La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Mercato: esistono prezzi giusti e ingiusti?

Forum per le discussioni sulle tematiche economiche e produttive italiane, sul mondo del lavoro sulle problematiche tributarie, fiscali, previdenziali, sulle leggi finanziarie dello Stato.

Re: Mercato: esistono prezzi giusti e ingiusti?

Messaggioda franz il 25/12/2014, 11:39

Bisogna sentire tutte le campane.


Gucci contro Report: «Dice il falso, immagini selezionate ad arte»
Gabanelli denuncia: «Una borsa pagata al fornitore 24 euro venduta nei negozi a 830».
E l’azienda fiorentina: «Rappresentazione tendenziosa e incompleta»

Gucci, nel mirino di Report, la trasmissione di Milena Gabanelli, che al marchio fiorentino ha dedicato la puntata “Va di lusso”, «si dissocia nel modo più assoluto» dai contenuti e dalla forma del servizio andato in onda domenica 21 dicembre. «Telecamere nascoste o utilizzate in maniera inappropriata, solo in aziende selezionate ad arte da Report (3 laboratori su 576) non sono testimonianza della realtà Gucci», spiega l’azienda in una nota in cui risponde punto per punto su mano d’opera, filiera, laboratori e prezzo del profitto. «Gucci ribadisce fortemente la correttezza del proprio operato impegnandosi a rendere sempre più efficaci le azioni conseguenti alle ispezioni, che saranno sempre più numerose», conclude una nota in cui si precisa che «la signora Gabanelli non ha mai posto a Gucci alcuna domanda pertinente su quanto da cinque mesi stava girando».

La trasmissione accusa il marchio italiano di sottopagare gli artigiani che producono gli accessori: così una borsa pagata al fornitore 24 euro è venduta nei negozi a 830 euro. «Il servizio ha accusato Gucci di consigliare l’utilizzo di forza lavoro cinese a basso costo. Tutto ciò è falso e destituito di ogni fondamento e fortemente diffamatorio», contesta l’azienda in una nota, «così come lo è la frase del servizio: “….. all’interno dell’azienda …ci deve essere un prestanome italiano…”». «Accordarsi a insaputa di Gucci con laboratori che utilizzano manodopera cinese a basso costo e non in regola – sabotando i sistemi di controllo in essere – è una truffa dalla quale Gucci si dissocia e che perseguirà in tutte le sedi», dice il gruppo e fornisce i propri numeri: «produce il 100% della pelletteria in Italia dando lavoro a oltre 7.000 addetti tra fornitori di primo livello (1.981) e fornitori di secondo livello. Di questi addetti, circa il 90% sono di nazionalità italiana, mentre tutte le 576 aziende sono italiane. Tutti i fornitori di primo e di secondo livello vengono regolarmente controllati (circa 1.300 verifiche l’anno, anche notturne) sul rispetto delle regole e il corretto trattamento delle persone. Ricordiamo che il lavoro notturno, se svolto secondo la normativa, non è reato: si chiama straordinario o turnazione».
«Tre laboratori su 576 non sono realtà»

Gucci «depreca la rappresentazione che Report ha voluto dare di un’azienda che, contrariamente da quanto rappresentato, da anni sta operando per mantenere la produzione in Italia e percorrerà tutte le strade per tutelare i propri diritti, la propria immagine e il proprio marchio, nonché il lavoro di oltre 45.000 persone in Italia tra dipendenti diretti e filiera produttiva». Il lavoro sulla filiera, rivendica la nota, «ha consentito e consente la tracciabilità dell’intera filiera stessa in maniera trasparente e condivisa con tutti i soggetti coinvolti (Organizzazioni Sindacali del territorio, Confindustria e CNA Firenze). Un modello che dovrebbe essere valorizzato e apprezzato, come sarebbe emerso qualora Report si fosse interessato anche agli oltre 500 altri laboratori che lavorano in maniera sana. Ciò detto Gucci continuerà a vigilare con attenzione per reprimere tutti i comportamenti in contrasto con il Protocollo sulla Filiera adottato fin dal 2009».
Impegno sulle ispezioni

Il servizio di Report nasce da una lettera inviata in redazione da un artigiano, Aroldo Guidotti, a giugno scorso. «Il signor Guidotti, attraverso la sua società Mondo Libero, ha contribuito da metà 2013, attraverso Almax, al fatturato degli accessori Gucci per lo 0,19% dell’intera produzione – sottolinea la nota dell’azienda – Negli ultimi mesi, Mondo Libero ha subito diversi controlli, anche notturni, a seguito dei quali sono emerse irregolarità relative all’assunzione del personale. Gucci ha chiesto la regolarizzazione di tali situazioni e Mondo Libero ha fornito evidenza che tali irregolarità erano state affrontate e per la maggior parte risolte. Per quanto riguarda l’apparente titubanza dell’ispettore ripreso a telecamere nascoste – prosegue la nota – si ricorda che le ispezioni avvengono in due parti: la prima è di controllo documentale e la seconda di azione. Le riprese televisive sono focalizzate sulla prima parte. Ricordiamo altresì che gli ispettori non hanno poteri coercitivi immediati, ma di audit. E l’audit ha evidenziato irregolarità che sono state risolte».
Comparazione errata

Per quanto riguarda il prezzo del prodotto, secondo Gucci «Report compara in maniera errata il prezzo di una borsa al pubblico con il costo di una singola fase di lavorazione. I 24 euro citati dal servizio si riferiscono solo all’assemblaggio parziale e non considerano minimamente, ad esempio, il costo della pelle, il costo del taglio, quello degli accessori, il confezionamento, la spedizione e tutto quanto necessario a rendere la borsa disponibile in negozio, fattori che moltiplicano fino a 25 volte quel numero».

http://www.grandecocomero.com/report-ra ... gabanelli/
Be careful when you follow the masses;
Sometimes the M is silent.
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 21160
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Re: Mercato: esistono prezzi giusti e ingiusti?

Messaggioda pianogrande il 25/12/2014, 12:15

Dopo questa levataccia e in attesa di momenti conviviali.....

Su "immagini selezionate ad arte" si può anche ragionare.
Su "dice il falso" ci starei un po' più attento.

Tutto sommato, comunque, Gucci riconosce quanto rilevato da Report e non nega recisamente nulla tranne il costo di 24 Euro pur limitandosi a controprove di comune buon senso e finendo con una sparata (25 volte l'assemblaggio ma "a volte") che ributta il tutto nel vago e assolutamente non documentato.

Inoltre, la risposta di Gucci assomiglia al concetto di anti italiano e cioè fa strisciare dentro l'accusa a Report di essere un pericolo per tutti quei posti di lavoro.

Assomiglia molto al ricatto occupazionale in base al quale la santissima imprenditoria pretende di commettere qualsiasi abuso.
Fotti il sistema. Studia.
pianogrande
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 9898
Iscritto il: 23/05/2008, 23:52

Re: Mercato: esistono prezzi giusti e ingiusti?

Messaggioda ranvit il 25/12/2014, 12:58

Inoltre, la risposta di Gucci assomiglia al concetto di anti italiano e cioè fa strisciare dentro l'accusa a Report di essere un pericolo per tutti quei posti di lavoro.

Nei fatti è cosi'! Ma si sa fa audience! :(

Assomiglia molto al ricatto occupazionale in base al quale la santissima imprenditoria pretende di commettere qualsiasi abuso.

Gli imprenditori italiani come nella gran parte dei loro colleghi nel mondo approfittano delle situazioni per guadagnare di piu'...e in Italia, ancora di piu'! Grazie alle leggi astruse e sempre piene di pieghe da sfruttare, all'atmosfera punitiva nei confronti delle imprese (alimentata per decenni da una sinistra cervellotica e demagogica), alle tasse stratosferiche e folli, etc etc
Attraverso le disavventure lavorative delle mie figlie confermo che la situazione è peggiorata....grazie alle mancata modernizzazione del Paese....a sua volta figlia dei mestieranti della politica, dei NO a tutto di Cgil e ambientalisti vari, di un centrodestra pacchiano, volgare, coatto.
Per ora questo è!

Facciamo lavorare Renzi, un po' alla volta sistemerà parecchie cose!
Se lo blocchiamo, come nel gioco dell'oca, si ritorna ai mestieranti della politica, alla Cgil che fa e disfa (soprattutto disfa) etc etc
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10669
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

Re: Mercato: esistono prezzi giusti e ingiusti?

Messaggioda flaviomob il 25/12/2014, 13:35

Certo che arrivare da Gucci, attraverso al giornalismo d'inchiesta, fino a Renzi e alla CGIL ce ne vuole... Allora ci metto anche gufi e rosiconi!

Buon Natale ai rossi, ai gufi e ai rosiconi con la panza piena!!! :lol: :lol:


"Dovremmo aver paura del capitalismo, non delle macchine".
(Stephen Hawking)
flaviomob
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 12704
Iscritto il: 19/06/2008, 19:51

Precedente

Torna a Economia, Lavoro, Fiscalità, Previdenza

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti