto casa costa 400 e la stessa marca e modello da Internet costa 250 (caso vero, ho fatto l'anno scorso questa verifica) lo compro su Internet e risparmio 150. Che spenderò forse andando due volte al ristorante con la moglie, facendo guadagnare cuochi, lavapiatti, camerieri, proprietari e fornitori di carni, verdure e vini.
Compro piu' cose, se costano meno. A me sembra un circolo virtuoso ma fate voi.
La stupidità naturale è molto più pericolosa dell’intelligenza artificiale.
Cit. GiordanoBrunoGuerri
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 19718
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Tendenze: l'e-commerce affonda la grande distribuzione

Messaggioda Robyn il 19/04/2018, 22:31

Anche l'e-commerce è sottoposto alle norme antidumping se per ex acquisto dalla Cina.Di certo bisognerà capire quale strada scegliere per evitare che l'innovazione tecnologica tagli milioni di posti lavoro.Senza il lavoro c'è solo il ripiegamento e la caduta del capitalismo.I partiti di sinistra si trovano di fronte a scenari per essi inediti diceva Berlinguer,c'è la crisi della socialdemocrazia tedesca e anche il laburismo inglese accusa segni di crisi
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 7624
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Tendenze: l'e-commerce affonda la grande distribuzione

Messaggioda pianogrande il 19/04/2018, 22:49

Il futuro del piccolo commercio non può che essere la qualità e il servizio di nicchia.

Poi ognuno può vendere come vuole ma quello che non va lasciato al caso sono i diritti dei consumatori.

L'e-commerce pone il venditore a una distanza siderale dal piccolo consumatore e permette abusi che il negozio sotto casa non potrebbe neanche sognarsi.

Io non voglio tornare al negozio sotto casa ma voglio che i diritti dei consumatori siano rispettati e garantiti e a questo debbono pensare lo stato e la politica.

Basta coi call center al posto di rapporti regolarmente verificati e registrati e utilizzabili con risultati garantiti in caso di contestazione.

E questo arebbe solo un primo punto ma è anche un esempio molto significativo.

Non si può avere a che fare con entità onnipotenti e sfuggenti e, ripeto, è la politica che deve risolvere il problema e con decisione e non con ridicole "autorità" che scrivono letterine innocue a gente che neanche le legge.
Capitano che hai trovato - principesse in ogni porto - pensi mai al rematore - che sua moglie crede morto (Lucio Dalla)
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9113
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Tendenze: l'e-commerce affonda la grande distribuzione

Messaggioda pianogrande il 19/04/2018, 22:49

Il futuro del piccolo commercio non può che essere la qualità e il servizio di nicchia.

Poi ognuno può vendere come vuole ma quello che non va lasciato al caso sono i diritti dei consumatori.

L'e-commerce pone il venditore a una distanza siderale dal piccolo consumatore e permette abusi che il negozio sotto casa non potrebbe neanche sognarsi.

Io non voglio tornare al negozio sotto casa ma voglio che i diritti dei consumatori siano rispettati e garantiti e a questo debbono pensare lo stato e la politica.

Basta coi call center al posto di rapporti regolarmente verificati e registrati e utilizzabili con risultati garantiti in caso di contestazione.

E questo sarebbe solo un primo punto ma è anche un esempio molto significativo.

Non si può avere a che fare con entità onnipotenti e sfuggenti e, ripeto, è la politica che deve risolvere il problema e con decisione e non con ridicole "autorità" che scrivono letterine innocue a gente che neanche le legge.
Capitano che hai trovato - principesse in ogni porto - pensi mai al rematore - che sua moglie crede morto (Lucio Dalla)
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9113
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Tendenze: l'e-commerce affonda la grande distribuzione

Messaggioda Robyn il 19/04/2018, 23:00

ma che cos'è il servizio di nicchia?
Avatar utente
Robyn
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 7624
Iscritto il: 13/10/2008, 9:52

Re: Tendenze: l'e-commerce affonda la grande distribuzione

Messaggioda pianogrande il 20/04/2018, 2:28

Robyn ha scritto:ma che cos'è il servizio di nicchia?


Specialità non di massa (di piccole dimensioni/quantità) dove prevale la qualità sulla quantità e si possono spuntare buoni prezzi senza paura della concorrenza perché si tratta di prodotti peculiari.

Ad esempio, enogastronomia, prodotti tipici, prodotti tipici e freschi, oggetti di artigianato locale e quant'altro costituisca unicità e qualità e piccola quantità.

Fino all'acquisto presso il produttore; tipico di prodotti agricoli e loro derivati.

Non si può invece più pensare di avere il "negozietto" che venda palle da tennis o tonno e piselli in scatola o riso comune.

Fanno eccezione i piccoli centri dove, a un negozio che non costringa gli abitanti (magari anziani) a fare trenta chilometri in macchina per comprarsi da mangiare, darei anche un sussidio per restare aperto.
Capitano che hai trovato - principesse in ogni porto - pensi mai al rematore - che sua moglie crede morto (Lucio Dalla)
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9113
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Tendenze: l'e-commerce affonda la grande distribuzione

Messaggioda franz il 20/04/2018, 7:32

Robyn ha scritto:Anche l'e-commerce è sottoposto alle norme antidumping se per ex acquisto dalla Cina.Di certo bisognerà capire quale strada scegliere per evitare che l'innovazione tecnologica tagli milioni di posti lavoro.Senza il lavoro c'è solo il ripiegamento e la caduta del capitalismo.I partiti di sinistra si trovano di fronte a scenari per essi inediti diceva Berlinguer,c'è la crisi della socialdemocrazia tedesca e anche il laburismo inglese accusa segni di crisi

Per ora l'unico dumping accertato è quello sull'acciaio.
Se compro uno smartwatch dalla Cina a 12 euro (fatto) quando qui costa tra 80 e 100, il dumping (vendita sotto costo di produzione) non c'è e nel caso va dimostrata.
Il fatto è che voi proprio non sapete e non capite quali sono i reali costi di produzione.
Io ricordo che rimasi stupito 40 anni fa a scoprire che un libro venduto a 5'000 lire in realtà costava meno di 200 a stamparlo e rilegarlo. Poi c'era il compenso degli autori (ma tanti oggi pagano per vedere pubblicata la loro perla) ed il grandissimo costo era dato dalla distribuzione :grossisti anche 20~25% e librerie 35~40%. Quindi un ammodernamento della catena distributiva implica sconti superiori al 50~60% e ci si guadagna pure. Senza fare alcun "dumping".

Tra l'altro il congelatore (Hoover, azienda USA) che ho preso, l'ho trovato in un e-commerce svizzero, quindi tutto sommato c'erano sotto le tassi locali ed il guadagno di un e-negoziante elvetico. Nessun dumping.

Quello che dovremmo riflettere è comunque quanto costerebbe un frigorifero simile fatto in Italia, con sotto il costo delle tasse italiane e del sistema Italia. Secondo me come minimo 800.
La stupidità naturale è molto più pericolosa dell’intelligenza artificiale.
Cit. GiordanoBrunoGuerri
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 19718
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

PrecedenteProssimo

Torna a Economia, Lavoro, Fiscalità, Previdenza

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron