La Comunità per L'Ulivo, per tutto L'Ulivo dal 1995
FAIL (the browser should render some flash content, not this).

Prato, citta' martoriata dall'illegalità cinese.

Prato, citta' martoriata dall'illegalità cinese.

Messaggioda disallineato il 30/03/2010, 9:20

Cari amici del forum,
come vi avevo descritto qualche tempo fa, prima di partire per l'estero, la mia città è soffocata dalla dilagante illegalità della comunità cinese, lasciata imperare per troppi anni da un colpevole lassismo dei nostri amministratori locali.
Da qualche mese, la lotta ed il contrasto a questa illegalità si è finalmente concretizzata e le cronache nazionali hanno riportato qualche vicenda di ciò che sta accadendo nella mia città.
E' intervenuto anche l'ambasciatore cinese, che più volte ha "minacciato" in modo velato, l'operato delle nostre forze dell'ordine per i troppi controlli e sequestri di merci, macchinari e capannoni ove opera la comunità cinese.
Ci sono state pure qualche polemiche sul fatto che certi sequestri sono stati fatti in modo "spettacolare", ma francamente quello che interessa ai cittadini pratesi è che il contrasto all'illegalità venga attuato nei fatti e non solo nelle belle parole. In questi ultimi due mesi abbiamo assistito a una serie di sequestri e controlli davvero imponenti. Quello che chiediamo al PD, alla prossima tornata elettor<le dove probabilmente tornerà alla guida del governo cittadino, è di proseguire sulla strada del contrasto all'illegalità cinese come stanno facendo gli attuali amministratori.
Le parole razzismo, xenofobia e multiculturalità con cui si erano riempiti la bocca i vecchi amministratori politicanti di prima, non avevano senso e oggi è ancora più evidente che chi parla di un fantomatico razzismo dimostra di non sapere ciò che dice. L'unico razzismo è quello dei "soloni" e ipocriti commentatori contro i cittadini che sono stufi di subire le varie illegalità ( sociali, amministrative, economiche).
disallineato
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 1129
Iscritto il: 06/12/2008, 12:58
Località: Prato

Re: Prato, citta' martoriata dall'illegalità cinese.

Messaggioda disallineato il 30/03/2010, 17:14

Ultimi dati ufficiali: ogni giorno dalla comunità cinese, vengono esportati da Prato 6.000.000 di Euro verso paesi stranieri ( Cina in primis e altri posti poco controllati ). Denaro in gran parte proveniente da giri a "nero", frutto della diffusa ed incontrastata ( per 20 anni ) illegalità cinese.
Denaro che sfugge alla base imponibile, soldi che sono frutto della riduzione in schiavitù di tanta manovalanza cinese ad opera di loro connazionali.
disallineato
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 1129
Iscritto il: 06/12/2008, 12:58
Località: Prato

Re: Prato, citta' martoriata dall'illegalità cinese.

Messaggioda disallineato il 02/04/2010, 8:08

Ieri, altri due capannoni sequestrati allaperiferia di Prato, loc S.Ippolito. Logicamente rano occupati da cittadini ( alcuni clandestini ) cinesi, ove "vivano" in promiscuità di lavoro e soggiorno. Sono state sequestrate bombole di gas che sovente questa comunità utilizza per riscaldamento e cottura cibi, in modo pericoloso per la loro e l'altrui incolumità.
Da un pò di tempo, vengano sequestrati anche gli stabili ove operano i cinesi in clandestinità. Questo ha contribuito al fatto che sia un monito per chi affitta. Infatti, in termini numerici, sono calati gli affiti alle comunità cinesi, proprio come conseguenza dell'inasprimento dei controlli.

Finalmente i cittadini pratesi e tutti gli altri che vivono nell'ambito della legalità e regolarità, stanno vedendo attuare le loro richieste ventennali. Un pò di pulizia era doverosa.
Vorremmo che il PD, un domani quando sarà chiamato di nuovo alla guida della città di Prato, continuasse nell'opera dei controlli e contrasto all'illegalità dei cinesi.

Cordialità a tutti.
disallineato
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 1129
Iscritto il: 06/12/2008, 12:58
Località: Prato

Re: Prato, citta' martoriata dall'illegalità cinese.

Messaggioda disallineato il 03/04/2010, 16:27

Proseguendo sull'informazione del contrasto all'illegalità, vi informo che l'altro giorno una pattuglia mista di esercito e carabinieri ( pattuglie tanto vituperate solo per motivi strumentali, perchè i cittadini vedono positivamente questa iniziativa) hanno arrestato degli spacciatori in un luogo ove era considerato abbandonato o almeno trascurato dalle forze dell'ordine: il parcheggio del "Serraglio".
Purtroppo anche le buon einiziative, vengono ridotte ad oggetto di polemica per fini strumentalmente politici.

Ecco io vorrei che il PD quanto tornerà a guidare la città di Prato ( quasi sicuramente alle prossime elezioni ) possa continuare a fare quelle cose che hanno avuto il plauso dei cittadini pratesi e di chi ci vive in legalità: controlli e sequestri nella comunità cinese, che è uno dei più grossi mali di Prato, presenze costanti delle forze dell'ordine ( pattuglie miste o altre iniziative) nel centro storico, che in ragione di alcuni pessimi provvedimenti hanno isolato la citta' dai suoi cittadini, favorendo il degrado e l'illegalità.

Cordialità
Prof Luchetti
disallineato
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 1129
Iscritto il: 06/12/2008, 12:58
Località: Prato

Re: Prato, citta' martoriata dall'illegalità cinese.

Messaggioda ranvit il 04/04/2010, 11:51

Dal corriere.it :


Prato: sparatoria tra bande di cittadini cinesi, due feriti
04 Aprile 2010 11:19 CRONACHE

PRATO - Regolamento di conti tra bande cinesi a Prato. Un gruppo di cinque persone stamattina ha fatto irruzione in un circolo privato sparando vari colpi di pistola contro alcuni connazionali: un cittadino cinese e' rimasto gravemente ferito, un altro ha riportato ferite per arma da taglio. Secondo la prima ricostruzione della polizia, gli aggressori, armati anche di machete, avevano come obiettivo tre loro connazionali. Potrebbe trattarsi di un regolamento di conti legato alla prostituzione. (RCD)
Il 60% degli italiani si è fatta infinocchiare votando contro il Referendum che pur tra errori vari proponeva un deciso rinnovamento del Paese...continueremo nella palude delle non decisioni, degli intrallazzi, etc etc.
ranvit
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 10669
Iscritto il: 23/05/2008, 15:46

Re: Prato, citta' martoriata dall'illegalità cinese.

Messaggioda disallineato il 12/04/2010, 9:02

ranvit ha scritto:Dal corriere.it :


Prato: sparatoria tra bande di cittadini cinesi, due feriti
04 Aprile 2010 11:19 CRONACHE

PRATO - Regolamento di conti tra bande cinesi a Prato. Un gruppo di cinque persone stamattina ha fatto irruzione in un circolo privato sparando vari colpi di pistola contro alcuni connazionali: un cittadino cinese e' rimasto gravemente ferito, un altro ha riportato ferite per arma da taglio. Secondo la prima ricostruzione della polizia, gli aggressori, armati anche di machete, avevano come obiettivo tre loro connazionali. Potrebbe trattarsi di un regolamento di conti legato alla prostituzione. (RCD)



Altro motivo per cui la lotta all'illegalità cinese va aumentata e deve trovare il plauso di tutte le forze politiche, anche quelle di opposizione che non devono montare ad arte polemiche strumentali. Il PD che vorrei è quello che combatte l'illegalità cinese, che è uno dei mali più grandi della mia città.
Prof Luchetti
disallineato
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 1129
Iscritto il: 06/12/2008, 12:58
Località: Prato

Re: Prato, citta' martoriata dall'illegalità cinese.

Messaggioda Diorama il 13/04/2010, 22:01

(AGI) - Prato, 13 apr. - Un asilo nido clandestino e' stato scoperto dai carabinieri a Prato. Il controllo dei militari e' scattato dopo alcuni accertamenti su una ditta di Seano dove era stato segnalato un via vai di cinesi, giovani coppie con bambini piccoli; qualche servizio di osservazione e la decisione di entrare in Via Strozzi di Prato per capire cosa accadesse all'interno di un'abitazione. "A dire il vero - si legge in un comunicato - ci si aspettava di trovare il solito laboratorio clandestino ma con sorpresa all'interno dell'appartamento, 140 mq, 3 camere da letto piu' un ampio soggiorno, vi erano 5 neonati gestiti, alla stregua di un "asilo nido" da una donna cinese clandestina e vi si trovavano anche altri 7 clandestini, genitori di quattro dei cinque piccoli che avevano appena accompagnato i bimbi". Dalle verifiche svolte e' emerso inoltre che l'appartamento e' di proprieta' di un cinese regolare in Italia ma che non e' stato trovato all'interno del luogo ove aveva comunicato la sua residenza. All'interno delle tre camere da letto vi erano 15 letti (non tutti occupati) utilizzati, pare, per ospitare le donne alla fine della gravidanza o nelle prime settimane dopo il parto con i loro figli. Al termine delle prime verifiche la donna che gestiva l'asilo e' stata deferita in stato di liberta' per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina ed abusivo esercizio di una professione, insieme ad altri sei cinesi clandestini per ingresso illegale nel territorio mentre uno e' stato arrestato per inosservanza del divieto del Questore di lasciare il territorio italiano emesso dal Questore di Prato del mese di agosto 2005. Sono in corso ulteriori accertamenti per capire se in citta' vi possano essere analoghe strutture.


disallineato ha scritto:la mia città è soffocata dalla dilagante illegalità della comunità cinese, lasciata imperare per troppi anni da un colpevole lassismo dei nostri amministratori locali.
Gradirei un approfondimento della tua analisi, dimodoché possiamo confrontarci su temi "caldi" per la città.
Diorama
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 15
Iscritto il: 02/04/2010, 2:20

Re: Prato, citta' martoriata dall'illegalità cinese.

Messaggioda disallineato il 14/04/2010, 8:55

Diorama ha scritto:
(AGI) - Prato, 13 apr. - Un asilo nido clandestino e' stato scoperto dai carabinieri a Prato. Il controllo dei militari e' scattato dopo alcuni accertamenti su una ditta di Seano dove era stato segnalato un via vai di cinesi, giovani coppie con bambini piccoli; qualche servizio di osservazione e la decisione di entrare in Via Strozzi di Prato per capire cosa accadesse all'interno di un'abitazione. "A dire il vero - si legge in un comunicato - ci si aspettava di trovare il solito laboratorio clandestino ma con sorpresa all'interno dell'appartamento, 140 mq, 3 camere da letto piu' un ampio soggiorno, vi erano 5 neonati gestiti, alla stregua di un "asilo nido" da una donna cinese clandestina e vi si trovavano anche altri 7 clandestini, genitori di quattro dei cinque piccoli che avevano appena accompagnato i bimbi". Dalle verifiche svolte e' emerso inoltre che l'appartamento e' di proprieta' di un cinese regolare in Italia ma che non e' stato trovato all'interno del luogo ove aveva comunicato la sua residenza. All'interno delle tre camere da letto vi erano 15 letti (non tutti occupati) utilizzati, pare, per ospitare le donne alla fine della gravidanza o nelle prime settimane dopo il parto con i loro figli. Al termine delle prime verifiche la donna che gestiva l'asilo e' stata deferita in stato di liberta' per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina ed abusivo esercizio di una professione, insieme ad altri sei cinesi clandestini per ingresso illegale nel territorio mentre uno e' stato arrestato per inosservanza del divieto del Questore di lasciare il territorio italiano emesso dal Questore di Prato del mese di agosto 2005. Sono in corso ulteriori accertamenti per capire se in citta' vi possano essere analoghe strutture.


disallineato ha scritto:la mia città è soffocata dalla dilagante illegalità della comunità cinese, lasciata imperare per troppi anni da un colpevole lassismo dei nostri amministratori locali.
Gradirei un approfondimento della tua analisi, dimodoché possiamo confrontarci su temi "caldi" per la città.



Caro amico forumista fautore della rimozione dei crocifissi,
credo che fra i temi caldi della nostra città ci sia sicuramente la questione dell'illegalità cinese. Ovvio che non è l'unica, ma è sicuramente una fra le più sentite perchè è stata lasciata al suo destino per troppi anni.
All'inizio dell'amministrazione Mattei, che è stato il peggior sindaco che Prato abbia avuto a detta di molti di cui condivido l'analisi, noi cittadini chiedevamo che venissero effettuati controlli, igenico, sanitari, fiscali, erariali, per la sicurezza delle persone e per il rispetto dell'ambiente. Ci veniva risposto che eravamo razzisti e xenofobi. Ci veniva detto che Prato è una città multirazziale e multiculturale ( ma che c'entra, rispondevamo noi??) ed inoltre venivamo invitati a "prendersela" con i nostri concittadini commercianti ed industriali che stavano sfruttando la manodopera cinese.
Punto primo: un sindaco che non effettua controlli quando è evidente l'illegalità dilagante, o è in malafede o ha qualche interesse particolare. Siccome non ho elementi per pensare che potesse avere interessi personali, credo che il suo atteggiamento sia derivato dal classico buonismo ideologico che ha caratterizzato alcuni esponenti politici della nostra città e sopratutto non abbia saputo interpretare i bisogni dei suoi cittadini.
Punto secondo: se il sindaco era a conoscenza di sfruttamento da parte di industriali o commercianti pratesi, perchè non ha autorizzato controlli anche sugli sfruttatori? Temeva di perdere i corposi consensi elettorali di cui godeva?

I controlli sistematici che sono iniziati da pochi mesi, potevano e dovevano essere fatti quando iniziò l'invasione cinese.
Se tu sei di Prato, non ti racconto nulla di nuovo. sai bene in che condizioni di carenza igenico sanitaria vivono molti di questi cinesi e saprai bene anche in quale stato vivono i pratesi che hanno avuto la sfortuna di abitare accanto a loro.
Ovvio che non bisogna generalizzare, ma i casi son talmente tanti ed evidenti da non poter parlare più nemmeno di "casi" ma di normalità.
Laboratori-dormitori, appartamenti trasformati in luoghi di attività lavorativa, scarichi fognari abboccati agli scarichi di acque chiare, animali messi ad essiccare all'aperto per giornate intere. Apertura di aziende e chiusura entro due anni in modo da rendere nulli i controlli e di conseguenza non pagamenti di imposte comunali ed erariali. Pagamenti contributivi prossimi allo zero. Non solo. Un altro problema che ha infastidito molti i cittadini pratesi è il fatto che non dichiarando quasi nulla al fisco, molti di loro sono soggetti destinatari di esenzioni impositive, tipo tasse scolastiche, contributi per le mense scolastiche ecc. E poi li vedevi arrivare alle scuole con mega auto da decine di milioni di euro.Tutto questa catastrofica invasone, non è stata un improvvisata, ma era una tempesta annunciata. Allora perchè non è stato impedito tutto ciò, o perlomeno perchè non è stato contrastato?
I cittadini pratesi sono stati oltraggiati ed offesi dal comportamento lassista e ideologico delle amministrazioni degli ultimi 20 anni.
Se a te questi non sembrano problemi, probabilmente hai vissuto da altre parti.
Professor Luchetti
disallineato
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 1129
Iscritto il: 06/12/2008, 12:58
Località: Prato

Re: Prato, citta' martoriata dall'illegalità cinese.

Messaggioda Diorama il 15/04/2010, 19:55

disallineato ha scritto:Se a te questi non sembrano problemi, probabilmente hai vissuto da altre parti.

Ho vissuto da altre parti, ma questi sono oggettivamente problemi.
Sul sindaco e la sua giunta prospetti (mi permetto il tu) due motivazioni per il rifiuto a non agire: l'ideologia che acceca o l'interesse che vede benissimo.
Mi dici che la giunta era a conoscenza dello sfruttamento da parte di industriali o commercianti pratesi di manodopera cinese.
Non conosco, però, alcuna ideologia seguita nel PCI, nei PDS, nei DS, nell'Ulivo o nel PD (ovvero dove Mattei ha militato e milita) che si confaccia a tale condotta. E nemmeno in altri partiti.
Penso inoltre che il buonismo ideologico sinistrorso crei aberrazioni, ma non ne consenta così grandi.

Quindi è plausibile supporre che la giunta sia stata connivente con tali industriali e tali commercianti.
Come anche altri rappresentanti delle istituzioni, del resto: il primo esempio che mi viene in mente è il vicequestore.

Ciò che mi preoccupa è la connivenza che continua a perpretarsi e di cui noi non ci accorgiamo: se prima il classico buonismo ideologico copriva tali misfatti, non oso pensare oggi cosa si possa nascondere dietro la lotta alla clandestinità, efficacissima per distogliere l'attenzione dai veri illeciti.
Questa ovviamente è una allegation (per dirla all'inglese)* e senza prove alla mano non conta nulla. Inviterei però a non distogliere lo sguardo dall'amministrazione comunale.
*EDIT: Non mi veniva il termine "asserzione", scusatemi.

Quali secondo te sono le cause di questa massiccia immigrazione?
Diorama
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 15
Iscritto il: 02/04/2010, 2:20

Re: Prato, citta' martoriata dall'illegalità cinese.

Messaggioda franz il 15/04/2010, 21:18

Diorama ha scritto:Quali secondo te sono le cause di questa massiccia immigrazione?

Spero che sia permessa anche la mia risposta .... (lo so che lo è ... scherzo).

Date un'cchiata a questa pagina: Multi-Fibre Arrangement
Ok, è in inglese ma spero non ci siano problemi ... ne caso esiste la versione italiana http://it.wikipedia.org/wiki/Accordo_multifibre anche se striminzita.

Chiedetemi cosa c'entra ....e non vi rivolgo piu' la parola ;)

Franz
Roma ai romani
Anzio agli anziani
(graffito)
Avatar utente
franz
forumulivista
forumulivista
 
Messaggi: 20852
Iscritto il: 17/05/2008, 14:58

Prossimo

Torna a Toscana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron